Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui

China Airlines

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Nota disambigua.svg Disambiguazione – Se stai cercando la compagnia aerea della Repubblica Popolare Cinese, vedi Air China.
China Airlines
China Airlines Logo.gif
China Airlines, Boeing 747-400, SIN.jpg
Compagnia aerea di bandiera
Codice IATACI
Codice ICAOCAL
Identificativo di chiamataDYNASTY
Descrizione
HubTaipei-Taoyuan
Hub secondariKaohsiung
Focus cities
Programma frequent flyerDynasty Flyer
Airport loungeDynasty Lounge
AlleanzaSkyTeam
Flotta51 (+19 ordini)
Destinazioni107
ControllateMandarin Airlines
Azienda
Tipo aziendaSocietà per azioni
Fondazione16 dicembre 1959 a Taipei
StatoTaiwan Taiwan
SedeDayuan
Persone chiave
  • Chang, Chia-Juch (Amministratore Delegato)
  • Sun, Huang-Hsiang (Presidente)
  • SloganJourney with a caring smile
    Sito web
    Bilancio economico
    Borse valoriBorsa di Taiwan: 2610
    FatturatoNT$ 130.140 milioni  (2010)
    Risultato d'esercizioNT$ 15.000 milioni  (2010)
    Voci di compagnie aeree presenti su Wikipedia
    CAL Park, la sede di China Airlines
    La vecchia sede di China Airlines

    La China Airlines Co., Ltd. (中華航空公司T, Zhōnghuá Hángkōng gōngsīP) è la compagnia di bandiera della Repubblica di Cina (Taiwan).

    Storia[modifica | modifica wikitesto]

    Flotta[modifica | modifica wikitesto]

    La Flotta passeggeri di China Airlines (a dicembre 2014)
    Aereo In Servizio Ordini
    (Options)
    Passeggeri Note
    F J Y Totale
    Airbus A330-300 12 0 0 36 277 313
    12 30 277 307
    Airbus A340-300 6 30 246 276 Saranno rimpiazzati con l'A350-900 dal 2015
    Airbus A350-900 1 13 (+6) 36 291 327 Consegne: 4 nel 2016, 6 nel 2017, 4 nel 2018
    Boeing 737-800 16 3 8 150 158 Consegne: 2 nel 2015, 1 nel 2016
    Boeing 747-400
    4 0 12 49 314 375 In phasing out
    4 0 70 319 389 In phasing out
    3 12 49 319 380 In phasing out
    Boeing 777-300ER 10 Consegne: 5 nel 2015 e 2 nel 2016

    Tutti i velivoli saranno equipaggiati con dispositivi wi-fi

    Flotta Cargo China Airlines
    Boeing 747-400F 21
    N/A
    Totale 81 24 (+6)

    Network[modifica | modifica wikitesto]

    • Europa: Amsterdam, Francoforte, Roma[1], Monaco di Baviera, Londra, Lussemburgo*, Manchester*, Parigi, Praga*, Vienna, Zurigo
    • Asia: Tokyo, Fukuoka, Nagoya, Hiroshima, Okinawa, Hong Kong, Bangkok, Phuket, Jakarta, Denpasar, Hanoi, Ho Chi Minh City, Kuala Lumpur, Penang, Singapore, Phnom Penh, Abu Dhabi, New Delhi, Colombo*, Manila, Seoul, Chiang Mai, Osaka, Sapporo
    • America: Anchorage, Bogotà, Honolulu, Lima, Los Angeles, New York, San Francisco, Chicago*, Dallas, Miami*, Vancouver, Seattle, Houston, Nashville*
    • Oceania: Sydney, Brisbane, Guam
    • Nazionali: Taipei, Kaohsiung

    nota: * solo cargo

    Principali incidenti[modifica | modifica wikitesto]

    19 febbraio 1985, il volo China Airlines 006, operato con un Boeing 747 tra Taipei e Los Angeles si capovolse sopra all'oceano Pacifico a causa della stanchezza dei piloti e di un'avaria ad uno dei motori. Fortunatamente riuscirono a riprendere il controllo ed effettuare un atterraggio d'emergenza a San Francisco, senza vittime tra i 251 passeggeri e i 23 membri dell'equipaggio.

    26 aprile 1994, il volo China Airlines 140, operato con un Airbus A300, in volo da Taipei a Nagoya si schiantò contro una montagna durante l'avvicinamento. Delle 271 persone a bordo, solo 7 sopravvissero. Lo schianto contro la montagna fu causato da un errore umano, dopo che il copilota spinse per errore al massimo le manette.

    16 febbraio 1998, il volo China Airlines 676, tra Bali e Taipei, si schiantò durante l'atterraggio a causa delle pessime condizioni meteo e di ripetuti errori dei piloti. Morirono 202 persone incluse 6 persone a terra. A bordo dell'Airbus A300 non vi furono sopravvissuti.

    25 maggio 2002, il volo China Airlines 611 tra Taipei e Hong Kong si disintegrò sullo stretto di Taiwan a causa di un cedimento strutturale causato a sua volta da fatica del metallo. Il Boeing 747 che operava il volo aveva avuto un tailstrike nel 1980 che non fu riparato adeguatamente secondo le indicazioni dalla Boeing. Morirono tutte le 225 le persone a bordo.

    Note[modifica | modifica wikitesto]

    Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

    Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

    Aviazione Portale Aviazione: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di aviazione