Copa Airlines

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Copa Airlines Membro di Star Alliance
Logo
Rafael Luiz Canossa IMG 8599 Fotor (15596288602).jpg
StatoPanama Panama
Forma societariaSocietà per azioni
Borse valoriNYSE: CPA
Fondazione21 giugno 1944 a Panama (città)
Sede principalePanama (città)
GruppoCopa Holdings
SettoreTrasporto
Prodottitrasporti aerei
Slogan«Conectados, todo es posible.»
Sito webwww.copaair.com
Compagnia aerea di bandiera
Codice IATACM
Codice ICAOCMP
Indicativo di chiamataCOPA
HubAeroporto di Panama
Frequent flyerConnectMiles
AlleanzaStar Alliance
Flotta75 (nel Giugno 2021)
Destinazioni81 (nel 2021)
Voci di compagnie aeree presenti su Wikipedia

Copa Airlines (o in spagnolo: Compañía Panameña de Aviación S.A.), è la compagnia aerea di bandiera internazionale di Panama, con il suo principale centro di collegamento all'Aeroporto internazionale di Tocumen, situato a Panama City, anche chiamato Hub delle Americhe.

Vola verso 81 destinazioni, in 33 Paesi diversi.

Copa Airlines è membro di Star Alliance (dal 21 giugno 2012).

Storia[modifica | modifica wikitesto]

È stata fondata nel 1947 dall'imprenditore Alberto Motta Cardoze con il nome di Compañía Panameña de Aviación. Ha iniziato i voli nazionali verso tre città di Panama utilizzando aerei Douglas DC-3.

Nel 1960, le frequenze settimanali verso le città di San José, Kingston, Barranquilla e Medellín furono ampliate a tre, grazie all'incorporazione di un aereo Avro 748 e di un Lockheed L-188 Electra.

Negli anni 1970 decide di ritirarsi dal mercato nazionale, dedicandosi esclusivamente a operare destinazioni internazionali.

Nel 1980, e dopo l'acquisto del suo primo aereo, un Boeing 737-100, ha ampliato le sue destinazioni a Cartagena in Colombia, Port-au-Prince a Haiti, Santo Domingo, San Juan a Porto Rico e Miami negli Stati Uniti. Il modello Boeing 737-200 è arrivato a metà degli anni 1980, portando in flotta 26 velivoli con questa specifica.

L'anno 1992 segnerà il consolidamento continentale della compagnia aerea, con l'apertura del primo centro di collegamento aereo in America Latina con sede a Panama, chiamato "Hub delle Americhe" presso l'aeroporto internazionale di Tocumen. Si aggiungono le destinazioni di Caracas (Venezuela), Città del Messico (Messico), Santiago del Cile (Cile), Cali e Bogotá (Colombia), Quito e Guayaquil (Ecuador), Lima (Perù), Buenos Aires (Argentina) e La Havana (Cuba).

Nel 1998, Copa Airlines e la compagnia aerea americana Continental Airlines, firmano un'alleanza strategica, rilanciando il loro marchio con una nuova immagine di Copa Airlines. In questo modo, la compagnia aerea panamense adotta il programma frequent flyer OnePass®. Due anni dopo, inizia a rinnovare la sua flotta con aerei Boeing 737 Next Generation e ad ampliare la rete di destinazioni a Cancún, Orlando, San Paolo, Los Angeles e San Andrés.

Nel 2003 ha ricevuto il primo Boeing 737-800 Next Generation ed è stato esteso l'accordo congiunto con Continental Airlines.

Nel 2004 è stato firmato un accordo per l'acquisizione del velivolo brasiliano Embraer 190, con un ordine fermo per 10 e un'opzione per ulteriori 20.

Nel 2005, Copa Airlines ha acquisito la compagnia aerea colombiana AeroRepública, ora Copa Airlines Colombia. Nello stesso anno, Copa Holdings S.A., la holding di azioni Copa Airlines, ha lanciato un'offerta pubblica di 14 milioni di azioni alla Borsa di New York, diventando così la terza compagnia aerea latinoamericana (dopo la cilena LAN e la brasiliana GOL) a quotarsi su questo importante mercato finanziario.

Tra il 2006 e il 2008, Copa Airlines ha aggiunto 15 destinazioni alla sua rete di collegamenti, tra cui spiccano: Manaus, Maracaibo, Montevideo, Rio de Janeiro, San Pedro Sula e Santiago De Los Caballeros, Córdoba, Guadalajara, Punta Cana e Washington-Dulles, diventando anche membro associato dell'alleanza SkyTeam.

