Air Europa

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Air Europa
Logo
Logo
Boeing 787-8 ‘EC-MIG’ Air Europa (27188864746).jpg
StatoSpagna Spagna
Fondazione1986
Sede principaleLlucmajor
GruppoGlobalia
ControllateAir Europa Express
Persone chiaveJuan José Hidalgo (CEO)
SettoreTrasporto
Prodotticompagnia aerea
Sito webwww.aireuropa.com/es/es/home e www.aireuropa.com/us/en/home
Compagnia aerea standard
Codice IATAUX
Codice ICAOAEA
Indicativo di chiamataEUROPA
HubMadrid-Barajas
Frequent flyerSuma
AlleanzaSkyTeam
Flotta47 (nel 2022)
Destinazioni50 (nel 2022)
Voci di compagnie aeree presenti su Wikipedia

Air Europa Líneas Aéreas, S.A.U. è la terza compagnia aerea spagnola per numero di passeggeri trasportati dopo Iberia e Vueling[1]; la sua sede si trova a Llucmajor, sull'isola di Maiorca, mentre la sua base operativa è presso l'aeroporto di Madrid-Barajas.

Air Europa fa parte di Globalia, uno dei più grandi tour operator spagnoli, e si occupa di voli turistici tra la Svezia, le Baleari e le Canarie e di voli di linea tra la Spagna e numerose destinazioni in Europa, Nordafrica, Nord America, Centro America e Sud America.[2]

Storia[modifica | modifica wikitesto]

I primi anni[modifica | modifica wikitesto]

Un Boeing 757-200 a Faro nel 1994.

Air Europa nasce nel 1986 grazie a una joint venture tra il gruppo britannico ILG-Air Europe Group, che detiene il 25% delle quote azionarie, e alcune banche spagnole, che detengono il rimanente 75%; inizialmente i suoi velivoli, dei Boeing 737-300 e 757-200, avevano una livrea simile a quella della compagnia inglese Air Europe UK, da cui dipendeva anche la compagnia italiana Air Europe.

Air Europa è stata la prima compagnia aerea privata spagnola a operare voli di linea nazionali (oltre a voli charter che sono poi divenuti la sua attività principale). Quando nel 1991 ILG-Air Europe Group ha cessato le attività, Air Europa è stata acquistata dall'imprenditore iberico Juan José Hidalgo e ha ampliato la sua flotta Boeing 737.[3]

Nel 1998 Juan José Hidalgo ha incorporato tutte le sue aziende nella holding Globalia Corporación Empresarial SA.[3] Nel 1999 la compagnia ha acquisito i primi Boeing 737-800 e ha cambiato la propria livrea.

Il 1º settembre 2007 Air Europa è entrata a far parte dell'alleanza SkyTeam e diventandone membro effettivo nel luglio 2010.

Sviluppi dal 2010[modifica | modifica wikitesto]

Air Europa ha ritirato il suo ultimo Boeing 767 il 13 aprile 2012.

Il 22 maggio 2019, l'Agenzia nazionale dell'aviazione civile del Brasile (ANAC) ha concesso ad Air Europa il permesso di operare voli nazionali nel paese. Questa è la prima volta che una compagnia straniera ottiene questa autorizzazione, dopo che le leggi brasiliane sono state modificate per consentire la piena proprietà straniera delle compagnie aeree nazionali. A giugno 2019, non sono ancora disponibili dettagli sulle future operazioni nazionali di Air Europa in Brasile, un mercato che la compagnia aerea già serve con voli internazionali da Madrid a Salvador e Recife.[4]

Proposta di acquisto da parte di IAG[modifica | modifica wikitesto]

Il 4 novembre 2019, International Airlines Group ha annunciato l'acquisizione di Air Europa per 1 miliardo di euro (1,1 miliardi di dollari) in contanti da Globalia; l'accordo si sarebbe dovuto concludere nella prima metà del 2020. Air Europa gestisce più di 40 aeromobili e ha generato un utile operativo di 100 milioni di euro nel 2018. Il marchio sarebbe stato inizialmente mantenuto in Iberia, e IAG prevedeva un ritorno sull'investimento entro il quarto anno, con sinergie complete entro il 2025: code-share intragruppo, adeguamenti dei tempi di Madrid, vendita e allineamento dei programmi fedeltà. La sinergia avrebbe potuto spingere l'hub di Madrid in un rivale di Parigi, Londra e Francoforte, e avreppe portato l'Europa ai mercati dei Caraibi e dell'America Latina, legati anche all'Asia.[5] La società madre di Air Europa Globalia, una compagnia di viaggi e turismo gestita da Juan José Hidalgo, ha accettato di vendere la compagnia aerea a IAG di British Airways e Iberia per circa 1 miliardo di euro (1,1 miliardi di dollari) nel novembre 2019. Globalia e IAG hanno deciso di modificare i termini dell'accordo nel gennaio 2021, dimezzando il prezzo della transazione a 500 milioni di euro.[6] I piani, tuttavia, sono stati abbandonati nel novembre 2021, con entrambe le parti alla ricerca di modi alternativi per rilanciarlo, con una scadenza fissata per i primi mesi del 2022.[7][8][9] Nell'agosto 2022, IAG ha convertito un prestito ad Air Europa in una partecipazione del 20%.[10]

