Naruto - La leggenda dei ninja coraggiosi

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

1leftarrow blue.svgVoce principale: Naruto.

Naruto - La leggenda dei ninja coraggiosi
NARUTO rom4.jpeg
Copertina del romanzo
AutoreAkira Higashiyama, nella finzione Jiraiya
1ª ed. originale2010
1ª ed. italiana2013
Genereromanzo
Sottogenereavventura, fantasy
Lingua originalegiapponese
ProtagonistiNaruto
AntagonistiRenge, Kaosu
SerieNaruto

Naruto - La leggenda dei ninja coraggiosi (NARUTO―ナルト―:ド根性忍伝 Naruto: Dokonjō Ninden?) è un romanzo uscito nel 2010 in Giappone, pubblicato in Italia nel 2013, ispirato all'omonimo manga scritto e disegnato dal mangaka Jiraiya. Nel manga questo libro è scritto da Jiraiya e verrà letto da Minato Namikaze, dal quale prenderà il nome del protagonista e lo darà al proprio figlio. Successivamente lo stesso Naruto leggerà il romanzo. Nella realtà fittizia della serie, è il primo libro scritto dal ninja supremo il quale, tuttavia, ha riscosso poco successo nel suo mondo.[1] Può quindi essere considerato uno pseudobiblion.

All'interno appaiono diverse immagini appartenenti al fumetto.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

La città di Ton, un tempo unita con Kon viene rasa al suolo da una tecnica proibita capace di spostare un'intera montagna. Contemporaneamente a Shuku scompare il ninja Renge, toccherà ai suoi ex compagni Naruto e Tsuyu recuperarlo aiutati da Nikaku.

Capitoli[modifica | modifica wikitesto]

  • Prologo – «Mi chiamo»
  • Capitolo 1 – Missioni
  • Capitolo 2 – Schema a tre?
  • Capitolo 3 – A ciascuno la propria guerra
  • Capitolo 4 – La fine di questo mondo
  • Capitolo 5 – Un ninja che non si arrende
  • Epilogo – Un giorno, senz'altro

Geografia[modifica | modifica wikitesto]

Il romanzo si svolge in un universo immaginario diverso da quello abituale di Naruto ma ha in comune le tecniche ninja usate, il tipo di governo e la presenza dei ninja. In questo mondo sono presenti 4 città: le due maggiori Kotsu, a nord, e Shuku, a sud, e le due minori Ton e Kon, le quali si trovano invece a metà strada tra le due città più grandi.
Un tempo Ton e Kon erano un'unica città chiamata Konton, ora invece sono divise dal Monte Hyakki.

Personaggi[modifica | modifica wikitesto]

  • Naruto: jonin della città di Shuku, protagonista del romanzo;
  • Tsuyu: jonin della città di Shuku e compagna di Naruto e Renge;
  • Renge: jonin della città di Shuku ex compagno di Naruto e Tsuyu, figlio di Kunugi.

Questi tre personaggi hanno vari punti in comune con il trio formato da Jiraiya, Tsunade e Orochimaru.

  • Nikaku: ninja della città di Shuku, all'inizio appare sotto le sembianze di un asino, successivamente viene rivelato il suo aspetto umano gigantesco alto oltre 2 metri;
  • Shima: ninja della città di Kon, si innamorerà di Naruto;
  • Kokage: capovillaggio della città di Shuku;
  • Muei: capovillaggio della città di Kotsu;
  • Kaosu: capovillaggio della città di Kon.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Per aumentare la resa scenica a inizio libro vi è presente un disegno (simile a una foto) che ritrae Jiraiya insieme a Minato Namikaze e sua moglie Kushina Uzumaki, a fine romanzo poi appare una breve descrizione del ninja supremo come se fosse l'autore originale.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Akira Higashiyama, Naruto - La leggenda dei ninja coraggiosi, Traduzione di Stefano Cavalieri (studio Parlapà); Cura editoriale: Enrico Ferraresi, Panini Comics, 2013, pp. 236, ISBN 978-88-6589-800-0.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]