Fabio Zuffanti

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Fabio Zuffanti
NazionalitàItalia Italia
GenereRock progressivo
Musica elettronica
Pop
Post-rock
Colonna sonora
Periodo di attività musicale1994 – in attività
StrumentoBasso elettrico
EtichettaAMS Records
Album pubblicati47
Sito ufficiale

Fabio Zuffanti (Genova, 5 giugno 1968) è uno scrittore e musicista italiano.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Fabio Zuffanti inizia la sua carriera musicale nel 1993, anno in cui fonda (con Stefano Marelli e Boris Valle) i Finisterre, gruppo di rock progressivo con cui realizza cinque album tra il 1994 e il 2019 e suona in Italia, Francia, Belgio, Spagna, Stati Uniti e Messico. [1][2]

Parallelamente fonda gli Höstsonaten, progetto tra rock progressivo, musica classica, jazz e folk con cui pubblica otto album in studio tra il 1996 e il 2016[3].

Dal 1999 al 2005 si dedica alla sperimentazione elettronica con il progetto Quadraphonic.

Nel 2000 compone e mette in scena il musical Merlin - The Rock Opera, in collaborazione con la regista teatrale inglese Victoria Heward[4].

Nel 2001 fonda La Maschera Di Cera, band di rock progressivo italiano vintage. Tra il 2002 e il 2020 la band pubblica sei album in studio, due dei quali (LuxAde e Petali di Fuoco) prodotti da Franz Di Cioccio. La Maschera di Cera suona dal vivo in Italia, Francia, Spagna, Portogallo, Belgio, Svizzera e Stati Uniti e partecipa a festival quali NEARfest e Progday[5].

Nel 2002 forma laZona, progetto postrock che nel 2003 pubblica l'album Le notti difficili[6].

Nel 2005 fonda Aries con la cantante Simona Angioloni e incide due album, nel 2005 e 2010, tra rock progressivo, folk, dark ed elettronica[7].

Tra il 2007 e il 2019 pubblica cinque album e due EP solisti tra cantautorato, progressive rock, pop ed elettronica[8].

Sempre nel 2007 fonda Buc-ur, progetto minimal-techno che pubblica, nello stesso anno, l'EP Beol.

Nel 2008 nascono I Rohmer, il cui nome è un omaggio al cineasta francese Éric Rohmer. Nello stesso anno viene pubblicato l'album Rohmer[9].

Dal 2012 porta avanti una parallela attività letteraria e giornalistica pubblicando saggi musicali, raccolte di poesie, racconti e romanzi e scrivendo per testate quali La Stampa[10], Rolling Stone Italia,[11] Ondarock[12] e Rockol[13]. Studioso del percorso artistico e umano di Franco Battiato[14], dedica al musicista siciliano una trilogia di saggi pubblicati tra il 2018 e il 2021[15]: Battiato - La voce del padrone: 1945-1982, nascita, ascesa e consacrazione del fenomeno[16], Franco Battiato - Tutti i dischi e le canzoni, dal 1965 al 2019[17] e Segnali di vita, la biografia de La voce del padrone di Franco Battiato[18]

Sempre nel 2012 fonda L'ombra della sera e incide l'album omonimo contenente una serie di cover rivisitate di sigle di sceneggiati del mistero anni '70[19].

Nel 2013 pubblica Boris Valle & Fabio Zuffanti, album di ambient music realizzato in coppia con il tastierista dei Finisterre.

Nel 2015 forma con Stefano Agnini (La coscienza di Zeno) il progetto La curva Di Lesmo e pubblica il disco omonimo, tra prog italiano, elettronica vintage, b-movies soundtracks, cantautorato e pop. L'album ospita tutta una serie di artisti tra i quali Beatrice Antolini, Max Manfredi e Jenny Sorrenti[20] e una copertina firmata da Guido Crepax[21].

Nel 2016 entra a far parte del progetto Christadoro che nel 2017 pubblica l'album omonimo contenente una serie di cover rivisitate di Giorgio Gaber, Claudio Baglioni, Antonello Venditti, Franco Battiato, Enrico Ruggeri, Lucio Dalla, Roberto Vecchioni[22].

Nel 2019 incide con lo scrittore Antonio Moresco Camminare da solo, di notte[23], nel quale lo scrittore narra un suo racconto inedito con il commento sonoro di Zuffanti, tra prog elettronico, atmosfere cinematiche e notturne. Il lavoro funge da colonna sonora dello spettacolo teatrale itinerante “L'Uomo che cammina”[24], interpretato dallo stesso Moresco e messo in scena da DOM-, con la regia di Leonardo Delogu e Valerio Sirna.