Negli anni successivi, la compagnia di bandiera panamense ha annunciato l'acquisto di 13 Boeing 737-800, con il design Boeing "Sky Interior", e ha aggiunto destinazioni come l'isola di St. Maarten, nei Caraibi. Inoltre, nel 2010 ha annunciato la sua integrazione nel network di compagnie aeree Star Alliance, che attualmente conta 28 membri. La compagnia è stata un membro associato di SkyTeam dal settembre 2007 all'ottobre 2009 e dal 21 giugno 2012 fa parte di Star Alliance.[1]

Nel 2011, Copa Airlines ha iniziato a operare due nuovi orari di collegamento, passando da quattro a sei orari di collegamento all'aeroporto internazionale di Tocumen, e ha aggiunto più frequenze verso destinazioni come Miami, Orlando, Los Angeles, New York, Bogotá, Tegucigalpa, Aruba, Punta Cana, Cancún, Città del Messico, Santiago del Cile e Rio de Janeiro, e avvia voli giornalieri, in precedenza non giornalieri, verso destinazioni come Guadalajara e Belo Horizonte.

Copa Airlines ha mantenuto il suo piano di espansione e ha aggiunto nove destinazioni: Toronto, Porto Alegre, Brasilia, Nassau, Montego Bay, Monterrey, Asunción, Chicago e Cúcuta.

Ha inoltre lanciato il suo sito mobile www.copaair.com, in cui i suoi clienti possono registrarsi e ottenere la carta d'imbarco, verificare le informazioni sui voli, tra le altre funzionalità dai loro telefoni cellulari e annuncia un accordo di codeshare con la compagnia aerea ecuadoriana TAME, che sarà efficace nel primo trimestre del 2012.

Inoltre, riceve il nuovo Boeing 737-800 Next Generation Sky Interior con miglioramenti nelle prestazioni, essendo la prima compagnia aerea latinoamericana ad averlo nella sua flotta.

Per il 2012, cinque nuove destinazioni: Las Vegas negli Stati Uniti, Willemstad a Curaçao, Liberia in Costa Rica, Recife in Brasile e Iquitos in Perù. Si prevede inoltre un aumento delle frequenze verso varie destinazioni e un accordo interline con Air Panama, che consiste nel collegare le destinazioni turistiche di Panama con l'America Latina. Questo accordo dovrebbe entrare in vigore nel giugno 2012, quando Air Panama inizierà i voli da Panama City, a Isla Colón, Bocas del Toro.

Nel 2013 ha continuato a espandere frequenze e destinazioni: Boston e Tampa negli Stati Uniti e nel 2014 ha annunciato Montreal in Canada, Fort Lauderdale negli Stati Uniti e per la prima volta a Georgetown in Guyana, successivamente ha aggiunto Santa Clara a Cuba e Campinas in Brasile.

Nel 2015 ha confermato la sua undicesima e dodicesima destinazione negli Stati Uniti: New Orleans e San Francisco. Inoltre, salgono a sei le destinazioni in Messico con Villahermosa e Puebla. Copa Airlines, ancora una volta serve il mercato domestico, volando due volte al giorno verso David e collegando la provincia di Chiriquí con le sue 74 destinazioni attraverso l'Hub of the Americas, a fine agosto annuncia l'apertura per il mese di dicembre della rotta per il Belize.

L'11 aprile 2015, Copa Airlines ha firmato un contratto per un ordine di 61 unità del tipo Boeing 737-8/9 MAX. È la seconda compagnia aerea latinoamericana a ordinare il modello dopo la compagnia aerea messicana Aeromexico, che ha ordinato 90 unità.

Il 5 luglio 2016 è stata annunciata la sospensione della rotta Panama-Puebla a causa dei problemi economici della regione. Copa Airlines è la compagnia aerea più importante dell'America centrale.

Nel novembre 2017, hanno iniziato i voli per Mendoza, in Argentina, e nel dicembre 2017, hanno iniziato i voli per Denver, negli Stati Uniti.

Nel luglio 2018 sono iniziati i voli verso le città di Fortaleza e Salvador, in Brasile. La rotta per Fortaleza è stata sospesa nel luglio 2019. Inizia anche la rotta per Bridgetown, Barbados.

Nel settembre 2018 ha ricevuto il suo primo Boeing 737 MAX 9, che sarebbe il primo di un ordine per 61 velivoli della famiglia Boeing 737 MAX.

A partire da dicembre 2018, la rotta Puerto Vallarta-Riviera Nayarit è iniziata con Panama City e altre 77 destinazioni in Nord, Centro, Sud America e Caraibi, gestite attraverso l'Hub of the Americas, a Panama City.

Questo espande la sua rete di rotte a 79 destinazioni in 32 Paesi nel Nord, Centro, Sud America e nei Caraibi. Ha anche iniziato la rotta per Salta, in Argentina.

