Parco regionale del Taburno - Camposauro

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Parco regionale del Taburno - Camposauro
Montesarchio, Italia - Monte Taburno.jpg
Tipo di areaParco regionale
Codice EUAPEUAP0957
StatiItalia Italia
RegioniCampania Campania
ProvinceBenevento Benevento
Superficie a terra12.370,00 ha
Superficie a marenessuna ha
Provvedimenti istitutiviL.R. 33, 01.09.93 - D.P.G.R. 5570, 02.06.95 - D.G.R. 62, 12.02.99 - D.P.G.R. - 1404, 12.04.02
GestoreCommissario
Sito istituzionale

Il parco regionale del Taburno - Camposauro è un'area naturale protetta della Campania istituita a partire dal 1993. Occupa una superficie di 12.370 ha[1] sul massiccio del Taburno Camposauro nella provincia di Benevento e comprende i comuni di Bonea, Bucciano, Cautano, Foglianise, Frasso Telesino, Melizzano, Moiano, Montesarchio, Paupisi, Sant'Agata De' Goti, Solopaca, Tocco Caudio, Torrecuso e Vitulano.[2]

Sentieri[modifica | modifica wikitesto]

All'interno del parco si possono seguire vari percorsi, alla ricerca delle tradizioni e della storia[3]:

  • la via dei Mulini
  • la via del Borgo
  • la via del Grano
  • la via dei Briganti
  • la via del Vino

I sentieri veri e propri sono[3]:

  • sentiero T1: porta da Tocco Caudio a Campo Cepino
  • sentiero T2: porta da Campoli del Monte Taburno a Campo Cepino
  • sentiero T3: porta da Laiano a Campo Cepino
  • sentiero T4: porta da Frasso Telesino a Campo Cepino
  • sentiero C1:porta da Cautano al pianoro Camposauro
  • sentiero C2: porta da Torrecuso e Vitulano al Pianoro Camposauro
  • sentiero C3: porta da Solopaca al Pianoro di Camposauro
  • sentiero C4: porta da Frasso Telesino al Pianoro Camposauro
  • sentiero C5: porta dall'Eremo di San Menna a Pizzo del Tesoro


Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Fonte: Ministero dell'Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare, Elenco ufficiale delle aree protette (EUAP) Archiviato il 4 giugno 2015 in Wikiwix. 5º Aggiornamento approvato con Delibera della Conferenza Stato Regioni del 24 luglio 2003 e pubblicato nel Supplemento ordinario n. 144 alla Gazzetta Ufficiale n. 205 del 4 settembre 2003.
  2. ^ Parchi pic-nic ecco il Sannio Verde, in Il Mattino, 11/06/2017.
  3. ^ a b Fonte: sito ufficiale[collegamento interrotto]. (URL consultato il 20 gennaio 2010)

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]