Nel 2022 esce l'autobiografia di Angelo Branduardi, Confessioni di un malandrino[25], curata da Zuffanti

Zuffanti lavora in qualità di produttore artistico, divulgatore, autore di musica per sonorizzazioni e pubblicità, conduttore di trasmissioni radio e tv e organizzatore del festival annuale Z-Fest[26]. Ha inoltre realizzato due reading inediti con lo scrittore Tommaso Labranca[27] e collaborato con il collettivo Wu Ming per la colonna sonora del libro Manituana[28].

Opere[modifica | modifica wikitesto]

  • 2012 - O casta musica (Saggio, Vololibero)[29]
  • 2014 - Ma che musica suoni? - Diario tra prog e vita (Saggio, Zona)[30]
  • 2016. Prog Rock, 101 dischi dal 1967 al 1980 (con Riccardo Storti) (Saggio, Arcana)[31]
  • 2016 - Il giorno sottile (Visioni 1992-2015) (Raccolta di poesie, Mora)
  • 2017 - Storie notturne (Raccolta di racconti, Ensemble)[32]
  • 2018 - Battiato - La voce del padrone: 1945-1982, nascita, ascesa e consacrazione del fenomeno (Saggio, Arcana)[33]
  • 2019 - Amori elusivi (Raccolta di racconti, Les Flâneurs)[34]
  • 2020 - Franco Battiato: tutti i dischi e tutte le canzoni, dal 1965 al 2019 (Saggio, Arcana)[35]
  • 2021 - Se ci sei (Romanzo, Alter Erebus)
  • 2021 - Segnali di vita, la biografia de La Voce Del Padrone di Franco Battiato (Saggio, Baldini+Castoldi)[36]
  • 2022 - Confessioni di un malandrino (con Angelo Branduardi) (Autobiografia, Baldini+Castoldi)[37]

Discografia[modifica | modifica wikitesto]

Quadraphonic[modifica | modifica wikitesto]

Hostsonaten[modifica | modifica wikitesto]

Fabio Zuffanti[modifica | modifica wikitesto]

  • 2007 - Pioggia e luce EP (EP CD, Marsiglia Records)
  • 2009 - Fabio Zuffanti (CD, AMS Records)
  • 2010 - Ghiaccio (CD, Mellow records)
  • 2011 - La foce del ladrone (CD, Spirals records/Long Song Records/Audioglobe)
  • 2014 - La quarta vittima (CD, AMS Records)
  • 2014 - Il mondo che era mio - Live in studio 2014 (CD, AMS Records) (Dal vivo in studio, a nome "Zuffanti & ZBand")
  • 2017 - Amore onirico EP (Cassetta, AMS Records)
  • 2019 - In/Out (CD+LP, AMS Records)

Fabio Zuffanti e Victoria Heward[modifica | modifica wikitesto]

  • 2000 - Merlin - The Rock Opera (2CD, Iridea Records, ristampato nel 2010 da AMS Records in versione remaster/remix con copertina diversa)

Finisterre[modifica | modifica wikitesto]

laZona[modifica | modifica wikitesto]

La maschera di cera[modifica | modifica wikitesto]

Rohmer[modifica | modifica wikitesto]

  • 2008 - Rohmer (CD, AMS Records)

Aries[modifica | modifica wikitesto]

Buc-ur[modifica | modifica wikitesto]

R.U.G.H.E.[modifica | modifica wikitesto]

L'Ombra della sera[modifica | modifica wikitesto]

La Curva Di Lesmo[modifica | modifica wikitesto]

Boris Valle e Fabio Zuffanti[modifica | modifica wikitesto]

Antonio Moresco e Fabio Zuffanti[modifica | modifica wikitesto]

Tommaso Labranca e Fabio Zuffanti[modifica | modifica wikitesto]

  • 2008 - Appelsina (Reading, inedito su disco)
  • 2010 - Una zampa più corta (Reading, inedito su disco)

Wu Ming e Fabio Zuffanti[modifica | modifica wikitesto]

Produzioni per altri artisti[modifica | modifica wikitesto]

  • 2013 - Oxhuitza - Oxhuitza (Mirror Records)
  • 2013 - Unreal City - La crudeltà di aprile (Mirror Records)
  • 2016 - Il Paradiso Degli Orchi - Il corponauta (AMS Records)
  • 2017 - Cellar Noise - Alight (AMS Records)
  • 2017 - Isproject - The Archinauts (AMS Records)
  • 2018 - Il Sentiero Di Taus - Macrocosmosi (Lizard Records)
  • 2020 - Sintonia Distorta - A piedi nudi sull'arcobaleno (Lizard Records)
  • 2020 - Mesmerising - The Clutters Storyteller (Lizard Records)

