Magnacavallo

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Magnacavallo
comune
Magnacavallo – Stemma Magnacavallo – Bandiera
Magnacavallo – Veduta
Il municipio in piazza Gugliemo Marconi
Localizzazione
StatoItalia Italia
RegioneRegione-Lombardia-Stemma.svg Lombardia
ProvinciaProvincia di Mantova-Stemma.png Mantova
Amministrazione
SindacoArnaldo Marchetti (lista civica) dall'8-6-2009
Territorio
Coordinate45°00′21.49″N 11°10′56.28″E / 45.00597°N 11.1823°E45.00597; 11.1823 (Magnacavallo)Coordinate: 45°00′21.49″N 11°10′56.28″E / 45.00597°N 11.1823°E45.00597; 11.1823 (Magnacavallo)
Altitudine11 m s.l.m.
Superficie28,2 km²
Abitanti1 511[2] (30-9-2017)
Densità53,58 ab./km²
FrazioniQuattro Case, Parolare[1]
Comuni confinantiBorgofranco sul Po, Carbonara di Po, Poggio Rusco, Borgo Mantovano, Sermide e Felonica
Altre informazioni
Cod. postale46020
Prefisso0386
Fuso orarioUTC+1
Codice ISTAT020029
Cod. catastaleE818
TargaMN
Cl. sismicazona 3 (sismicità bassa)
Cl. climaticazona E, 2 355 GG[3]
Nome abitantimagnacavallesi
Patronosanti Pietro e Paolo
Giorno festivo29 giugno
Cartografia
Mappa di localizzazione: Italia
Magnacavallo
Magnacavallo
Magnacavallo – Mappa
Posizione del comune di Magnacavallo nella provincia di Mantova
Sito istituzionale

Magnacavallo (Magnacavàl nel locale dialetto basso mantovano[4]) è un comune italiano di 1 524 abitanti[2] della provincia di Mantova in Lombardia. Da settembre 2015, con i comuni di Borgofranco sul Po, Carbonara di Po, Felonica, Poggio Rusco e Sermide e Felonica, fa parte dell'Unione dei comuni Sei Oltrepò.

Origini del nome[modifica | modifica wikitesto]

Il nome di Magnacavallo deriva da magna cava in vallo, grande cava nella valle.[5]

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Già a metà del XVI secolo è attestata la presenza di piccolo oratorio pubblico intitolato a San Ludovico Re di Francia. A seguito dell'incremento demografico, nel 1603 l'oratorio divenne parrocchia sotto fra’ Francesco Vescovo.

Nel 1610 venne costruita la chiesa dei Santi Pietro e Paolo apostoli, a cui fu affincata la torre campanaria del 1723 per opera di don Giovanni Zapparoli, il quale fece realizzare gli arredi sacri in legno.

Nel 1850 risultavano censiti 1294 abitanti e il suo territorio risultava "alquanto paludoso e coltivato a biade e prati".[6]

Il 3 dicembre 2014 è stata palcoscenico del così detto '' omicidio di Magnacavallo ''. Bottura Fausto, di 48 anni, fu brutalmente assinato dal nipote Bottura Massimo, aiutato dai suoi due amici Armando Esposito e Alessio Magnani. Questi poi cercarono di occultare il cadavere gettandolo nel fiume Po in località Bardelle (San Benedetto Po).

Monumenti e luoghi d'interesse[modifica | modifica wikitesto]

