Fabio Zuffanti

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Fabio Zuffanti
Nazionalità Italia Italia
Genere Rock progressivo
Musica elettronica
Pop
Post-rock
Colonna sonora
Periodo di attività 1994 – in attività
Strumento Basso elettrico
Etichetta Mellow Records, Immaginifica Records, Iridea Records, Spirals Records, AMS Records, Marsiglia Records, Portugal Progresivo, Moonjune Records, d'Oorhinge l'Orange Records
Album pubblicati 39
Sito web

Fabio Zuffanti (Genova, 5 giugno 1968 ...) è un bassista, compositore, saggista e produttore italiano.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Fabio Zuffanti ha iniziato la sua carriera musicale nel 1994. Da quel momento, è stato coinvolto nella realizzazione di oltre 40 album come solista o leader di numerosi gruppi e progetti quali Finisterre, La Maschera Di Cera, Höstsonaten, Rohmer, laZona, Aries, La Curva Di Lesmo, L'Ombra Della Sera, Quadraphonic, R.u.g.h.e..

L'amore a 360 gradi per la musica e un'indomabile curiosità e voglia di mettersi in gioco lo hanno portato a misurarsi con svariati generi come prog, elettronica, pop, folk, cantautorato, psichedelia, postrock, noise, industrial, metal, ambient, colone sonore, dark-gothic.

Si è esibito dal vivo in Italia, Francia, Spagna, Svizzera, Belgio, Olanda, Portogallo, Stati Uniti, Canada e Messico. Grazie a questa capillare attività live e al successo di critica e vendite Zuffanti è considerato a livello internazionale uno dei musicisti italiani più eclettici e rappresentativi.

Anche le collaborazioni di Zuffanti si muovono ad ampio raggio, tra gli artisti con i quali nel tempo ha avuto modo di lavorare ci sono Tommaso Labranca, Roberto Colombo, Wu Ming, Franz Di Cioccio, Beatrice Antolini, Julie's Haircut, Bologna Violenta, Roberto Dell'Era, Antonio Moresco, Andrea Tich, Giancarlo Onorato, Vittorio De Scalzi, Livio Magnini, Jenny Sorrenti, Alberto Tafuri.

Non suo instancabile percorso si è lanciato inoltre nell'attività di direttore artistico producendo diverse band, ha condotto trasmissioni radio e tv, è organizzatore del festival Z-Fest, ha pubblicato tre libri di argomento musicale e una raccolta di poesie.

Nel 2016 è stato pubblicato in Canada il primo libro riguardante la storia musicale di Fabio Zuffanti; "Jeux de Miroirs", scritto dal giornalista Michel Bilodeau.

Dal 2008 i lavori discografici di Fabio Zuffanti sono pubblicati in esclusiva da AMS Records.

Finisterre[modifica | modifica wikitesto]

L'esordio di Zuffanti è al basso con i Finisterre, gruppo di rock progressivo ad ampio raggio attivo dal 1994. Assieme a Zuffanti troviamo Stefano Marelli alla chitarra e voce, Boris Valle alle tastiere, Marco Cavani alla batteria e Sergio Grazia al flauto. La formazione subirà vari rimaneggiamenti nel corso degli anni ruotando sempre intorno al trio Zuffanti-Marelli-Valle. Hanno pubblicato 4 album in studio, gli ultimi due prodotti da Roberto Colombo e Franz Di Cioccio, e hanno avuto una notevole attività concertistica in Italia, Europa, Stati Uniti e Messico. L'attività live ha fruttato due album dal vivo. Il gruppo ha una pausa nelle proprie attività nel 2001. Si riuniscono nel 2004 per la pubblicazione dell'album La meccanica naturale.

laZona[modifica | modifica wikitesto]

