Patriots (album)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Patriots
ArtistaFranco Battiato
Tipo albumStudio
Pubblicazioneottobre 1980
Durata28:58
Dischi1
Tracce7
GenerePop rock[1]
EtichettaEMI Italiana 3C064-18521
ProduttoreAngelo Carrara
ArrangiamentiFranco Battiato, Giusto Pio
RegistrazioneStudio Radius, Milano;
luglio 1980
FormatiLP, MC
Altri formatiCD
Note40 000 copie vendute
Franco Battiato - cronologia
Album successivo
(1981)

Patriots è il decimo album di Franco Battiato, pubblicato dall'etichetta EMI Italiana nell'ottobre 1980.

Descrizione[modifica | modifica wikitesto]

Patriots è il primo tiepido successo commerciale di Franco Battiato dai tempi dell'album Pollution. In classifica si piazza al trentesimo posto e rimane fra i primi cinquanta per quattro mesi. Inizialmente si sarebbe dovuto intitolare "I telegrafi del martedì grasso".[2] I brani Up Patriots to Arms e Prospettiva Nevski (ispirato all'omonima strada di San Pietroburgo) diverranno col tempo suoi grandi classici.

Il testo della canzone Le aquile è tratto dal volume Statue d'acqua di Fleur Jaeggy.[3] Arabian Song è il primo brano della sua carriera nel quale il cantautore siciliano si cimenta nel canto in lingua araba.[3] Numerose anche le citazioni letterarie che si riferiscono a poeti italiani (fra cui Leopardi, Pascoli e Carducci) nel brano Frammenti.[4]

In Passaggi a livello, tra la seconda e la terza strofa, è presente una citazione in francese tratta dal volume III dell'opera Alla ricerca del tempo perduto di Marcel Proust: "La musique, bien différente en cela de la société d'Albertine, m'aidait à descendre en moi-même, à y découvrir du nouveau: la variété que j'avais en vain cherchée dans la vie, dans le voyage [...]".[5]

All'inizio di Up Patriots to Arms si ascolta un breve parlato in arabo, di fonte incerta, il cui significato è traducibile con: "Ogni giorno guardiamo le cose insignificanti, guardo tutto e tutto il mondo che vive di speranza, e non vivo”. La musica utilizzata in questo passaggio è un frammento dell'ouverture del Tannhäuser di Richard Wagner.[6]

Nel 2010 è uscita un'edizione per commemorare il trentesimo anniversario dell'album, con l'aggiunta del videoclip di Up Patriots to Arms e quattro tracce bonus. La base strumentale di Up Patriots to Arms, qui pubblicata, corrisponde a quella delle versioni in inglese e spagnolo della canzone, uscite originariamente su Echoes of Sufi Dances ed Ecos de Danzas Sufi.

Dieci anni dopo è stata pubblicata un'edizione commemorativa per il quarantennale, che conferma le tracce bonus della 30th Anniversary Edition, a eccezione della base strumentale di Up Patriots to Arms e del suo videoclip. La copertina è stata rivisitata da Francesco Messina che ha tolto il piccolo Battiato in spalla a Battiato e il ritaglio sullo sfondo di Battiato e Giusto Pio seduti, che è stato spostato sul retro dell'album.[7]

Accoglienza[modifica | modifica wikitesto]

Recensioni professionali
Recensione Giudizio
AllMusic[senza fonte]
Dizionario del pop-rock[8]

Un dizionario di album pop e rock assegna a Patriots un voto pari a tre stelle su cinque e dichiara che è "breve, ma intenso".[8]

Tracce[modifica | modifica wikitesto]

Testi di Franco Battiato, eccetto dove indicato; musiche e arrangiamenti di Franco Battiato e Giusto Pio.

Lato A[modifica | modifica wikitesto]

  1. Up Patriots to Arms – 5:01
  2. Venezia-Istanbul – 4:37
  3. Le aquile – 4:10 (testo: Fleur Jaeggy)

Durata totale: 13:48

Lato B[modifica | modifica wikitesto]

  1. Prospettiva Nevski – 3:56
  2. Arabian Song – 3:40
  3. Frammenti – 3:56
  4. Passaggi a livello – 3:38

Durata totale: 15:10

30th Anniversary Edition[modifica | modifica wikitesto]

  1. Up Patriots to Arms – 5:04
  2. Venezia-Istanbul – 4:36
  3. Le aquile – 4:10 (testo: Fleur Jaeggy)
  4. Prospettiva Nevski – 4:00
  5. Arabian Song – 3:40
  6. Frammenti – 3:57
  7. Passaggi a livello – 3:41
  8. Perspectiva Nevski (da Nomadas) – 3:26
  9. Up Patriots to Arms (da Echoes of Sufi Dances) – 5:23
  10. Up Patriots to Arms (da Ecos de Danzas Sufi) – 4:38
  11. Up Patriots to Arms (Instrumental) – 4:37

Durata totale: 47:12

Formazione[modifica | modifica wikitesto]

Cover[modifica | modifica wikitesto]

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ William Ruhlmann, allmusic.com, AllMusic, https://www.allmusic.com/album/patriots-mw0000741328. URL consultato il 21 giugno 2021.
  2. ^ Solitary Beach, su solitarybeach.altervista.org.
  3. ^ a b Franco Pulcini, Tecnica mista su tappeto, EDT, 1992, pp. 37-38.
  4. ^ Gianfranco Baldazzi, Luisella Clarotti, Alessandra Rocco, I nostri cantautori, Thema Editore, 1990, p. 167, ISBN 9788871590691.
  5. ^ (FR) 1190 - La musique, bien différente en cela de la société d’Albertine, su A la recherche du temps perdu - Marcel Proust. URL consultato il 5 gennaio 2013.
  6. ^ Up patriots to arms, su UNO SCRIGNO DI OGNI POSSIBILE COSA, 11 dicembre 2018. URL consultato il 1º novembre 2020.
  7. ^ Universal Music, PATRIOTS 40TH ANNIVERSARY, su universalmusic.it.
  8. ^ a b Enzo Gentile, Alberto Tonti, Il dizionario del pop-rock 2014, Zanichelli, 2014, p. 116.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

  Portale Musica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Musica