Per il 2019 ha iniziato a volare a Paramaribo, Suriname, dal 6 luglio 2019, diventando la sua 81ª destinazione in 33 Paesi del Nord, Centro, Sud America e Caraibi.

Flotta[modifica | modifica wikitesto]

Un Boeing 737-800 di Copa Airlines nell'Aeroporto di Los Angeles

A giugno 2021 la flotta di Copa Airlines è così composta:

Aereo Totale Ordini Passeggeri Note
C Y Totale
Boeing 737-800 62 16

16

138

144

154

160

Boeing 737 MAX 8 33 TBA
Boeing 737 MAX 9 13 16 150 166 Primo operatore di Boeing 737 MAX 9 in America Latina
Boeing 737 MAX 10 15 TBA
Totale 75 48

Flotta storica[modifica | modifica wikitesto]

Un Embraer 190 di Copa Airlines
Aereo Totale Introduzione Ritiro Note
Boeing 737-100 2 1980 1993
Boeing 737-200 22 1987 2005
Boeing 737-700 20 1999 2020
Embraer 190 15 2005 2020

Copa Club[modifica | modifica wikitesto]

Si tratta di una VIP lounge che offre ai viaggiatori un soggiorno confortevole, oltre a poter tenere incontri di lavoro, connettersi a internet tramite una rete Wi-Fi, una selezione di quotidiani e riviste, effettuare chiamate o semplicemente rilassarsi mentre i passeggeri sono in attesa del volo.

Localizzazione[modifica | modifica wikitesto]

Accordi code-share[modifica | modifica wikitesto]

Copa Airlines ha attualmente codeshare con le seguenti compagnie aeree. Questo elenco include anche compagnie aeree che NON appartengono all'alleanza Star Alliance:

*- Membro di Star Alliance.

Livrea[modifica | modifica wikitesto]

Un Boeing 737 di Copa Airlines con la livrea degli anni 1971 - 1980.
Un Boeing 737 di Copa Airlines con la livrea degli anni 1990 - 1999
Un Boeing 737-800 di Copa Airlines con la livrea attuale
Un Boeing 737-800 di Copa Airlines nella livrea Museo della Biodiversità (HP-1825CMP)

Dal 1947 a oggi, Copa Airlines ha utilizzato le seguenti livree:

  • Compañía Panameña de Aviación - (1947-1961)
  • Vuele Copa - (1961 - 1965)
  • Copa Panamá (originale) - fusoliera bianca con linea rossa o verde (1965 - 1971)
  • Copa Panamá (1º aggiornamento) - linea rossa e arancione con linea bianca fusoliera (1971 - 1980)
  • Copa Panamá (2º aggiornamento) - linea rossa e gialla con fusoliera bianca (1980 - 1990)
  • Copa "Billboard style" - linea rossa e gialla cheatline fusoliera bianca e logo "Copa" sull'ampia fusoliera anteriore e coda. (1990 - 1999)
  • Copa Airlines - fusoliera bianca e grigia, con cheatline dorata nel mezzo e il famoso logo mondiale (1999 - presente). La livrea bianca e grigia è stata utilizzata da Copa Airlines dal 1999, dopo che Continental ha aumentato la proprietà della compagnia al 51% in quell'anno. Sebbene Continental abbia cessato le operazioni nel marzo 2012 a seguito della sua fusione con United Airlines, Copa e United utilizzano ancora la stessa livrea e il design del logo "palloncino", ma gli stili dei caratteri di entrambe le compagnie aeree sono cambiati.

Fino ad aprile 2021 ha tre Boeing 737-800 nella livrea Star Alliance (HP-1728CMP, HP-1823CMP e HP-1830CMP), un Boeing 737-800 nella livrea Museo della Biodiversità (HP-1825CMP), un Boeing 737-800 con la livrea dedicata al programma fedeltà della compagnia ConnectMiles (HP -1849CMP) e un Boeing 737-800 con la livrea della Nazionale di Calcio Panama (HP-1534CMP).

In precedenza, avevano un 737-800 con livrea dei 100 anni del Canale di Panama (HP-1727CMP), un 737-800 con livrea in onore del Rosario football (HP-1846CMP), due 737-800 con livrea di São Paulo Futebol Clube (HP-1829CMP e HP-1831CMP), un 737-800 con livrea del 100° aereo della flotta Copa Airlines "Panama collega le Americhe" (HP-1852CMP), un 737-800 con livrea in onore dei suoi 70 Year Anniversary (HP-1711CMP), un 737-800 con la coda dipinta con il logo della Major League Baseball (HP-1533CMP), un Embraer 190 nella livrea dedicata al programma fedeltà della compagnia ConnectMiles (HP-1564CMP) e un Boeing 737-800 con livrea del programma turistico Visit Panama (HP-1730CMP).