Nel gennaio 2002, a seguito della pausa di attività dei Finisterre, Fabio Zuffanti, Stefano Marelli, Marco Cavani e Agostino Macor formano laZona, progetto di stampo postrock psichedelico che porterà nel febbraio 2003 alla pubblicazione dell'album Le notti difficili da parte della Mellow Records. Al lavoro collabora Michele Nastasi alla tromba. Il disco si basa sul pezzo Le notti difficili mai pubblicato dai Finisterre, che verrà elaborato dividendolo in quattro parti per una durata complessiva di 45 minuti.

la Maschera Di Cera[modifica | modifica wikitesto]

L'impostazione più progressive dei Finisterre viene esaltata da La maschera di cera, progetto nato dalla mente di Zuffanti nel 2002 con l'inserimento del cantante Alessandro Corvaglia (già collaboratore di Zuffanti nel Merlin rock opera), di Agostino Macor ai sintetizzatori (proveniente dai Finisterre), del flautista Andrea Monetti (Alhambra, Ku, Embryo) e del batterista Marco Cavani (Finisterre), quest'ultimo sostituito nel 2003 da Maurizio Di Tollo (proveniente dalle Distillerie di Malto). Il gruppo ha pubblicato cinque album in studio che si rifanno al rock progressivo italiano, nella sua accezione più classica degli anni settanta, due dei quali (LuxAde e Petali di Fuoco), prodotti da Franz Di Cioccio. Il successo è notevole e il gruppo è impegnato anche in una consistente attività dal vivo, che li porta a incidere un album ed un DVD dal vivo, a suonare in Italia, Francia, Spagna, Portogallo, Belgio, Svizzera e Stati Uniti e a partecipare nel 2007 al NEARfest, uno dei principali festival mondiali di rock progressivo. Nel 2009 la band ritorna negli USA per partecipare al Progday. Nel 2010 pubblicano l'album Petali di Fuoco, con Aereostella/Edel e l'inserimento nella band del chitarrista Matteo Nahum. La collaborazione con Nahum termina nel 2011. Terminato il contratto con la Aereostella la band pubblica nel 2013 "Le porte del domani" per AMS Records. L'album è un tentativo di sequel del concept di "Felona e Sorona" delle Orme ed esce in edizione italiana e inglese ("The gates of tomorrow").

Rohmer[modifica | modifica wikitesto]

I Rohmer sono nati nel 2008 con Fabio Zuffanti al basso, Boris Valle al pianoforte, Agostino Macor ai sintetizzatori e Maurizio Di Tollo alla batteria. Il nome del gruppo è in omaggio al cineasta francese Éric Rohmer e simboleggia l'ispirazione a trasporre in musica le atmosfere tipiche del cinema francese. Pubblicano il primo disco, Rohmer, nel novembre del 2008 per l'etichetta AMS.

Aries[modifica | modifica wikitesto]

Aries è un duo costituito da Fabio Zuffanti e dalla cantante Simona Angioloni che nel 2005 ha inciso l'album Aries per la Mellow Records proponendo un prog dalle influenze folk. Nel 2010 esce il secondo album Double Reign per AMS records che sposta la proposta musicale verso atmosfere più dark ed elettroniche.

Buc-Ur[modifica | modifica wikitesto]

Buc-ur è un progetto di musica elettronica di Fabio Zuffanti in collaborazione con il musicista londinese Charles Cranival. Buc-ur ha prodotto nel 2007 l'EP Beol per l'etichetta Spirals Records.

R.U.G.H.E.[modifica | modifica wikitesto]

R.U.G.H.E. sono Fabio Zuffanti, Boris Valle e Carlo Carnevali. R.U.G.H.E. è un progetto di musica noise, rumore, elettronica, classica e doom metal. Il primo cd dei R.U.G.H.E. esce nell'ottobre 2009 per Niente records.

Quadraphonic[modifica | modifica wikitesto]

Quadraphonic è un progetto di Fabio Zuffanti nel campo della sperimentazione che ha pubblicato sei album autoprodotti, dei quali Il giorno sottile ripubblicato successivamente anche dalla Mellow records.

