Salmo 16

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

1leftarrow blue.svgVoce principale: Salmi.

Sinagoga nella Città Vecchia di Gerusalemme; sulla colonna è scritto in ebraico l'ottavo versetto del salmo 16.

Il salmo 16 (15 secondo la numerazione greca) costituisce il sedicesimo capitolo del Libro dei salmi.

È un inno, tradizionalmente attribuito al re Davide. Viene citato due volte negli Atti degli apostoli. In particolare, Salmi 16:10 è citato in Atti 2:31, quale esplicita profezia della Resurrezione di Gesù Cristo, rivelata da Dio al patriarca Davide.[1]

Il Salmo 16 utilizzato dalla Chiesa cattolica nella liturgia delle ore.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Bibbia di re Giacomo, Libro degli Atti degli Apostoli, capitolo 2, su kingjamesbibleonline.org, 1611.. Note: le concordanze testuali dei singoli versi sono indicate nelle note aggiunte ai margini laterali destro e sinistro.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Bibbia Portale Bibbia: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di bibbia