Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui

Kedoshim

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Nota disambigua.svg Disambiguazione – Se stai cercando il quinto ordine della Mishnah, vedi Kodashim.

Kedoshim, K'doshim, o Qedoshim (ebraico: קְדֹשִׁים — tradotto in italiano: "santi”, 14ª parola e incipit di questa parashah) 30ª porzione settimanale della Torah (ebr. פָּרָשָׁה – parashah o anche parsha/parscià) nel ciclo annuale ebraico di letture bibliche dal Pentateuco, settima nel Libro del Levitico. Rappresenta il passo 19:1-20:27 di Levitico, che gli ebrei leggono generalmente alla fine di aprile o in maggio.

Il calendario ebraico lunisolare contiene fino a 55 settimane, col numero esatto che varia tra 50 settimane negli anni comuni e 54-55 negli anni bisestili. In questi ultimi (per es. il 2014 e 2016), la Parshah Kedoshim viene letta separatamente. Negli anni comuni (per es. 2012, 2013, 2015, 2017 e 2018), la Parshah Kedoshim è combinata con la parashah precedente, la Acharei Mot, per ottenere il numero di letture settimanali necessarie.

Alcune congregazioni dell'Ebraismo conservatore sostituiscono le letture tradizionali di Levitico 18 con le letture da Levitico 19 durante il servizio liturgico Minchah dello Yom Kippur.[1] Inoltre, nel libro di preghiere standard (Mahzor) dell'Ebraismo riformato nella sezione "Grandi feste", si leggono Levitico 19:1-4, 9–18, e 32–37 come lettura della Torah nel servizio liturgico pomeridiano dello Yom Kippur.[2]

Kodashim è anche il nome del quinto ordine della Mishnah, Tosefta e Talmud babilonese. Il termine "kedoshim" viene a volte usato per riferirsi ai sei milioni di ebrei uccisi durante l'Olocausto (Shoah), che alcuni chiamano "kedoshim" poiché hanno realizzato la mitzvah di Kiddush Hashem (ebraico: קידוש השם, la "santificazione del nome").

“Non mieterete fino al margine del campo”

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Mahzor for Rosh Hashanah and Yom Kippur, curato da Jules Harlow, United Synagogue of Conservative Judaism. ISBN 0-87441-148-3.
  2. ^ Gates of Repentance: The New Union Prayerbook for the Days of Awe, curato da Chaim Stern, 452–55. New York: Central Conference of American Rabbis, ed. riv. 1996. ISBN 0-88123-069-3.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

(ENHEIT)

Testi[modifica | modifica wikitesto]

Commentari[modifica | modifica wikitesto]

Old book bindings.jpg
Ebraismo Portale Ebraismo: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di ebraismo