No No Song

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
No No Song
Artista Hoyt Axton
Autore/i Hoyt Axton, David Jackson
Genere Rock
Soft rock
Pop
Esecuzioni notevoli Ringo Starr, Raul Seixas, Joe Dassin
Pubblicazione
Incisione singolo No No Song
Data 1974
Etichetta A&M Records
singolo No No Song – tracce
Precedente
-
Successiva
Lion in the Winter

No No Song è una canzone composta da Hoyt Axton e David Jackson[1]. Il testo parla progressivamente di proposte di vendita di marijuana colombiana, di cocaina spagnola e del whisky distillato del Tennessee, ma il protagonista rifiuta tutte le sostanze[2].

Le versioni del brano[modifica | modifica wikitesto]

Hoyt Axton[modifica | modifica wikitesto]

Lion in the Winter
Artista Hoyt Axton
Tipo album Singolo
Pubblicazione 1975
Durata 5:50
Genere Rock
Etichetta A&M Records
Hoyt Axton - cronologia
Singolo precedente
Greensleves
Singolo successivo
Nashville

La prima versione del brano è ad opera di uno dei coautori, Hoyt Axton. È stata pubblicata nel 1975 come singolo dalla A&M Records, con il numero di serie 16 024 AT. Sul lato B appare il brano Lion in the Winter[3].

Ringo Starr[modifica | modifica wikitesto]

No No Song/ Snookeroo
Artista Ringo Starr
Tipo album Singolo
Pubblicazione 27 gennaio 1975
Album di provenienza Goodnight Vienna
Dischi 1
Tracce 2
Genere Rock
Rock and roll
Soft rock
Pop rock
Etichetta Apple Records
Produttore Richard Perry
Formati 7'
Note Canada #1 Stati Uniti #3
Singoli di Ringo Starr negli USA - cronologia
Singolo precedente
(1974)
Singolo successivo
(1975)
No No Song
Artista Ringo Starr
Autore/i Hoyt Axton, David Jackson
Genere Rock
Soft rock
Pop rock
Pubblicazione
Incisione Goodnight Vienna
Data 1974
Etichetta Apple Records
Goodnight Vienna – tracce
Precedente
Call Me

Ringo Starr ha incluso una cover del brano nel suo album Goodnight Vienna del 1974. Il 27 gennaio 1975 il brano è stato pubblicato negli USA come singolo, con al lato B Snookeroo, con il numero di serie US Apple 1880[4], ed è arrivato alla terza posizione l'8 febbraio dello stesso anno[5]. In Canada invece è arrivato alla prima posizione[6], scalzandone Lady Marmalade di Labelle, e venendone scalzato da Philadelphia Freedom di Elton John.

Altre pubblicazioni[modifica | modifica wikitesto]

  • Nel Regno Unito No No Song è stata pubblicata per la prima volta il 9 gennaio 1976 come lato B del singolo Oh My My[7], numero di serie R 6011, per promuovere la raccolta Blast from Your Past; fu l'ultimo singolo di Starr ad essere pubblicato dalla Apple Records. Il singolo, pubblicato senza copertina, non entrò in classifica[8]
  • In Messico il singolo è stato pubblicato dalla Apple, con i lati invertiti, nel 1975, con il numero di serie Apple 7693; in questa pubblicazione, il titolo No No Song è stato modificato in La Cancion del No No (No No Song)[9]
  • Un singolo promozionale è stato pubblicato nel 1974 negli Stati Uniti con il numero di serie P-1880[10]
  • Una ristampa del singolo ad opera della Capitol Records del 1983 riporta fra gli autori anche Glazer e Msarurgwa[11]
  • In Nuova Zelanda il singolo, pubblicato dalla Apple nel 1974 con il numero di serie NZP 3510, aveva al lato B Call Me, una composizione di Ringo Starr, al posto di Snookeroo[12]

Formazione[modifica | modifica wikitesto]

Altre versioni[modifica | modifica wikitesto]

  • Raul Seixas ha inciso una cover con il nome di Não Quero Mais Andar na Contra-mão; in questa versione, i riferimenti alla cocaina spagnola e al whisky del Tennessee sono stati modificati rispettivamente in cocaina boliviana in spray cloretano argentino
  • Joe Dassin ha pubblicato una versione in francese con il nome di Moi J'Ai Dit Non

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Ringo Starr - No No Song, Discogs. URL consultato il 2 marzo 2014.
  2. ^ (EN) RINGO STARR "No No Song", Oldielyrics. URL consultato il 2 marzo 2014.
  3. ^ (EN) Hoyt Axton - No No Song, Discogs. URL consultato il 2 marzo 2014.
  4. ^ Bill Harry, The Ringo Starr Encyclopedia, Virgin Books, pag. 183
  5. ^ a b Dal libretto dell'album Photograph: The Very Best of Ringo, pag. 7
  6. ^ (EN) Item Display - RPM, Library and Archives Canada. URL consultato il 2 marzo 2014.
  7. ^ Bill Harry, The Ringo Starr Encyclopedia, Virgin Books, pag. 182
  8. ^ (EN) Ringo Starr - Oh My My b/w No No Song, JPGR. URL consultato il 2 marzo 2014.
  9. ^ (EN) Ringo Starr - Snookeroo / La Cancion del No No (No No Song), Discogs. URL consultato il 2 marzo 2014.
  10. ^ (EN) Ringo Starr - No No Song / Snookeroo, Discogs. URL consultato il 2 marzo 2014.
  11. ^ (EN) Ringo Starr - No No Song/Snookiaan / Snookeroo, Discogs. URL consultato il 2 marzo 2014.
  12. ^ (EN) Ringo Starr - No No Song, Discogs. URL consultato il 2 marzo 2014.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Rock Portale Rock: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Rock