Pieve di Coriano

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Pieve di Coriano
ex frazione
Pieve di Coriano – Stemma
Pieve di Coriano – Veduta
Pieve di Santa Maria Assunta
Localizzazione
StatoItalia Italia
RegioneRegione-Lombardia-Stemma.svg Lombardia
ProvinciaProvincia di Mantova-Stemma.png Mantova
ComuneBorgo Mantovano
Amministrazione
Data di istituzione1816
Data di soppressione31/12/2017
Territorio
Coordinate45°02′00.92″N 11°06′27.4″E / 45.03359°N 11.10761°E45.03359; 11.10761 (Pieve di Coriano)Coordinate: 45°02′00.92″N 11°06′27.4″E / 45.03359°N 11.10761°E45.03359; 11.10761 (Pieve di Coriano)
Altitudine16 m s.l.m.
Superficie12,73 km²
Abitanti1 017[1] (31-12-2017)
Densità79,89 ab./km²
Altre informazioni
Cod. postale46036
Prefisso0386
Fuso orarioUTC+1
Codice ISTAT020040
Cod. catastaleG633
TargaMN
Cl. sismicazona 4 (sismicità molto bassa)
Nome abitantipievesi
PatronoSan Rocco
Giorno festivo16 agosto
SoprannomeLa Péf
Cartografia
Mappa di localizzazione: Italia
Pieve di Coriano
Pieve di Coriano
Pieve di Coriano – Mappa
Posizione del comune soppresso di Pieve di Coriano
Sito istituzionale

Pieve di Coriano (La Péf in dialetto basso mantovano[2]) è stato un comune italiano della provincia di Mantova in Lombardia. L'originaria denominazione di Pieve fu trasformata nell'attuale nel 1867.

A seguito della fusione dei comuni dal 1º gennaio 2018 è parte del Comune di Borgo Mantovano[3].

Il 22 ottobre 2017, in concomitanza con il referendum regionale sull'autonomia, si svolse un referendum per la fusione tra i tre comuni mantovani (Revere, Pieve di Coriano e Villa Poma) a cui si espresse favorevolmente il 56,58% dei votanti.[4][5] In occasione del referendum gli elettori scelsero anche la denominazione del nuovo comune, scegliendo fra le diverse proposte di Borgo Mantovano, Borgoltrepò oppure Riva Mantovana[6].

Vecchio gonfalone

Società[modifica | modifica wikitesto]

Evoluzione demografica[modifica | modifica wikitesto]

Abitanti censiti[7]

Geografia fisica[modifica | modifica wikitesto]

Pieve di Coriano sorge sulla destra del Po, la sua estensione territoriale è di 13 k e fa parte del consorzio Oltrepò Mantovano.

Monumenti e luoghi d'interesse[modifica | modifica wikitesto]

Chiesa di Santa Maria Assunta[modifica | modifica wikitesto]

La chiesa di Pieve venne costruita nel 1082, per volere di Matilde di Canossa[8]. Questa attribuzione risale al 1612 nella Historia ecclesiastica di Mantova[9] dove il Donesmondi attribuisce l'edificazione della chiesa a Matilde, assieme ad altre chiese del territorio[9].

Pieve Matildica, 1082

La chiesa è in stile romanico ed è composta da tre navate e da tre absidi semicircolari[8].

Nell'abside di sinistra si trova il Tabernacolo. Gli affreschi della volta, risalenti al XVI secolo raffigurano Cristo, con in mano il Vangelo e circondato dai simboli dei quattro evangelisti[8]. L'abside destra richiama la figura di Gesù. Gli affreschi presenti mostrano la crocifissione di Cristo e il mistero eucaristico. Nell'abside maggiore si trova un unico affresco risalente al XII secolo che raffigura il Cristo Pantocratore. Il campanile fu eretto dal 1930 al 1934. La costruzione poggia su un basamento antico rinvenuto durante gli scavi. Per alcuni vi sorgeva la torre del castello di Matilde, per altri invece era il sito dell'antico Battistero della Pieve. Il 27 gennaio 2007 è stato inaugurato l'oratorio Giovanni Paolo II, che si trova in piazza Aldo Moro, nei pressi della chiesa. A seguito del terremoto del 20 e del 29 maggio 2012 nella chiesa, si sono gravemente danneggiate cinque volte, attualmente messe in sicurezza. Il giorno 8 dicembre 2012, in occasione dell'Immacolata Concezione, dopo il restauro delle volte danneggiate dal sisma di maggio, la chiesa è stata riaperta[10].

Affresco XVI sec. della volta dell'abside sinistra

Chiesa di San Martino di Regnara[modifica | modifica wikitesto]

Altra chiesa presente sul territorio di Pieve è San Martino di Regnara[11] risalente al 1700, situata nei pressi dell'argine del fiume Po.

Piazze[modifica | modifica wikitesto]

Nel paese si trovano tre piazze: piazza Antonio Gramsci, ove sono situati il municipio e la chiesa, piazza Aldo Moro dove si trovano le scuole e l'oratorio.

