Salva Kiir Mayardit

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Salva Kiir Mayardit
Salva Kiir Mayardit.jpg

Presidente del Sudan del Sud
In carica
Inizio mandato 30 luglio 2005
Vice presidente Riek Machar
Predecessore John Garang

Dati generali
Partito politico Esercito Sudanese di Liberazione Popolare

Salva Kiir Mayardit (Bahr al-Ghazal, 3 ottobre 1951) è un politico e militare sudsudanese, presidente del Sudan del Sud.

Fu uno dei fondatori dell'Esercito Sudanese di Liberazione Popolare, del quale guidò l'ala armata.[1]

Il 26 aprile del 2010 ha vinto le elezioni nel Sudan del Sud, diventandone il presidente. Nel gennaio del 2011 ha sostenuto il referendum di indipendenza del suo paese dal resto del Sudan.

Primi anni[modifica | modifica sorgente]

Nacque nel 1951 nel Sud Sudan, all'interno dei territori dell'etnia Dinka. Alla fine degli anni '60 aderì al gruppo separatista ribelle di Anya-Nya che partecipava alla Prima guerra civile sudanese. Nel 1972, quando il conflitto si concluse con gli Accordi di Addis Abeba, Salva Kiir era riuscito a diventare un ufficiale di basso rango. Nel 1983 il Presidente Ja'far al-Nimeyri violò gli Accordi di Addis Abeba: impose la Shari'a come legge da applicare in tutta la nazione, i confini amministrativi del Sud Sudan furono ritoccati e il governo autonomo del Sud Sudan venne sciolto. In breve tempo il Sud, si sollevò contro il governo centrale e, guidato dal colonnello John Garang, organizzò l'Esercito Sudanese di Liberazione Popolare. Salva Kiir aderì immediatamente alla nuova formazione e nel tempo fece molta carriera fino a diventare il vice di Garang.

Presidente del Sud Sudan[modifica | modifica sorgente]

Nel 2002 Garang e il presidente Omar Hasan Ahmad al-Bashir iniziarono dei colloqui di pace che culminarono con l'approvazione dell'Accordo di Naivasha, sottoscritto nel gennaio del 2005, che pose fine alla guerra civile. Esso riconosceva l'autonomia del Sud Sudan e preparava la via per il referendum sull'indipendenza. John Garang divenne vice presidente del Sudan e presidente del Governo del Sud Sudan (GOSS), mentre Salva Kiir Mayardit divenne vice presidente del GOSS. Quando il 30 luglio 2005 Garang morì a seguito di un incidente d'elicottero, Salva Kir divenne il nuovo leader del Sud Sudan.


Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ (EN) Profile: Salva Kiir, BBC News, 2 agosto 2005. URL consultato il 27 aprile 2010.

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]