S.T.A.R.S.

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

S.T.A.R.S., "Special Tactics And Rescue Service" (squadra tattiche speciali e salvataggio), è un reparto speciale immaginario della polizia degli Stati Uniti che appare nella serie videoludica Resident Evil della Capcom.

Fondato a New York, il 16 settembre 1967, ha lo scopo di fronteggiare associazioni terroristiche e piccoli gruppi criminali. Nel gennaio del 1972 una sede della S.T.A.R.S. viene inaugurata nella cittadina di Raccoon City, composta da due squadre scelte ognuna composta da sei membri, l'Alpha Team e la Bravo Team. La tranquilla cittadina sarà teatro dei primi tre sanguinosi avvenimenti raccontati dalla serie.

Fra gli agenti S.T.A.R.S., protagonisti della serie horror, ricordiamo:

Alpha Team[modifica | modifica wikitesto]

È la squadra inviata per seconda ad indagare su una serie di omicidi estremi. Interrotti i contatti con la squadra Bravo, la S.T.A.R.S. Alpha Team decide di intervenire dando inizio alle vicende del primo episodio. Ricostruendo quanto affermato negli episodi Resident Evil del 1996, Resident Evil remake del 2001 e Resident Evil 0 del 2002, è possibile stabilire cosa avvenne ai membri della squadra.

Albert Wesker[modifica | modifica wikitesto]

Il comandante in capo della squadra S.T.A.R.S. di Raccoon City. Ha un look molto "cool" per via della sua pettinatura alla moda e i suoi occhiali da sole. Insieme a pochi altri riesce ad arrivare vivo alla Villa Spencer dopo l'attacco dei cani Cerberus. Dopo aver abilmente diviso i membri della squadra scompare misteriosamente per riapparire solo molto dopo e comportandosi in modo strano. Si scoprirà presto che è la mente di tutto, che è stato lui ad organizzare l'incidente all'elicottero della squadra BRAVO, a liberare gli zombie dai laboratori e ad attirare i due gruppi nella magione al fine di trarre utili informazioni di combattimento contro le creature che lui stesso ha contribuito a creare. Verrà apparentemente e orrendamente ucciso dal Tyrant e per anni di lui non se sarebbe più parlato, finché non riappare più in forma e malvagio che mai in Resident Evil: Code Veronica, anche se quello non è il vero Wesker, questo invece è un superuomo. In Resident Evil 4, Wesker ritorna come mentore di Ada Wong alla ricerca della Plagas, insetti che sono in grado di controllare gli esseri viventi. Morirà in Resident Evil 5 per mano di Chris Redfield. Nato nel 1960.

Chris Redfield[modifica | modifica wikitesto]

Uno degli eroi principali della serie. Carattere difficile, spesso insubordinato, ma anche un ottimo soldato. Grande amico di Barry Burton, sarà grazie ai suoi sforzi congiunti con quelli di Jill Valentine che il piano di Wesker potrà essere fermato. Dopo l'esperienza vissuta e senza essere riuscito a trovare sostegno e supporto nelle autorità cittadine nell'accusare la potente multinazionale Umbrella Corporation deciderà di partire per l'Europa per continuare le sue indagini da solo. Mesi dopo si ritroverà ad aiutare la sorella Claire Redfield ad uscire viva dall'isola Rockford in Resident Evil: Code Veronica. Chris Redfield lo si incontrerà di nuovo in Resident Evil 5 ritrovatosi in una zona africana. Alla fine riuscirà anche ad uccidere il suo arcinemico Wesker. Comparirà di nuovo in Resident Evil 6 come personaggio principale della campagna "Chris", lì dovrà bloccare il contagio mondiale e fermare Ada Wong nei suoi scopi, inoltre dovrà riacquisire la memoria in seguito ad un'amnesia. Nato nel 1973.

