Rock Lee

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
« Comunque vada, per me sarà la fine... Sto per difendere la strada che ho scelto!! »
(Rock Lee quando, durante lo scontro con Gaara, si prepara ad eseguire il Loto Posteriore)
Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui.
Rock Lee
Rock Lee nella seconda serie animata
Rock Lee nella seconda serie animata
Universo Naruto
Nome orig. ロック・リー (Rokku Rī)
Lingua orig. Giapponese
Autore Masashi Kishimoto
Studio Studio Pierrot
Editore Shūeisha
1ª app.
  • Manga: Capitolo 36
  • Anime: Episodio 21
Voce orig. Yoichi Masukawa [1]
Voce italiana Massimo Di Benedetto [1]
Sesso Maschio
Data di nascita 27 novembre[2]
Abilità

vedi sotto

Affiliazione Team Gai, Terza Divisione

Rock Lee (ロック・リー Rokku Rī?) è un personaggio del manga ed anime Naruto, scritto e disegnato dal mangaka Masashi Kishimoto. È uno dei personaggi che rappresentano la parte "comica" di Naruto in alcune occasioni, sebbene le vicende del personaggio siano ricche di insegnamenti e anche drammatiche. È il "pupillo" di Gai Maito ed è uno dei personaggi del manga più presenti nei videogiochi[3][4][5][6][7], OAV[8][9][10] e altri media legati alla serie.

Il personaggio[modifica | modifica sorgente]

Creazione e aspetto[modifica | modifica sorgente]

Insieme al suo maestro Gai Maito, anche Lee è stato ispirato dalla leggenda delle Arti Marziali Bruce Lee, con cui condivide, oltre al nome, anche la data di nascita. Il suo carattere è stato da alcuni considerato simile a quello di Noel Gallagher[11], anche se il carattere di Lee è quello più complesso all'interno della serie ed è uno dei preferiti dell'autore Masashi Kishimoto. Durante il design di Lee, Kishimoto aveva pensato di renderlo un abile maneggiatori di armi orientali, tra cui il nunchaku; tuttavia, a causa del tempo dovuto per disegnare questo genere d'armi, decise di rinunciare.[12] I "temi" principali di Rock Lee nella serie sono il duro lavoro e l'impegno: Kishimoto in un'intervista ha dichiarato di aver voluto creare Lee per ricordare questi valori che oggi sono un po' caduti nel dimenticatoio.[13][14]

In un'intervista Masashi Kishimoto ha rivelato che si è divertito molto a disegnare Lee e ha dichiarato che ha voluto creare questo personaggio e Sakura per simboleggiare la debolezza umana, almeno all'inizio.[15]

L'aspetto di Rock Lee è alquanto stravagante e buffo: egli è conosciuto per le sue spesse sopracciglia, la sua lucente capigliatura a scodella e un incredibile zelo. Tutti questi aspetti lo rendono particolarmente poco attraente e buffo, ma Lee non se ne vergogna, anzi ne va addirittura fiero. A causa delle sue sopracciglia, viene spesso chiamato da Naruto Mr. Sopracciglia (nel doppiaggio italiano). Rock Lee indossa sempre una tuta verde con le cavigliere arancioni (che nascondono dei pesantissimi pesi) regalatagli dal maestro Gai. Secondo quest'ultimo, essa è particolarmente comoda nei combattimenti e rende i movimenti molto più liberi. Inoltre garantisce un'ottima traspirazione ed è dotata di proprietà eccezionali contro l'umidità. Gai rivela che è "l'indumento perfetto per l'atleta perfetto".[16]

Personalità[modifica | modifica sorgente]

Lee è il classico esempio di personaggio esperto nell'uso delle arti marziali: oltre a parlare sempre in modo molto formale, anche con gli amici, dimostra rispetto per tutti i nemici che affronta, non abbandonandosi mai a commenti sarcastici su di loro. È inoltre estremamente rispettoso delle leggi e dei regolamenti. Lee ha una vera e propria venerazione per il proprio maestro, Maito Gai, tanto che si infuria immediatamente se qualcuno ne parla male, e ne condivide la passione per il duro allenamento fisico, spesso decisamente originale. Il rapporto che lo lega al maestro è dovuto anche dal fatto che Gai è stata la prima persona a fidarsi di Lee, aiutandolo nel suo allenamento.[17] Come segno di rispetto al maestro, Lee ha adottato il suo look e le sue capacità ninja.[18] Rock Lee è anche molto competitivo nei confronti di Sasuke e Neji, il suo compagno di squadra.[17] Proprio per questo assomiglia molto a Naruto. Solitamente lo si vede scommettere con sé stesso di compiere un determinato allenamento (fare 1000 flessioni ad esempio) e, se non dovesse riuscirci, di farne un altro più duro, in una catena che virtualmente non ha mai fine. Lee dimostra in molte occasioni di essere innamorato di Sakura; proprio per questo cerca ogni volta di proteggerla a costo di rischiare la vita. Nonostante ciò, Sakura lo evita per il suo aspetto. Rock Lee, con tutta probabilità, è convinto che Sakura sia ancora innamorata di Sasuke. Durante uno dei filler della serie animata, lo si vede partecipare con Gai ad un allenamento di maratona durante il quale si corre anche durante il sonno. Durante lo stesso filler scopriamo la passione di Lee per il Curry estremamente piccante, di cui va letteralmente matto[2]. Porta sempre con sé un taccuino per appunti, dove annota ogni suggerimento del Maestro Gai.