Höstsonaten[modifica | modifica wikitesto]

Höstsonaten è un progetto di Fabio Zuffanti creato nel 1996. La musica di Höstsonaten si muove tra rock progressivo, musica classica, jazz e folk. Il nome del gruppo deriva dal film di Ingmar Bergman Sinfonia d'autunno e i suoi componenti, oltre a Zuffanti, sono estremamente variabili. Ai primi due dischi Hostsonaten e Mirrorgames prodotti dalla Mellow Records, sono seguiti altri quattro (prodotti da AMS records) che vanno a formare una saga sulle stagioni. Le quattro parti di questa grande opera, denominata 'SeasonsCycle Suite', sono costituite da Summereve (parte 1), Autumnsymphony (parte 2), Winterthrough (parte 3) e Springsong (parte 4). Dopo questo poderoso progetto Zuffanti si mette al lavoro sulla trasposizione musicale del poema di Samuel Taylor Colerdge "The rime of the ancient mariner". Il disco che contiene le prime quattro parti dell'opera esce nel 2012 per AMS. Nel dicembre 2012 "The rime..." viene presentato in teatro in una versione che comprende musica dal vivo, azioni teatrali, danza ed elementi multimediali. La registrazione della performance viene pubblicata nel 2013 su DVD+CD ("Alive in theatre"). Nel 2015 Fabio Zuffanti decide di includere nel progetto il tastierista/arrangiatore Luca Scherani e assieme lavorano al successivo album, il primo di una serie di sinfonie tra il rock e la musica classica. "Symphony #1: Cupid & Psyche", suite sinfonica per gruppo e orchestra esce nell'aprile 2016.

Fabio Zuffanti solista[modifica | modifica wikitesto]

Dal 2007 Fabio Zuffanti porta avanti una carriera solista a suo nome. Il primo lavoro pubblicato è stato Pioggia e luce, un EP di 20 minuti, uscito nel 2007 per l'etichetta genovese Marsiglia Records[1]. In parallelo inizia la lavorazione del primo album, pubblicato con il titolo di Fabio Zuffanti nel 2009 per AMS Records. Nel marzo 2010 esce il secondo lavoro intitolato Ghiaccio (Mellow Records) (titolo ispirato dal libro omonimo di Anna Kavan). l'EP e i due album si muovono tra cantautorato, prog e musica elettronica, con varie rarefazioni del suono, sospeso tra realtà e sogno. Nel 2011 viene pubblicato il terzo album di Zuffanti, La foce del ladrone (Spirals Records/Long Song Records), ispirato al famoso dico di Franco Battiato La voce del padrone. Questo nuovo lavoro, dai forti connotati pop, ottiene ben presto un notevole successo, sospinto dal singolo e dal video Musica strana, diretto da Luca Giberti. Nel 2014 esca il quarto album solista: La quarta vittima che riporta Zuffanti alle atmosfere prog a lui care. Il lavoro è ispirato al libro di Michael Ende Lo specchio nello specchio ed è accolto come uno dei più importanti della nuova ondata prog, ottenendo un grande successo di pubblico e critica. Dopo un fortunato tour che lo ha portato in giro per Italia, Canada, Belgio, Francia e Olanda, Zuffanti pubblica nel dicembre 2014 il disco dal vivo "Il mondo che era mio - Live in studio 2014". Il musicista genovese è accompagnato dalla band che ha condiviso con lui i palchi durante il tour. Il gruppo, denominato ZBand, è formato da Zuffanti al basso e voce, Giovanni Pastorino alle tastiere, Paolo "Paolo" Tixi alla batteria, Matteo Nahum alla chitarra (sostituito nel 2015 da Simone Amodeo) e Martin Grice al sax/flauto. Nel marzo 2017 esce un nuovo EP quasi totalmente acustico intitolato "Amore onirico", pubblicato solo su cassetta in edizione limitata e digital download.