Destinazioni[modifica | modifica wikitesto]

Accordi commerciali[modifica | modifica wikitesto]

Al 2022 Air Europa ha accordi di code-share con le seguenti compagnie[11]:

Alleanze[modifica | modifica wikitesto]

Il 1º settembre 2007 Air Europa è entrata a far parte di SkyTeam.[14]

Flotta[modifica | modifica wikitesto]

Flotta attuale[modifica | modifica wikitesto]

Un Embraer 195 operato da Air Europa Express.
Un Boeing 737-800.
Un Boeing 737-800 in livrea SkyTeam.
Un Boeing 787-9.

A dicembre 2022 la flotta di Air Europa è così composta[15]:

Aereo In flotta Ordini Passeggeri Note
J Y Totale
ATR 72-500 2 68 68 Operati da Air Europa Express.
Boeing 737-800 21 2 186 EC-LPQ in livrea SkyTeam.
Boeing 737 MAX 8 3 TBA Consegne ritardate a seguito dell'interdizione al volo del Boeing 737 MAX.[16]
Boeing 787-8 11 22 276 298 EC-MLT in livrea "Nicky Jam X J Balvin".
Boeing 787-9 12 8 30 303 333 2 in leasing da Norse Atlantic Airways.
32 307 339
Embraer 195 1 12 108 120 Operati da Aeronova.
Totale 47 13

Flotta storica[modifica | modifica wikitesto]

Uno degli ex Airbus A330-200 nel 2011.
Uno degli ex Boeing 767-300ER nel 2009.

Air Europa operava in precedenza con i seguenti aeromobili[15]:

Aereo Esemplari Inserimento Dismissione Note
ATR 42-300 2 2016 2016
Airbus A330-200 12 2006 2020
Airbus A330-300 5 2013 2020
Airbus A340-200 1 2005 2006
Boeing 737-300 30 1986 2004
Boeing 737-400 11 1994 2006
Boeing 737-600 3 2003 2004
Boeing 757-200 16 1989 1998
Boeing 767-200 2 1996 2001
Boeing 767-300ER 5 2000 2012
Embraer ERJ 145 1 2012 2017
McDonnell Douglas MD-83 1 1995 1997

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Informazioni aziendali, su aireuropa.com. URL consultato il 5 novembre 2020 (archiviato dall'url originale il 10 giugno 2016).
  2. ^ (EN) Air Europa #3 in Madrid; operates mix of domestic, long-haul and some EU services, su anna.aero, 12 settembre 2008. URL consultato il 26 marzo 2012.
  3. ^ a b Storia, su aireuropa.com. URL consultato il 5 novembre 2020 (archiviato dall'url originale il 6 marzo 2013).
  4. ^ (PT) ANAC aprova concessão da Globalia Linhas Aéreas, su Agência Nacional de Aviação Civil (ANAC). URL consultato il 16 febbraio 2022.
  5. ^ (EN) IAG acquires Air Europa in bid to transform Madrid | News | Flight Global, su web.archive.org, 4 gennaio 2021. URL consultato il 16 febbraio 2022 (archiviato dall'url originale il 4 gennaio 2021).
  6. ^ (EN) Amendment Agreement for the Acquisition of Air Europa, su iairgroup.com. URL consultato il 16 febbraio 2022.
  7. ^ (EN) Graham Dunn, IAG terminates Air Europa deal but agrees January deadline to study new structure, su Flight Global. URL consultato il 16 febbraio 2022.
  8. ^ (EN) BA owner IAG to scrap plan to buy Spanish carrier Air Europa, su the Guardian, 15 dicembre 2021. URL consultato il 16 febbraio 2022.
  9. ^ (EN) Reuters, IAG and Air Europa cancel deal, examine alternative options, in Reuters, 16 dicembre 2021. URL consultato il 16 febbraio 2022.
  10. ^ (EN) Lewis Harper, IAG takes 20% stake in Air Europa, su Flight Global. URL consultato il 18 ottobre 2022.
  11. ^ (EN) SkyTeam Alliance | Air Europa United States of America, su us. URL consultato il 19 gennaio 2022.
  12. ^ Air Europa and Copa Airlines announce a new code-share agreement, su copaair.com.
  13. ^ ITA Airways e Air Europa, accordo per migliore connettività tra i due network [ITA Airways and Air Europa, codeshare for a better connectivity between their networks], su teleborsa.it. URL consultato il 28 ottobre 2021.
  14. ^ (EN) Our story, su static.skyteam.com.
  15. ^ a b (EN) Air Europa Fleet Details and History, su planespotters.net. URL consultato il 24 agosto 2022.
  16. ^ (EN) Kent German, 2 years after being grounded, the Boeing 737 Max is flying again, su CNET. URL consultato il 16 febbraio 2022.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]