Rock Lee presenta numerosi aspetti parodistici presenti negli anime e nei manga dedicati alle arti marziali. Sotto quest'ottica sono ben comprensibili le scene in cui si trova con il suo maestro Gai, quando utilizza la "posa da figo" (braccio teso in avanti, occhiolino, mano chiusa ad eccezione del pollice e sorriso a trentadue denti con tanto di stellina, su uno sfondo con le onde che si infrangono sugli scogli), gli assurdi allenamenti a cui maestro e allievo si sottopongono (portare pesi alle caviglie), atteggiamenti e modi di fare verso cui Kakashi stesso si dispera, dicendo che sono troppo antiquati.

Storia[modifica | modifica sorgente]

Infanzia[modifica | modifica sorgente]

Rock Lee, durante gli anni in accademia, viene continuamente preso in giro dai compagni perché non sa utilizzare le arti magiche e le arti illusiorie.[17] Nonostante ciò, Lee continua a migliorare le proprie abilità allenandosi esclusivamente sulle arti marziali.[17] Dopo essere stato promosso Genin, Lee entra a far parte del Team Gai, capitanato da Gai Maito.[17] Il maestro lo migliora a tal punto che il ragazzo impara le tecniche del Loto e l'apertura delle otto porte di chakra.[17] Tuttavia, i miglioramenti di Lee vengono continuamente oscurati dalla bravura di Neji Hyuga, suo compagno di squadra.[17]

Prima parte del manga[modifica | modifica sorgente]

All'inizio della prima parte del manga, Lee partecipa all'esame di selezione dei Chunin dove affronta Gaara, venendo sconfitto dopo una lunga lotta in cui lee si dimostra a tratti incredibilmente superiore all'avversario. Dopo l'attacco di Orochimaru alla Foglia, Lee riceve la notizia che, a causa delle ferite riportate nello scontro con Gaara, non potrà più essere un ninja. Il ragazzo decide, quindi, di affidarsi a Tsunade, la quale lo opera e lo guarisce, nonostante la difficoltà dell'operazione. Inizialmente escluso dalla squadra inviata per il recupero di Sasuke[19], Rock Lee sopraggiunge in aiuto di Naruto durante lo scontro con Kimimaro, decidendo di combattere l'avversario al posto dell'amico. Nonostante ciò viene sconfitto dall'avversario, ma viene salvato dall'intervento di Gaara con il quale riesce a resistere a Kimimaro, che muore un attimo prima di sferrare il colpo di grazia a causa della sua malattia.[20]

Seconda parte del manga[modifica | modifica sorgente]

Lee riappare all'inizio della seconda parte del manga dove, insieme al resto del Team Gai, viene inviato da Tsunade come supporto al team Kakashi nel Villaggio della Sabbia contro l'Organizzazione Alba.[21] Affronta prima un copia di Kisame Hoshigaki, per poi affrontare una copia di sé stesso, che riuscirà a sconfiggere solo con la propria forza di volontà. Dopo l'invasione di Pain, Lee ritorna subito al villaggio per poi ripartire insieme a Sakura, Kiba e Sai alla ricerca di Sasuke, ma durante il tragitto, la ragazza addormenta i compagni con un sonnifero impedendogli, quindi, di raggiungere l'Uchiha.

Quarta grande guerra ninja[modifica | modifica sorgente]

Rock Lee viene reclutato nella Terza Divisione, comandata da Kakashi.

Capacità ninja[modifica | modifica sorgente]

