Gioielli rubati

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Nota disambigua.svg Disambiguazione – Se stai cercando il cortometraggio con Stanlio e Ollio, vedi I gioielli rubati.
Gioielli rubati
ArtistaAlice
Tipo albumStudio
Pubblicazione1985
Dischi1
Tracce9
GenereRock and roll
Musica leggera
Rock progressivo
Rock elettronico
Musica sperimentale
EtichettaEMI
ProduttoreAngelo Carrara
Alice - cronologia
Album precedente
(1983)
Album successivo
(1986)

Gioielli rubati è un album della cantautrice italiana Alice, pubblicato nel 1985.

L'album è una raccolta di brani tratti dal repertorio di Franco Battiato, riletti da Alice in maniera del tutto personale e suggestiva, al punto da essere premiata come interprete femminile dell'anno con la Targa Tenco.

Gioielli rubati fu arrangiato da Roberto Cacciapaglia e missato al Power Station Studio di New York. Fu anche l'ultimo album di Alice prodotto da Angelo Carrara, che aveva curato la produzione di tutti i suoi lavori dal 1980 (Capo Nord).

Prospettiva Nevski uscì anche su singolo ottenendo un buon piazzamento in classifica, ed è tuttora una delle interpretazioni più ricordate di Alice, nonché una delle sue migliori in assoluto; Prospettiva Nevski è anche uno dei brani cui la cantante è più legata e non ha mai smesso di eseguirlo dal vivo.

Anche Summer on a solitary beach fu utilizzata per la promozione in Italia e uscì come singolo in Germania, dove l'album riscosse un buon successo, così come in Austria e Svizzera, dove stazionò nelle zone medio-alte della classifica per diverse settimane.

Luna indiana, secondo singolo estratto per il mercato italiano, costituisce un'eccezione poiché il testo fu scritto per l'occasione da Francesco Messina (in origine era soltanto una traccia strumentale contenuta nell'album di Battiato L'era del cinghiale bianco) e può essere considerato alla stregua di un inedito.

Tracce[modifica | modifica wikitesto]

  1. Prospettiva Nevski (Franco Battiato) (da Patriots, 1980) - 3:39
  2. Il re del mondo (Franco Battiato) (da L'era del cinghiale bianco, 1979) - 4:55
  3. Mal d'Africa (Franco Battiato) (da Orizzonti perduti, 1983) - 4:25
  4. Segnali di vita (Franco Battiato) (da La voce del padrone, 1981) - 4:17
  5. Le aquile (Franco Battiato, testo tratto dal volume Statue d'acqua di Fleur Jaeggy) (da Patriots, 1980) - 3:41
  6. Summer on a solitary beach (Franco Battiato) (da La voce del padrone, 1981) - 5:29
  7. Gli uccelli (Franco Battiato) (da La voce del padrone, 1981) - 3:17
  8. Un'altra vita (Franco Battiato) (da Orizzonti perduti, 1983) - 3:18
  9. Luna indiana (Messina, Franco Battiato) (da L'era del cinghiale bianco, 1979) - 3:18

Formazione[modifica | modifica wikitesto]

Classifiche[modifica | modifica wikitesto]

Classifica (1985) Posizione
massima
Austria[1] 12
Germania 42[1]
Svezia[1] 15
Svizzera[1] 13

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c d (DE) Alice - Gioielli Rubati, su hitparade.ch. URL consultato il 20 luglio 2015.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Musica Portale Musica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di musica