Musical[modifica | modifica wikitesto]

Fabio Zuffanti è autore del musical Merlin - The Rock Opera, scritto in collaborazione con la regista teatrale inglese Victoria Heward, autrice di alcune rappresentazioni di opera come Jesus Christ Superstar e Joseph and the Amazing Technicolor Dreamcoat. Le musiche sono pubblicate dalla Iridea Records nel 2000. Nel 2011 il doppio cd viene remixato, rimasterizzato, dotato di alcuni nuove parti musicali e di una nuova copertina. Tale ristampa esce nell'aprile 2012 su AMS. Nel maggio 2014 viene presentata l'anteprima nuovo musical Cogli l'attimo su libretto dello scrittore Pee Gee Daniel.

L'ombra della sera[modifica | modifica wikitesto]

Agostino Macor, Mau Di Tollo e Fabio Zuffanti realizzano nel 2012 un album omonimo sotto il nome L'ombra della sera. Il disco contiene alcune rielaborazioni di sigle di famosi sceneggiati italiani del mistero realizzati negli anni Settanta.

La Curva Di Lesmo[modifica | modifica wikitesto]

La Curva Di Lesmo è un progetto di Stefano Agnini (La Coscienza Di Zeno) e Fabio Zuffanti tra prog italiano, elettronica vintage, b-movies soundtracks, cantautorato e pop d'autore. Il nome del progetto viene scelto da Agnini in omaggio alla prima storia a fumetti (risalente al 1965) in cui appare il personaggio di Valentina di Guido Crepax. I fumetti degli anni 50/60/70, specie di ambientazione surreale, gotica e horror sono uno delle molte passioni che accomuna i due compositori. Il pretesto del personaggio di Valentina di Crepax trova riferimento nella copertina dell'album che sfrutta alcune tavole del famoso fumettista italiano messe gentilmente a disposizione dai suoi eredi. L'album “La curva Di Lesmo” è stato pubblicato il 15 ottobre 2015, in CD, LP, LP in edizione limitata con pop-up cover. Il tutto su etichetta AMS records. Il disco è composto da tre lunghi brani (rispettivamente di 9, 17 e 26 minuti) impreziositi da una larga serie di prestigiosi ospiti tra cui Beatrice Antolini, Max Manfredi, Jenny Sorrenti, Claudio Milano, Jutta Taylor Nienhaus e molti altri.

Altri lavori/Collaborazioni[modifica | modifica wikitesto]

Oltre alle attività musicali nei vari progetti, Zuffanti ha lavorato come autore per Warner Chappel Music e sue musiche sono state utilizzate per sonorizzazioni, jingles pubblicitari, colonne sonore, musicoterapia, libri, spettacoli di danza.

Da segnalare le collaborazioni con vari scrittori tra i quali ricordiamo Tommaso Labranca e il collettitvo Wu ming. Con il primo Zuffanti realizza i readings Appelsina (2008) e Una zampa più corta (2010), per i secondi partecipa alla colonna sonora del loro Manituana (Einaudi editore). Attualmente Zuffanti è al lavoro per un nuovo progetto musical-letterario assieme allo scrittore Antonio Moresco.

Nel 2016 Zuffanti entra a far parte del progetto CHRISTADORO, voluto dal batterista/dj/scrittore Mox Cristadoro. La band vede coinvolti inoltre Andrea Dal Santo, Pier Panzeri e Paolo "ske" Botta. Nel 2017 i CHRISTADORO realizzano un disco con brani della grande scuola cantautorale italiana (Giorgio Gaber, Claudio Baglioni, Antonello Venditti, Franco Battiato, Enrico Ruggeri, Lucio Dalla, Roberto Vecchioni) rivisitati in chiave rock. All'album partecipano, in qualità di ospiti, Garbo, Giuseppe “Pilly” Cossa del Biglietto per l'inferno, il violoncellista Zeno Gabaglio e il chitarrista di fama internazionale Franco Mussida. La produzione è affidata a Livio Magnini.

Produzioni per altri artisti[modifica | modifica wikitesto]

Dal 2012 Zuffanti lavora come produttore artistico per svariati artisti ed etichette discografiche. Vedi lista delle produzioni nella sezione "Discografia".