Lee non è in grado di utilizzare né le arti magiche né quelle illusorie, ma è specializzato unicamente nelle arti marziali. Grazie all'allenamento con il maestro Gai, Lee impara ad operare diversi attacchi fisici violenti e letali.[22] Come parte del proprio allenamento, Lee indossa sempre dei pesi alle caviglie che, solitamente, toglie per affrontare avversari estremamente pericolosi (come Gaara); quando Lee rimuove i pesi, la sua velocità aumenta in maniera incredibile, diventando tanto veloce da non concedere possibilità di difesa alla sabbia di Gaara.[23] Rock Lee dimostra di possedere, inoltre, una grande forza muscolare, ottenuta grazie al durissimo allenamento a cui si sottopone giornalmente per via del fatto che può usare solo le arti marziali.[24] Parte del suo stile di combattimento coinvolge l'apertura delle otto porte difensive del corpo, ovvero lo sblocco dei limitatori naturali della quantità di chakra che un ninja può attingere dal suo corpo, con la conseguente capacità di ottenere forza e velocità sovrumane.[24] Le tecniche di Lee comprendono, inoltre, anche le tecniche del Loto[25]: il Loto frontale[26], la tecnica proibita che Lee ha appreso con grande impegno e che può utilizzare, secondo quanto gli è stato ordinato da Gai, solo per proteggere chi ama, e il Loto posteriore[27], la tecnica finale di Lee utilizzata la prima volta contro Gaara. Lee ha, inoltre, una naturale predisposizione per lo stile dell'ubriaco: se beve anche una piccola quantità di liquore cade in uno stato di disorientamento pressoché totale, ma la sua incredibile abilità marziale non viene meno, rendendolo un avversario imprevedibile e pericolosissimo, anche perché attacca indistintamente chiunque gli si pari davanti: una volta, per sbaglio, bevve un'intera bottiglia di sakè di Tsunade scambiandola per la sua medicina, tenendo comunque testa a Kimimaro. Tuttavia, basta una piccola ferita per risvegliarlo dal suo stato. Lee sembra in grado di combattere anche quando è quasi incosciente, come si può vedere alla fine dello scontro con Gaara o in occasione dello scontro con Raiga, uno dei sette Spadaccini della Nebbia, durante uno dei filler della serie animata.[28][29]

Missioni[2][modifica | modifica sorgente]

  • D: 20
  • C: 11
  • B: 5
  • A: 3
  • S: 2

Tecniche[modifica | modifica sorgente]

Arti marziali

Altri media[modifica | modifica sorgente]

Lee è uno dei personaggi più presenti in Naruto, sia nel manga che nell'anime. Appare anche in alcuni film; nel terzo film della serie Gekijōban Naruto: Daikōfun! Mikazuki-jima no animal panic dattebayo, Lee partecipa ad una missione insieme al Team 7[8], mentre in Naruto Shippuden: L'esercito fantasma gli viene assegnata la protezione di Shion e parte con Naruto, Sakura, e Neji, per il Paese dei Demoni.[9] Lee appare anche nel terzo OAV dove, insieme a tutti i protagonisti, partecipa ad un torneo nel Villaggio della Foglia, perdendo contro Naruto.[10]

Lee appare anche in molti videogame tra i quali la serie di Naruto: Clash of Ninja e la serie di Naruto: Ultimate Ninja.[3][4][5][6]

Nel videogioco Naruto: Clash of Ninja, Lee fa la sua prima apparizione con l'aspetto della seconda serie.[7]

Rock Lee è anche il personaggio principale di un manga, spin-off di Naruto, disegnato da Kenji Taira e che è pubblicato prossimamente sulla rivista Shueisha ossia Rock Lee no Seishun Full-Power Ninden.[30]

Nel manga Raruto appare la sua parodia: "Ron-Liin".[31]

Accoglienza[modifica | modifica sorgente]