Jill Valentine[modifica | modifica wikitesto]

Abilissima scassinatrice ed esperta in tecnologia avanzata, aiuta Chris nella missione delle Montagne Arklay. Cerca inutilmente di salvare il compagno Richard Aiken procurandogli una dose di siero antiveleno, ma troppo tardi. Viene salvata da Barry in più occasioni e alla fine uscirà viva da quell'inferno solo per poi vivere, due mesi dopo, un'esperienza ancora più drammatica in Resident Evil 3 quando, attardatasi nel lasciare la città, dovrà fare i conti con il contagio del Virus T e con una mostruosità creata dalla Umbrella peggiore di quelle finora incontrate: Nemesis. Inoltre appare in Resident Evil 5 come traditrice e guardia del corpo di Albert Wesker in Africa. In realtà si scopre che Wesker la controllava con un congegno impiantato nel petto e Chris riesce a liberarla. Nata nel 1975.

Barry Burton[modifica | modifica wikitesto]

Uno dei soldati più esperti della S.T.A.R.S., ligio al dovere, ma anche molto legato alla famiglia. Vecchio amico e compagno di Chris Redfield nonché ex-membro della SWAT, Barry è responsabile della manutenzione e del rifornimento delle armi per tutti i ragazzi dell'unità. Ricattato da Wesker, sarà costretto a collaborare con quest'ultimo per attrarre i suoi stessi compagni di squadra. In Deadly Silence Barry verrà ucciso dagli Hunter, mentre in Resident Evil e Resident Evil Rebirth in base alle decisioni del giocatore si potrà scegliere se Barry sopravviva o no. Poiché in Resident Evil 3: Nemesis è lui il pilota dell'elicottero che porterà via da Raccoon City Jill e Carlos, nella versione ufficiale Barry si salva, come viene confermato in un epilogo di Resident Evil 3. Nato, come Wesker, nel 1960. Giocabile nella modalità mercenari a raccolta (versione gold) di Resident Evil 5.

Brad Vickers[modifica | modifica wikitesto]

Pilota di elicotteri della squadra Alpha, durante la crisi sulle montagne Arklay (Resident Evil) abbandona il campo sul suo elicottero lasciando i suoi compagni al loro destino. Ma la sua fuga è solo apparente: rimane in volo sopra la villa in attesa di un segnale da parte dei suoi compagni. Fornirà il lanciarazzi al protagonista nello scontro col Tyrant. Durante la fuga del virus-T a Raccoon City viene ucciso da Nemesis in Resident Evil 3 davanti alla stazione di polizia e, tornato in vita come zombie, viene definitivamente ucciso da Leon o Claire Redfield in Resident Evil 2.

Joseph Frost[modifica | modifica wikitesto]

Specialista in automezzi della squadra Alpha. Inizialmente è stato inserito nella squadra Bravo ma poi verrà subito promosso nell'altro team direttamente da Wesker. Durante l'esplorazione dei resti dell'elicottero della squadra Bravo verrà sbranato vivo da un branco di Cerberus. A nulla serviranno gli sforzi dei compagni per salvarlo da quel tremendo destino. Nato nel 1971, al momento della morte aveva 27 anni.

Bravo Team[modifica | modifica wikitesto]

La polizia locale Special Tactics And Rescue Service (S.T.A.R.S.) è commissionata ad investigare sul movente di una serie di omicidi cannibalistici verificatisi nella regione delle Arklay Mountains, situata a nord di Raccoon City nel 1998. Quando il Bravo Team, inizialmente spedita nell'area, fallisce e non da più notizie di sé, l'Alpha Team va in missione di recupero per cercarli. Ricostruendo quanto affermato negli episodi Resident Evil del 1996, Resident Evil remake del 2002 e Resident Evil 0 del 2003 è possibile stabilire cosa avvenne ai membri della squadra Bravo.

Rebecca Chambers[modifica | modifica wikitesto]

La più giovane della squadra, nata il 1980, è una ragazza di 18 anni esperta nelle tecniche di pronto soccorso, ma poco abile in battaglia. Nel videogioco del 1996 viene trovata da Chris Redfield mentre si nascondeva in una stanza della villa e lo aiuta come può nella missione fornendo perlopiù assistenza di tipo sanitario. In realtà Rebecca aveva già vissuto il suo incubo personale il giorno prima degli eventi, narrati in Resident Evil 0, dal quale era uscita solo grazie alle sue inaspettate qualità e all'aiuto di Billy Coen. Come Barry Burton è giocabile nella modalità Mercenari a raccolta (versione gold) di Resident Evil 5.