Fin dalla sua fondazione nel 1947, Copa Airlines ha utilizzato diversi modelli di livrea in commemorazione di sponsorizzazioni o date rilevanti, come la decorazione speciale che la flotta di Boeing 737-700 indossava nel novembre 2003, in onore dei 100 anni della Repubblica di Panamá. La livrea speciale consisteva nel logo ufficiale del "centenario" e nel ritratto del primo presidente di Panama, Manuel Amador Guerrero.

Il 3 febbraio 2011, l'Autorità per il turismo di Panama ha collaborato con Copa Airlines per creare una livrea speciale per un Boeing 737-800 con il logo della farfalla di Panama e l'URL "visitpanama.com". Questo faceva parte di uno sforzo per promuovere il turismo a Panama. A partire dal 2013, l'aereo non ha più il logo dalla sinistra in avanti.

Il 6 marzo 2012 ha portato un nuovo Boeing 737-800 della Copa Airlines (registrazione HP-1728CMP) nella livrea Star Alliance. Inoltre, ha introdotto uno stile di carattere e ridisegnato il logo Copa Airlines. Questo aereo è rimasto inattivo fino al 21 giugno, quando è stato esposto alla celebrazione dell'integrazione ufficiale della compagnia nell'alleanza Star Alliance. L'aereo è partito sei giorni dopo, effettuando il primo volo passeggeri non-stop di linea da Panama a Las Vegas. Il 30 maggio 2012, un altro nuovo Boeing 737-800 (registrazione HP-1823CMP) ha ricevuto la livrea Star Alliance.

Copa ha ricevuto un nuovo Boeing 737-800 (registrazione HP-1825CMP, nella foto a destra) nell'ottobre 2012, sfoggiando una livrea con il Biomuseo di Gehry, un museo aperto a Panama City nell'ottobre 2013.

Nel marzo 2013, un nuovo Boeing 737-800 della Copa Airlines (registrazione HP-1830CMP) è stato dipinto con la livrea Star Alliance. Questo era il terzo aereo della flotta con l'ex livrea Star Alliance.

Nell'agosto 2014, Copa Airlines ha collaborato con l'Autorità del Canale di Panama per lanciare una campagna speciale in onore del 100º anniversario del Canale di Panama. La campagna prevedeva l'applicazione di una livrea speciale, che riporta un'immagine grafica delle chiuse, sul retro di due Boeing 737-800 e si prevede che sarà implementata su più di 40 velivoli della flotta.

Incidenti[modifica | modifica wikitesto]

  • Il 6 giugno 1992: il volo Copa Airlines 201, un Boeing 737-200, lasciò Panama City per la città di Cali, in Colombia. Durante il sorvolo del Tapón del Darién, un guasto al giroscopio ha disorientato i piloti dell'aereo, che ha portato alla perdita del controllo. A seguito di questo sfortunato incidente, a bordo del volo sono state registrate 47 vittime.
  • Il 19 novembre 1993: un Boeing 737-100 è uscito di pista durante l'atterraggio all'aeroporto internazionale di Tocumen, su un volo proveniente da Miami, Stati Uniti, con a bordo 86 passeggeri e sei membri dell'equipaggio. I piloti non sono stati in grado di allineare l'aereo con la pista a causa dei forti venti trasversali. Non sono stati segnalati feriti e l'aereo è stato dismesso.
  • Il 21 maggio 2012: intorno alle 22:00, un aereo della Copa Airlines proveniente da Guayaquil, in Ecuador, con 107 passeggeri, è uscito di pista durante l'atterraggio all'aeroporto internazionale di Tocumen. La turbina destra del velivolo è stata colpita dopo aver preso contatto con l'area verde della pista. Nessun passeggero è rimasto ferito.
  • Il 30 novembre 2012: alle 17:30, un aereo della compagnia panamense è uscito di pista all'estremità settentrionale dell'aeroporto internazionale Mariscal Sucre, a Quito. I 155 passeggeri e sei membri dell'equipaggio sono stati evacuati senza problemi. L'operazione si è conclusa un'ora dopo, intorno alle 18:30.
  • Il 31 gennaio 2019: un Boeing 737-800 della Copa Airlines ha effettuato un atterraggio di emergenza all'aeroporto internazionale di Tocumen dopo aver subito l'ingestione di un volatile in uno dei suoi motori. L'aereo era il volo CM358 da Panama City a Guatemala City.

Note[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN149125494 · LCCN (ENn2003097655 · WorldCat Identities (ENlccn-n2003097655