Lee è un personaggio molto popolare nei sondaggi della Shōnen Jump, arrivando addirittura una volta al quinto posto. Nei successivi sondaggi, Lee è sceso al decimo posto.[32] In un'intervista, Brian Donovan, doppiatore di Lee, ha rivelato di amare il personaggio proprio per la sua personalità. È stato commercializzato diverso merchandise basato su Rock Lee, incluse figurine e peluche. IGN ha rivelato che Lee è uno dei loro personaggi preferiti nella serie, aggiungendo, però, che è anche un "tipo di rigido" a causa della sua personalità gentile.[33] Active Anime ha lodato la personalità comica di Lee all'interno della serie.[34]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ a b AntonioGenna.net presenta: IL MONDO DEI DOPPIATORI - ZONA ANIMAZIONE: "Naruto"
  2. ^ a b c Masashi Kishimoto, Il Mondo di Naruto. La guida ufficiale del Manga vol.1, op. cit., p.133
  3. ^ a b Bozon, Mark, Naruto: The Complete Fighter Profile, IGN, 29 settembre 2006. URL consultato il 15 giugno 2008.
  4. ^ a b Alfonso, Andrew, TGS 2004: Naruto Gekitou Ninja Taisen! 3 Hands-on, IGN, 26 settembre 2004. URL consultato il 15 giugno 2008.
  5. ^ a b Naruto: Ultimate Ninja English instruction manual, Namco Bandai, 2006, p. 26.
  6. ^ a b Naruto: Ultimate Ninja 2 English instruction manual, Namco Bandai, 2007, pp. 21–30.
  7. ^ a b NARUTO-ナルト- 疾風伝:TV東京 - Goods, TV Tokyo. URL consultato il 15 giugno 2008.
  8. ^ a b  . Viz Video, , 2008. URL consultato in data 2009-03-22.
  9. ^ a b  . TV Tokyo, , 2008. URL consultato in data 2009-03-22.
  10. ^ a b  . TV Tokyo, , 2005. URL consultato in data 2009-03-22.
  11. ^ Sparrow, A.E., IGN: Naruto Reader's Guide, IGN, 9 novembre 2007. URL consultato il 15 giugno 2008.
  12. ^ Masashi Kishimoto, Uzumaki: the Art of Naruto, Viz Media, 2007, p. 130. ISBN 1-4215-1407-9.
  13. ^ Masashi Kishimoto, Naruto Anime Profiles, Volume 1: Episodes 1-37, Viz Media, 2006. ISBN 1421506572.
  14. ^ USA Shonen Jump May 2006, Viz Media.
  15. ^ Intervista a Masashi Kishimoto sulla rivista Shōnen Jump riguardo agli episodi 1-37
  16. ^ Naruto, ep 195
  17. ^ a b c d e f g Masashi Kishimoto, Capitolo 84 in Naruto, Volume 10, Viz Media, 2006. ISBN 1-4215-0240-2.
  18. ^ Kishimoto, Masashi, Capitolo 38 in Naruto, Volume 5, Viz Media, 2004. ISBN 1-59116-359-5.
  19. ^ Masashi Kishimoto, Capitolo 209 in Naruto, Volume 24, Viz Media, 2007. ISBN 1-4215-1860-0.
  20. ^ Masashi Kishimoto, Capitolo 213 in Naruto, Volume 24, Viz Media, 2007. ISBN 1-4215-1860-0.
  21. ^ Masashi Kishimoto, Capitolo 253 in Naruto, Volume 28, Viz Media, 2008. ISBN 1-4215-1864-3.
  22. ^ Kishimoto, Masashi, Capitolo 180 in Naruto, Volume 20, Viz Media, 2007, pp. 178–181. ISBN 1-4215-1655-1.
  23. ^ Masashi Kishimoto, Capitolo 82 in Naruto, Volume 10, Viz Media, 2006. ISBN 1-4215-0240-2.
  24. ^ a b Masashi Kishimoto, Capitolo 79 in Naruto, Volume 9, Viz Media, 2006, p. 130. ISBN 1-4215-0239-9.
  25. ^ Masashi Kishimoto, Capitolo 86 in Naruto, Volume 10, Viz Media, 2006. ISBN 1-4215-0240-2.
  26. ^ Masashi Kishimoto Vol.1, op. cit., p.168
  27. ^ Masashi Kishimoto Vol.1, op. cit., p.164
  28. ^ Masashi Kishimoto, Capitolo 211 in Naruto, Volume 24, Viz Media, 2007. ISBN 1-4215-1860-0.
  29. ^ Masashi Kishimoto, Capitolo 212 in Naruto, Volume 24, Viz Media, 2007. ISBN 1-4215-1860-0.
  30. ^ Shueisha to Launch Super Strong Jump Mag for Kids, Anime News Network, 9 novembre 2010. URL consultato il 10 novembre 2010.
  31. ^ Raruto Volume 1 (English), PDF 5, Glossary. Retrieved on October 30, 2010.
  32. ^ Masashi Kishimoto, Capitolo 245 in Naruto, Volume 28, Viz Media, 2008, pp. 8–9. ISBN 1-4215-1864-3.
  33. ^ Rock Lee Biography, IGN. URL consultato il 10 luglio 2008.
  34. ^ DVD Reviews: NARUTO UNCUT BOX SET 2, Active Anime, 3 luglio 2006. URL consultato il 15 giugno 2008. [collegamento interrotto]

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

  • Masashi Kishimoto, Il Mondo di Naruto. La guida ufficiale del Manga vol.1 - Hiden Rin no Sho: Il Libro delle Sfide, Modena, Planet Manga, 2008. (ISBN non esistente)
  • Masashi Kishimoto. Hiden: Tō no Sho Naruto Official Databook (秘伝・闘の書 NARUTO―ナルト― キャラクターオフィシャル データBOOK Hiden: tō no sho Naruto kyarakutaa ofisharu deetabukku?) (in giapponese). Shūeisha, Tokyo 2005. ISBN 4-08-873734-2
  • Masashi Kishimoto. Hiden: Sha no Sho Naruto Official Databook (秘伝・者の書 NARUTO―ナルト― キャラクターオフィシャル データBOOK Hiden: sha no sho Naruto kyarakutaa ofisharu deetabukku?) (in giapponese). Shūeisha, Tokyo 2008. ISBN 978-4-08-874247-2

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Naruto Portale Naruto: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Naruto