Naum (profeta)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
San Naum
Nahum-prophet.jpg
Il profeta Naum
icona ortodossa del XVIII secolo
Profeta
Nascita Elcos, VII Secolo a.C
Morte  ?
Venerato da Tutte le Chiese che ammettono il culto dei santi
Ricorrenza 1º dicembre
Attributi Rotolo della profezia

Naum, o Nahum (Elcos, ... – VII secolo a.C.), è stato un profeta ebraico.

È uno dei dodici profeti minori ed il suo nome significava «consolato da Jahvé».[1]
La cittadina ove nacque, oggi sconosciuta, era certamente in Giudea e sappiamo che fu testimone della caduta di Ninive, la città assira che si affacciava sul fiume Tigri e che, secondo la Bibbia, nel 612 a.C. venne distrutta. Naum era contemporaneo del re Giosia, sovrano di Giuda dal 640 a.C. al 609 a.C. e la sua predicazione ebbe quasi certamente luogo fra il 662 ed il 612 a.C.[1]

La Chiesa cattolica lo venera come santo celebrandolo il 1º dicembre.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b La Bibbia, ed. Piemme, Casale Monferrato (AL), 1996, ISBN 88-384-2400-4, pag. 2201

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN316444044 · LCCN (ENn2009012244