Libri[modifica | modifica wikitesto]

Dal 2012 Zuffanti divide la sua attività di musicista con quella di scrittore.

Nel 2012 esce il suo primo lavoro, il pamphlet O Casta Musica, pubblicato da Vololibero Edizioni.

Nel febbraio 2014 firma la prefazione del libro I 100 migliori dischi del Progressive Italiano di Mox Cristadoro, edito da Tsunami Edizioni.

Nel maggio 2014 esce Ma che musica suoni? - Diario tra prog e vita (Editrice Zona), autobiografia su vent'anni di musica e quarantacinque di vita.

Nel gennaio 2016 pubblica Prog Rock, 101 dischi dal 1967 al 1980, scritto a quattro mani con il saggista Riccardo Storti ed edito da Arcana Editrice.

Nel settembre 2016 esce la raccolta di poesie Il giorno sottile, edita da Mora Edizioni.

Z-Fest[modifica | modifica wikitesto]

Z – Fest è un Festival musicale nato nel 2015 dalla mente di Fabio Zuffanti. Nelle intenzioni del suo creatore Z – Fest deve permettere di condividere il palco ad artisti provenienti da esperienze e ambienti musicali differenti e trasversali. La prima edizione del festival si è svolta a Genova nel 2015, negli anni successivi l'evento si è spostato a Milano, presso il Legend Club.

Dj e presentatore TV[modifica | modifica wikitesto]

Nel 2011/2012 Zuffanti conduce il programma radiofonico Astrolabio sulle frequenze di Yastaradio in compagnia di Riccardo Storti. Lo stesso programma nel 2012/2013 è trasmesso in diretta televisiva dall'emittente Teleliguria.

Discografia[modifica | modifica wikitesto]

Album[modifica | modifica wikitesto]

Quadraphonic

Hostsonaten

Fabio Zuffanti

Fabio Zuffanti e Victoria Heward

Finisterre

laZona

La Maschera di Cera

Rohmer

Aries

Buc-ur

R.U.G.H.E.

L'Ombra della sera

La Curva Di Lesmo

Produzioni per altri artisti[modifica | modifica wikitesto]

  • 2013. Oxhuitza - Oxhuitza (Mirror Records)
  • 2013. Unreal City - La crudeltà di aprile (Mirror Records)
  • 2016. Il Paradiso Degli Orchi - Il corponauta (AMS Records)
  • 2017. Cellar Noise - Alight (AMS Records)

Collaborazioni[modifica | modifica wikitesto]

  • 1995. The ancient veil - The ancient veil (Mellow Records). Autore dei testi
  • 2004. Zaal - La lama sottile (Mellow Records). Bassista
  • 2009. Daal - Daal (Mellow Records). Bassista
  • 2010. Giancarlo Onorato – Sangue Bianco (Lilium Produzioni). Tastierista
  • 2012. Luca Scherani - Everybody's waiting (AMS Records). Bassista
  • 2012. Maurizio Di Tollo - L'uomo trasparente (AMS Records). Voce recitante
  • 2016. Basta! - Elemento ANTROpico (Autoproduzione). Voce recitante
  • 2016. Il Paradiso Degli Orchi - Il corponauta (AMS Records). Voce recitante
  • 2017. Christadoro - Christadoro (AMS Records). Bassista

Libri[modifica | modifica wikitesto]

  • 2012. O casta musica (VoloLibero Edizioni)
  • 2014. Ma che musica suoni? - Diario tra prog e vita (Editrice Zona)
  • 2016. Prog Rock, 101 dischi dal 1967 al 1980 (con Riccardo Storti) (Arcana Editrice)
  • 2016. Il giorno sottile (Visioni 1992-2015) (Mora Editrice)

Note[modifica | modifica wikitesto]

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Michel Bilodeau Jeux de miroirs, Terra Incognita, 2016

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: (EN74060135 · BNF: (FRcb141473514 (data)