Chiesa parrocchiale
  • La chiesa dei Santi Pietro e Paolo apostoli del 1610 fu realizzata originariamente a navata unica; un quadro con i santi Pietro e Paolo raffigurati nel 1792 da Giorgio Anselmi si trova nell'abside. La chiesa è stata poi restaurata ed ampliata nel secondo dopoguerra,[7] con il prolungamento dell'edificio, la realizzazione delle navate laterali e di una nuova facciata e l'innalzamento del campanile su progetto dell'architetto Bruno Sarti commissionato da don Rodolfo Daolio.[8]
Monumento all'emigrato
  • Il monumento all'emigrato, inaugurato nel settembre 2000 nella piazza del municipio, ricorda la grande emigrazione dei mantovani verso il Nordeuropa e il Brasile. A loro è dedicato anche il piccolo Museo dell'emigrato, in cui sono raccolti documenti, fotografie e cimeli legati all'emigrazione. Ogni seconda domenica di settembre, in occasione dell'anniversario di inaugurazione del monumento all'emigrato, viene organizzata la festa dell'emigrato, con convegni, manifestazioni e intrattenimenti.[9]
  • Il palazzo gonzaghesco è una storica residenza cinquecentesca utilizzata in estate dalla famiglia dei Gonzaga di Vescovato e situata in località Dosso dell'Inferno.[10]

Società[modifica | modifica wikitesto]

Evoluzione demografica[modifica | modifica wikitesto]

Abitanti censiti[11]

Cultura[modifica | modifica wikitesto]

Cucina[modifica | modifica wikitesto]

Il piatto tipico magnacavallese sono i tortelli sguazzarotti (turtèl sguasaròt), a base di zucca, vino cotto, salsa saorina, fagioli e castagne.

Amministrazione[modifica | modifica wikitesto]

Periodo Primo cittadino Partito Carica Note
1995 1999 Danilo Bizzarri Lista civica (centro-sinistra) Sindaco [12]
1999 2004 Andrea Pinotti Lista civica Sindaco [13]
2004 2009 Andrea Pinotti Lista civica Sindaco [14]
2009 2014 Arnaldo Marchetti Lista civica "Futuro insieme" Sindaco [15]
2014 in corso Arnaldo Marchetti Lista civica "Impegno e trasparenza" Sindaco [16]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Comune di Magnacavallo - Statuto.
  2. ^ a b Dato Istat - Popolazione residente al 30 settembre 2017.
  3. ^ Tabella dei gradi/giorno dei Comuni italiani raggruppati per Regione e Provincia (PDF), in Legge 26 agosto 1993, n. 412, allegato A, Agenzia nazionale per le nuove tecnologie, l'energia e lo sviluppo economico sostenibile, 1º marzo 2011, p. 151. URL consultato il 25 aprile 2012.
  4. ^ Pierino Pelati, Acque, terre e borghi del territorio mantovano. Saggio di toponomastica, Asola, 1996.
  5. ^ Renato Bonaglia, Mantova, paese che vai..., Mantova, 1985.
  6. ^ A. Bianchi-Giovini e Massimo Fabi (a cura di), Dizionario corografico universale dell'Italia, Milano, Civelli Giuseppe, 1850, p. 478.
  7. ^ Magnacavallo, su turismo.mantova.it.
  8. ^ Parrocchia di Magnacavallo, su Diocesi di Mantova. URL consultato il 24 ottobre 2017.
  9. ^ Biblioteca comunale, su comune.magnacavallo.mn.it.
  10. ^ Palazzo gonzaghesco, su lecicloviedelpo.movimentolento.it.
  11. ^ Statistiche I.Stat - ISTAT;  URL consultato in data 28-12-2012.
  12. ^ Elezioni comunali del 23/04/1995, su elezionistorico.interno.it.
  13. ^ Elezioni comunali del 13/06/1999, su elezionistorico.interno.it.
  14. ^ Elezioni comunali del 12/06/2004, su elezionistorico.interno.it.
  15. ^ Elezioni comunali del 07/06/2009, su elezionistorico.interno.it.
  16. ^ Elezioni comunali del 25/05/2014, su elezionistorico.interno.it.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Danilo Bizzarri (a cura di), Magnacavallo. Immagini e memorie. Terzo quaderno storico fotografico, Sometti, 2002, ISBN 888809198X.
  • Renato Bonaglia, Mantova, paese che vai..., Mantova, 1985. ISBN non esistente.
  • Pierino Pelati, Acque, terre e borghi del territorio mantovano. Saggio di toponomastica, Asola, 1996.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Lombardia Portale Lombardia: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Lombardia