RS-24 Yars

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
RS-24 Yars
RS-24 ICBM
PC-24 «Ярс».JPG
RS-24 Yars durante la Parata della Vittoria del 9 maggio 2015
Descrizione
Tipo Missile balistico intercontinentale
Impiego terrestre, da silo o rampa mobile stradale
Sistema di guida Inerziale tramite GLONASS
Progettista Votkinsk Machine Building Plant
Costruttore Istituto moscovita di tecnologia atomica
Impostazione 2007
Primo lancio 2007
In servizio 2010
Utilizzatore principale Raketnye vojska strategičeskogo naznačenija
Esemplari 40, di cui 22 su silo e 18 mobili
Sviluppato dal R-36 e UR-100N
Peso e dimensioni
Peso 49.000 kg
Lunghezza 20,9 m
Diametro 2 m
Prestazioni
Gittata 12.000 km
CEP
errore massimo
150-200 metri
Velocità 24,500 km/h; 15,220 mph; 6.806 km/s
Motore a propellente solido
Testata 100-300 chilotoni
Esplosivo nucleare

[1]

voci di missili presenti su Wikipedia

L'RS-24 Yars (nome in codice NATO: SS-27 Mod 2) è un missile balistico intercontinentale di fabbricazione russa, tecnicamente uno MIRV, equipaggiato con testate termonucleari, per la prima volta testato nel 2007.

È una versione più pesante del RT-2UTTH, che secondo alcune fonti può trasportare fino a 10 testate indipendenti, ma se ne attestano con certezza almeno 4[2].

Descrizione[modifica | modifica wikitesto]

È diventato operativo dal 2010 e costituisce, accanto al RT-2UTTH (detto anche Topol M), rispetto al quale il potenziale di testata in termini di chilotoni è più basso (anche se va moltiplicato rispetto alle capacità di testata), la più aggiornata e temibile arma deterrente dell'arsenale atomico russo (senza contare i vecchi R-36M). Esso è in grado infatti di infrangere qualunque tipo di difesa missilistica.[3]

Note[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

)