Adama Barrow

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Adama Barrow
Adama Barrow - 2018 (39774084330) (cropped).jpg
Barrow alla Chatham House nel 2018.

Presidente del Gambia
In carica
Inizio mandato 19 gennaio 2017
Predecessore Yahya Jammeh

Dati generali
Partito politico Partito Democratico Unito

Adama Barrow (Mankamang Kunda, 16 febbraio 1965) è un politico gambiano, Presidente del Gambia dal gennaio 2017.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Il 1º dicembre 2016 vince le elezioni presidenziali contro il presidente dittatore Yahya Jammeh, il quale aveva preso il potere con un colpo di stato il 22 luglio 1994. L'esito delle elezioni, in un primo momento accettato, è stato poi duramente contestato dal presidente uscente Yahya Jammeh che si era ricandidato.[1] Adama Barrow è quindi dovuto fuggire in Senegal per motivi di sicurezza e non è potuto rientrare in Gambia nemmeno per il funerale di uno dei suoi figli, morto il 15 gennaio 2017 dopo essere stato morso da un cane.[2]

Il 19 gennaio 2017 giura come presidente del Paese nella sede dell'ambasciata del Gambia in Senegal, a Dakar.[3] Il 21 gennaio, su minaccia di un intervento militare dei Paesi dell'ECOWAS, Jammeh annuncia alla televisione di Stato la sua decisione di riconoscere Barrow presidente e accetta di andare in esilio.[4] Il 26 gennaio Barrow rientra a Banjul.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ In Gambia ha vinto l’opposizione, a sorpresa (Il Post.it), 2 dicembre 2016.
  2. ^ In Gambia è stato dichiarato lo stato di emergenza (Il Post.it), 18 gennaio 2017.
  3. ^ (EN) Gambia's Barrow sworn in as president as regional troops gather (Reuters), 19 gennaio 2017.
  4. ^ (EN) Gambia's Yahya Jammeh confirms he will step down (Al Jazeera), 21 gennaio 2017. URL consultato il 21 gennaio 2017.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN181148120786794792091 · LCCN (ENno2017128361 · GND (DE1120826721 · WorldCat Identities (ENno2017-128361