Collaborazioni[modifica | modifica wikitesto]

  • 1995 - The Ancient Veil - The ancient veil (Mellow Records). Autore dei testi
  • 2004 - Zaal - La lama sottile (Mellow Records). Bassista
  • 2009 - Daal - Daal (Mellow Records). Bassista
  • 2010 - Giancarlo Onorato – Sangue Bianco (Lilium Produzioni). Tastierista
  • 2012 - Luca Scherani - Everybody's waiting (AMS Records). Bassista
  • 2012 - Maurizio Di Tollo - L'uomo trasparente (AMS Records). Voce recitante
  • 2016 - Il Paradiso Degli Orchi - Il corponauta (AMS Records). Voce recitante
  • 2017 - Christadoro - Christadoro (AMS Records). Bassista
  • 2017 - Basta! - Elemento antropico (Lizard Records). Voce recitante
  • 2018 - The Ancient Veil - Rings of earthly... live (Lizard Records). Chitarrista
  • 2018 - Andrea Tich & Le strane canzoni - Parlerò dentro te (Dischi di Plastica/Goodfellas/M.P.& Records). Bassista
  • 2019 - Banda Belzoni - The Soundtrack (Ma.ra.cash). Voce.
  • 2020 - Mesmerising - The Clutters Storyteller (Lizard Records). Bassista.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Fabio Zuffanti Il factotum del neo-prog italiano, su Ondarock.it
  2. ^ Finisterre su ProgArchives
  3. ^ Hostsonaten su ProgArchives
  4. ^ Merlin - The Rock Opera su ProgArchives
  5. ^ La Maschera Di Cera su ProgArchives
  6. ^ laZona su Debaser.it
  7. ^ Aries su ProgArchives
  8. ^ Zuffanti su ProgArchives
  9. ^ Rohmer su ProgArchives
  10. ^ Gli articoli di Fabio Zuffanti su La Stampa
  11. ^ Gli articoli di Fabio Zuffanti su Rolling Stone Italia, su rollingstone.it. URL consultato il 22 febbraio 2022.
  12. ^ Gli articoli di Fabio Zuffanti su Ondarock
  13. ^ Gli articoli di Fabio Zuffanti su Rockol
  14. ^ Segnali di Battiato: theWise incontra Fabio Zuffanti
  15. ^ Comune di Levanto, Levanto, Franco Battiato raccontato dal suo biografo Fabio Zuffanti, su gazzettadellaspezia.it. URL consultato il 22 febbraio 2022.
  16. ^ Fabio Zuffanti: il mio libro su Franco Battiato, su Ondarock.it
  17. ^ Tra cantautorato e musica sperimentale, arriva "Franco Battiato. Tutti i dischi e tutte le canzoni, dal 1965 al 2019". Su TgCom24
  18. ^ Segnali di vita, la biografia de "La voce del padrone" di Franco Battiato, su TgCom24
  19. ^ L'Ombra della Sera su ProgArchives
  20. ^ La Curva di Lesmo su ProgArchives
  21. ^ La Curva di Lesmo e Guido Crepax
  22. ^ Christadoro su ProgArchives
  23. ^ Camminare da solo, di notte su Ondarock
  24. ^ DOM- con Antonio Moresco: L’uomo che cammina
  25. ^ Confessioni di un malandrino, Branduardi si racconta, su Ansa.it
  26. ^ Z-Fest su La Stampa
  27. ^ Labranca & Zuffanti live @krillhaus, 2011
  28. ^ Fabio Zuffanti - Cuore Freddo Freddo
  29. ^ O Casta Musica su L'isola della musica Italiana
  30. ^ Ma Che Musica Suoni? su Metrodora
  31. ^ Prog Rock, 101 dischi su Iyezine
  32. ^ Storie Notturne su Ithinkmagazine
  33. ^ Battiato - La voce del padrone, su Yastaradio.com
  34. ^ Amori Elusivi su Recensonilibri.org
  35. ^ Tutti i dischi e le canzoni su TG2
  36. ^ La poesia di Morgan per Battiato: 'Mi spezza il cuore' - dall'introduzione di 'Segnali di vita' - Esclusiva - Libri - Approfondimenti, su Agenzia ANSA, 26 maggio 2021. URL consultato il 22 febbraio 2022.
  37. ^ Confessioni di un Malandrino su Rolling Stone Italia

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Michel Bilodeau, Jeux de miroirs, Terra Incognita, 2016

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN74060135 · ISNI (EN0000 0003 7278 3844 · BNF (FRcb141473514 (data) · WorldCat Identities (ENviaf-74060135