Mondi lontanissimi

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Mondi lontanissimi
ArtistaFranco Battiato
Tipo albumStudio
Pubblicazione12 aprile 1985
Durata31:34
Dischi1
Tracce9
GenereNew wave
EtichettaEMI Italiana
ProduttoreAngelo Carrara
ArrangiamentiFranco Battiato, Giusto Pio
RegistrazioneStudio Radius, Milano
FormatiLP, MC
Altri formatiCD
Franco Battiato - cronologia
Album precedente
(1983)
Album successivo
(1985)

Mondi Lontanissimi è il quattordicesimo album in studio di Franco Battiato, pubblicato il 12 aprile 1985[1][2] dalla EMI Italiana.

Il disco, anticipato dai due singoli No Time No Space/Il re del mondo e Via Lattea/L'animale, raggiunse il terzo posto in classifica e risultò il ventitreesimo disco più venduto in Italia durante l'anno.[3]

Descrizione[modifica | modifica wikitesto]

Solo i primi quattro brani sono stati realizzati appositamente per l'album. Tutti gli altri sono riproposizioni di canzoni già composte negli anni precedenti:

  • Temporary Road era stata già registrata nel 1983, ma mai pubblicata, in una versione diversa che fu eseguita alcune volte in playback in televisione, per la prima volta nella puntata finale di Azzurro, l'8 maggio 1983. Il brano venne poi riproposto durante il tour promozionale de L'Arca di Noè nell'estate di quell'anno. Il titolo del brano viene da una frase di questa prima versione, dove Battiato cantava, riferendosi a Milano, «Strade piene di lavori in corso per la terza linea del metrò».
  • Il re del mondo, già pubblicata ne L'era del cinghiale bianco, è in nuovo arrangiamento registrato per l'album in inglese Echoes of Sufi Dances.
  • Chan-son egocentrique e I treni di Tozeur erano già state incise in duetto con Alice, e pubblicate rispettivamente nell'album Azimut e in un singolo portato in gara all'Eurovision dell'anno precedente. Qui sono cantate dal solo Battiato.
  • L'animale era stata scritta per Giuni Russo, che ne registrò un provino nel 1984, pubblicato postumo su Il ritorno del soldato Russo. Il brano tuttavia è da considerarsi un vero e proprio inedito.

Tracce[modifica | modifica wikitesto]

Testi e musiche di Franco Battiato, tranne dove indicato.

Lato A
  1. Via Lattea – 4:53
  2. Risveglio di primavera – 3:32 (musica: Franco Battiato e Giusto Pio)
  3. No Time No Space – 3:28 (testo: Franco Battiato e Saro Cosentino – musica: Franco Battiato e Giusto Pio)
  4. Personal computer – 2:42 (testo: Franco Battiato e Saro Cosentino)

Durata totale: 14:35

Lato B
  1. Temporary Road – 2:50 (musica: Franco Battiato e Giusto Pio)
  2. Il re del mondo – 3:28 (musica: Franco Battiato e Giusto Pio)
  3. Chan-son egocentrique – 4:14 (testo: Franco Battiato, Francesco Messina e Tommaso Tramonti – musica: Franco Battiato)
  4. I treni di Tozeur – 3:09 (testo: Franco Battiato e Saro Cosentino – musica: Franco Battiato e Giusto Pio)
  5. L'animale – 3:18

Durata totale: 16:59

Formazione[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ AGLI ANIMALI CHE AMANO LUNGHI VIAGGI - la Repubblica.it, su Archivio - la Repubblica.it. URL consultato il 30 dicembre 2020.
  2. ^ Autore Alessio Cantarella, Mondi lontanissimi, su Alessio Cantarella, 11 aprile 1985. URL consultato il 30 dicembre 2020.
  3. ^ Gli album più venduti del 1985, su hitparadeitalia.it. URL consultato il 30 luglio 2009.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Musica Portale Musica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Musica