Parco regionale Monti Picentini

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Parco regionale Monti Picentini
Valle della caccia.jpg
Tipo di areaParco regionale
Codice EUAPEUAP0174
StatiItalia Italia
RegioniCampania Campania
ProvinceSalerno Salerno e Avellino Avellino
Comunivedi testo
Superficie a terra62.200 ha
Provvedimenti istitutiviL.R. 33, 01.09.93 - D.P.G.R. 5566, 02.06.95 - D.P.G.R. 8141, 23.08.95 - D.G.R. 63, 12.02.99
GestoreAmministrazione regionale
Sito istituzionale

Il parco regionale Monti Picentini è una area naturale protetta della regione Campania istituito nel 1995 con sede a Nusco.

Territorio[modifica | modifica wikitesto]

Il parco si sviluppa sui monti Picentini, area calcareo-dolomitica fra le provincie di Avellino e Salerno. La vetta più alta è il monte Cervialto (Calabritto, 1.810 m), seguono il monte Terminio (Montella, 1.806 m), monte Polveracchio (1.790 m), l'Accellica (Montella, 1.660 m) ed il Mai (1606 m). Del parco fanno parte l'oasi naturale del Monte Polveracchio e l'oasi naturale Valle della Caccia.

Comuni[modifica | modifica wikitesto]

Acerno, Bagnoli Irpino, Calabritto, Calvanico, Campagna, Caposele, Castelvetere sul Calore, Castiglione del Genovesi, Chiusano di San Domenico, Eboli, Fisciano, Giffoni Sei Casali, Giffoni Valle Piana, Lioni, Montecorvino Rovella, Montella, Montemarano, Montoro, Nusco, Olevano sul Tusciano, Oliveto Citra, San Cipriano Picentino, San Mango Piemonte, Santa Lucia di Serino, Santo Stefano del Sole, Senerchia, Serino, Solofra, Sorbo Serpico, Volturara Irpina.

Flora[modifica | modifica wikitesto]

Ricco di boschi di faggio, cerro, acero, ontano, castagno, conserva un'area del pino nero.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]