Aree naturali[modifica | modifica wikitesto]

Istruzione[modifica | modifica wikitesto]

Nel paese sono presenti la scuola primaria "Giovanni Pascoli"[12], la nuova scuola scuola dell'infanzia[13] e l'asilo nido comunale "C'era una volta", gestito dalla cooperativa sociale "Ai Confini" onlus[14].

Biblioteca "Giovanni Falcone e Paolo Borsellino"[modifica | modifica wikitesto]

La biblioteca è stata inaugurata nel 2006; vi si trovano: una sezione per bambini, una sala computer e una sala studio. Questa è collegata con la rete delle biblioteche mantovane. Ai lettori è anche riservata una sezione online per ottenere il prestito di libri e controllare la propria situazione di lettore.

Sport[modifica | modifica wikitesto]

Centro sportivo[modifica | modifica wikitesto]

Il centro sportivo "Oprando Formigoni" è composto da una palestra, due campi da calcio e un campo da basket. Nell'area davanti alla palestra si trova un campo da tennis e da calcetto.

L'attracco sul Fiume Po[modifica | modifica wikitesto]

In località Paleotta, seguendo l'argine maestro est si trova l'attracco fluviale di Pieve[15]. L'opera è stata inaugurata nel 2005 ed è attrezzata con area camper, parcheggio e ampia area verde. La gestione è affidata all'associazione di volontariato pievese "Il Cormorano"[16].

Ospedale Carlo Poma[modifica | modifica wikitesto]

Pieve ospita l'ospedale "Carlo Poma" che copre il bacino d'utenza del destra Secchia[17]. Fu inaugurato nel 1997 a seguito della soppressione degli ospedali dei comuni vicini[18].

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ https://www.tuttitalia.it/lombardia/78-pieve-di-coriano/
  2. ^ Pierino Pelati, Acque, terre e borghi del territorio mantovano. Saggio di toponomastica, Asola, 1996.
  3. ^ Il nuovo Comune di Borgo Mantovano (MN), su Tuttitalia.it. URL consultato il 22 agosto 2019.
  4. ^ Francesco Romani e Giorgio Pinotti, Referendum fusione: passa il sì, nascerà Borgo Mantovano, in Gazzetta di Mantova, 24 ottobre 2017.
  5. ^ Il Comune di Borgo Mantovano (MN), su tuttitalia.it (archiviato il 26 dicembre 2017).
  6. ^ Fusione tra tre paesi. Dalla Regione l’ok ad andare alle urne.
  7. ^ Statistiche I.Stat - ISTAT;  URL consultato in data 28-12-2012.
  8. ^ a b c La chiesa Matildica, su www.comune.pievedicoriano.mn.it. URL consultato il 22 agosto 2019.
  9. ^ a b Paolo Golinelli (a cura di), Pieve di Coriano nel Medioevo, in Pieve di Coriano nella storia Uomini, fatti e paesaggi di una Comunità sulle sponde del Po, editoriale Sometti, 2002, pp. 41.
  10. ^ Magnacavallo e Pieve di Coriano riaprono le chiese - Gazzetta di Mantova, su Archivio - Gazzetta di Mantova. URL consultato il 22 agosto 2019.
  11. ^ Chiesa di S. Martino di Regnara, Via Argine Est, 60 - Pieve di Coriano (MN) – Architetture – Lombardia Beni Culturali, su www.lombardiabeniculturali.it. URL consultato il 23 agosto 2019.
  12. ^ Mario Varini- mario.varini@gmail.com, Scuole primarie | Istituto Comprensivo del Po Ostiglia, su www.icdelpo.gov.it. URL consultato il 22 agosto 2019.
  13. ^ Mario Varini- mario.varini@gmail.com, Scuole dell'infanzia | Istituto Comprensivo del Po Ostiglia, su www.icdelpo.gov.it. URL consultato il 22 agosto 2019.
  14. ^ Coooperativa Sociale ai Confini | Asilo Nido, su aiconfini.org. URL consultato il 22 agosto 2019.
  15. ^ Il fiume Po, su www.comune.pievedicoriano.mn.it. URL consultato il 25 agosto 2019.
  16. ^ Itinerari di visita dell'Oltrepò Mantovano, su Itinerari di visita dell'Oltrepò Mantovano. URL consultato il 25 agosto 2019.
  17. ^ SEDI - asstmantova, su www.asst-mantova.it. URL consultato il 23 agosto 2019.
  18. ^ L'Ospedale di Pieve, su www.comune.pievedicoriano.mn.it. URL consultato il 23 agosto 2019.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Renato Bonaglia, Mantova, paese che vai..., Mantova, 1985. ISBN non esistente.
  • Paolo Golinelli (a cura di), Pieve di Coriano nella storia, Uomini, fatti e passaggi di una Comunità sulle sponde del Po, editoriale Sometti, 2002.
  • Pierino Pelati, Acque, terre e borghi del territorio mantovano. Saggio di toponomastica, Asola, 1996.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN146373691 · WorldCat Identities (EN146373691
Lombardia Portale Lombardia: accedi alle voci di Wikipedia che parlano della Lombardia