Enrico Marini[modifica | modifica wikitesto]

Il caposquadra e primo ufficiale della S.T.A.R.S. È un soldato veterano, esperto in tecniche di combattimento e di sopravvivenza. Ha un ruolo secondario sia in Resident Evil che in Resident Evil 0. È l'ultimo membro della squadra Bravo a morire. Durante il gioco, il personaggio incontrerà Enrico, ferito, nel tunnel sotterraneo. Egli darà la notizia di un tradimento nella squadra S.T.A.R.S. ma verrà ucciso da Wesker prima che possa rivelare il nome del traditore. Nato a Roma in Italia nel 1957, al momento della morte aveva 41 anni.

Appare come personaggio giocabile in Resident Evil: Deadly Silence.

Richard Aiken[modifica | modifica wikitesto]

Esperto di comunicazioni, viene aggredito da Yawn, un gigantesco serpente velenoso, nel tentativo di proteggere Rebecca Chambers. La disperata ricerca di un siero si rivelerà inutile, morirà davanti a noi, non prima di averci messo in guardia da quanto ci aspettava nella villa e di averci dato una radio che però è in grado solo di ricevere. Nella versione Remake del gioco riesce a trovare le forze per affrontare nuovamente il serpente prima di essere da questo divorato. In alternativa, Richard sarà divorato dallo squalo Neptune. Nato nel 1975, al momento della morte ha 23 anni.

Appare come personaggio giocabile in Resident Evil: Deadly Silence.

Edward Dewey[modifica | modifica wikitesto]

Questo personaggio per i fan della serie è rimasto un mistero per anni, citato solo nel libretto di istruzioni in qualità di pilota, non appare mai nel gioco, né vi si fa menzione alcuna. Ovvie supposizioni portavano a ritenere che fosse sua la mano che viene ritrovata da Joseph Frost della S.T.A.R.S. Alpha team non lontana dall'elicottero. È solo nel filmato introduttivo di Resident Evil 0 che facciamo conoscenza con Edward. Sedeva di fianco al pilota effettivo dell'elicottero, è il copilota. Finalmente appare nel remake per GameCube, dove verrà ritrovato, ferito da un cerbero, da Rebecca, la quale verrà da lui avvertita degli zombi che si celano nella foresta. Poco dopo, Rebecca ritroverà il suo zombie nell'Ecliptic Express.

Forest Speyer[modifica | modifica wikitesto]

Esperto di veicoli, è soprattutto un eccellente tiratore scelto, un grande amico di Chris e il secondo ufficiale S.T.A.R.S. Riuscito ad entrare nella villa viene aggredito da alcuni zombie e troverà riparo, ormai ferito, fuori al balcone nel secondo piano della magione dove uno stormo di corvi assassini lo beccherà fino alla morte. Quando muore ha circa 27 anni.

Nella versione Resident Evil Director's cut e nei Remake per Game Cube e Nintendo DS (Resident Evil Rebirth e Resident Evil: Deadly Silence), il suo corpo si rianima come zombie e cerca di aggredire i suoi compagni.

Appare come personaggio giocabile in Resident Evil: Deadly Silence.

Kenneth J. Sullivan[modifica | modifica wikitesto]

Un chimico di colore ed ex-sergente istruttore, voluto fortemente da Albert Wesker nella S.T.A.R.S. Fu tra le prime vittime della magione. È suo il corpo che incontriamo quasi subito nella villa e nella versione non censurata riusciamo anche a vederne il capo orribilmente divorato. Nato il 1956, appare come il membro più anziano della squadra (42 anni). In Resident Evil 0 appare come un soldato calmo e assertivo.

Per la prima volta appare come personaggio giocabile in Resident Evil: Deadly Silence.

Kevin Dooley[modifica | modifica wikitesto]

Fa parte del Dipartimento di Polizia. Pilota l'elicottero con Edward al suo fianco. Scelto da Marini solo per l'indagine sulle montagne Arklay. Muore sbranato dai Cerberus, e molto probabilmente la mano trovata da Frost nei pressi dell'elicottero, era la sua.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]