Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui

Middle East Airlines

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Middle East Airlines
MEA Middle East logo.png
Middle East Airlines Airbus A320 KvW.jpg
Compagnia aerea di bandiera
Codice IATA ME
Codice ICAO MEA
Identificativo di chiamata CEDAR JET
Certificato di operatore aereo MEA-A001
Descrizione
Hub Beirut
Programma frequent flyer Cedar Miles
Airport lounge Cedar Lounge
Alleanza SkyTeam
Flotta 20 (+12 ordini)
Destinazioni 30
Azienda
Tipo azienda Società per azioni
Fondazione 31 maggio 1945 a Beirut
Stato Libano Libano
Sede Beirut
Persone chiave Mohammed El-Hout (Presidente)
Slogan From Libano to the World
Sito web
Bilancio economico
Risultato d'esercizio Green Arrow Up.svg US$ 100.000.000  (2009)
Voci di compagnie aeree presenti su Wikipedia

La Middle East Airlines Air Liban (in arabo: طيران الشرق الأوسط الخطوط الجوية اللبنانية), più frequentemente nota con la sigla MEA (codice IATA: ME, codice ICAO: MEA) è la compagnia aerea di bandiera del Libano.
La sua base è l'aeroporto internazionale di Beirut.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Nel 1945, su iniziativa di un gruppo di imprenditori libanesi in collaborazione con l'Air France, venne fondata la Compagnie Générale de Transports (CGT), con capitale sociale suddiviso tra il 40% di azionariato privato ed il rimanente con la compagnia di bandiera francese. Nei primi cinque anni la compagnia operò prima con gli Amiot AAC.1 Toucan per passare progressivamente ai più moderni Douglas DC-3.[1]

Nel 1950 la compagnia viene ridenominata Air Liban e, grazie all'aumentata esigenza di trasporto, dall'anno successivo viene considerata l'opportunità di acquisire modelli in grado di trasportare un numero maggiore di passeggeri rispetto ai DC-3 allora in servizio. Sfumata la possibilità di ricevere i Douglas DC-4 richiesti ad Air France, questa rilanciò proponendo un noleggio per tre dei suoi SNCASE SE-161 Languedoc. La compagnia iniziò ad operare con il nuovo modello dal giugno 1951, il n. 20 ex marche F-BATT con immatricolazione provvisoria LR-ABJ e battezzato Beiteddine, sulla rotte che collegavano l'aeroporto Internazionale di Beirut-Rafic Hariri a quello del Cairo e a quello di Gedda. Già a luglio acquisì la registrazione definitiva OD-ABJ, al quel si aggiunsero l'OD-ABU (n. 14 ex F-BATN) nel giugno 1953 e l'OD-ABY (n. 26 ex F-BATZ) nel gennaio 1954.[1]

In seguito la compagnia aerea, diventata di proprietà statale, è riuscita a sopravvivere sia alla guerra civile (1975-1990) sia, più recentemente, al conflitto del luglio 2006.[2]

MEA ha iniziato le operazioni preliminari per unirsi al consorzio SkyTeam[3] ed è entrata nell'alleanza il 28 giugno del 2012[4]; è inoltre membro della Arab Air Carriers Organization (Organizzazione Araba dei Trasporti Aerei).

Incidenti[modifica | modifica wikitesto]

Destinazioni[modifica | modifica wikitesto]

Airbus A321-200 nell'attuale livrea al London Heathrow Airport. (2010)

Le destinazioni della Winter Season 2010/2011[5]

  1. Beirut (BEY) Libano
Africa
  1. Abidjan (ABJ) Costa d'Avorio
  2. Accra (ACC) Ghana
  3. Kano (KAN) Nigeria
  4. Kinshasa (FIH) Rep. Dem. del Congo
  5. Lagos (LOS) Nigeria
Asia
  1. Hong Kong Cina
  2. Pechino Cina
  3. Tokyo Giappone
Europa
  1. Atene (ATH) Grecia
  2. Berlino (SXF) Germania
  3. Bruxelles (BRU) Belgio
  4. Copenaghen (CPH) Danimarca
  5. Francoforte (FRA) Germania
  6. Ginevra (GVA) Svizzera
  7. Istanbul (IST) Turchia
  8. Larnaca (LCA) Cipro
  9. Londra (LHR) Regno Unito
  10. Milano (MXP) Italia
  11. Nizza (NCE) Francia
  12. Parigi (CDG) Francia
  13. Roma (FCO) Italia
America
  1. New York (JFK) Stati Uniti
  2. Toronto (YYZ) Canada
  3. Washington (IAD) Stati Uniti
Il Golfo
  1. Abu Dhabi (AUH) EAU
  2. Dammam (DMM) Arabia Saudita
  3. Doha (DOH) Qatar
  4. Dubai (DXB) EAU
  5. Gedda (JED) Arabia Saudita
  6. Madinat al-Kuwait (KWI) Kuwait
  7. Medina (MED) Arabia Saudita
  8. Riyad (RUH) Arabia Saudita
Medio Oriente
  1. Amman (AMM) Giordania
  2. Baghdad (EBL) Iraq
  3. Il Cairo (CAI) Egitto
  4. Irbil (DOH) Iraq
  5. Sharm el-Sheikh (SSH) Egitto

Flotta[modifica | modifica wikitesto]

A gennaio 2017 la flotta MEA è costituita dai seguenti velivoli:

Flotta Middle East Airlines
Aereo In flotta Ordini Passeggeri Note
J Y Totale
Airbus A320-200
13
1
24 102 126
Airbus A321-200
2
0
31 118 149 In phased-out
Airbus A321neo
0
10
TBA
Entrata in servizio: 2018
Airbus A330-200
5
1
44 200 244
Totale 20 12

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b Ricco 2013, p. 133
  2. ^ MEA History and Network, mea.com.lb. URL consultato il 1 giugno 2009.
  3. ^ SkyTeam Welcomes Middle East Airlines, Air Liban (MEA) Interest in SkyTeam associate Program, skyteam.com. URL consultato il 01-06-2009 (archiviato dall'url originale il 23 gennaio 2011).
  4. ^ SkyTeam to Welcome Middle East Airlines as Future Member, skyteam.com, 19-01-2011. URL consultato il 27-01-2011.
  5. ^ MEA TIMETABLE, mea.com.lb. URL consultato il 27-01-2011.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • (FR) Philippe Ricco, Liban: Air Liban, in SNCASE SE.161 Languedoc. Les balbutiements de l'aviation de transport moderne en France (Profils Avions n. 22), Le Vigen, Editions Lela Presse, 2013, ISBN 978-2-914017-71-8.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

  • (ARENFR) MEA, mea.com.lb. URL consultato il Middle East Airlines - Air Liban.
Controllo di autorità VIAF: (EN267138046