Massimo Bucchi

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Massimo Bucchi (Roma, 1941) è un disegnatore e vignettista italiano.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Ha lavorato come cronista all'Avanti! in gioventù, per poi seguire studi di storia dell'arte. Ha quindi lavorato come grafico in uno studio privato, per diventare in seguito art director del dipartimento grafico del Gruppo IRI.

Si è occupato di grafica editoriale per l'editore Mondadori e più tardi per Giunti. Nel 1976 è passato a lavorare per il quotidiano La Repubblica. Qui, nella rubrica "La finestra sul cortile" appaiono quasi quotidianamente le sue vignette satiriche, autentici collages composti da frammenti di immagini, ritagli di fotografie e brevi frasi scritte a macchina. Ha vinto due premi Forte dei Marmi per la satira politica.

Opere[modifica | modifica wikitesto]

  • 1987 Torna a casa lessico, Mondadori
  • 1991 Storie di Pazzi, Mondadori
  • 1998 La finestra sul cortile, Minimum Fax
  • 1999 Moriente e uccidente (con Piero Sciotto), Bompiani
  • 2002 Max Media, Le Mani
  • 2006 Champions tic, Leconte
  • 2014 A mare il prossimo (con Piero Sciotto), Fausto Lupetti Editore

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: (EN265177631 · ISNI: (EN0000 0000 7861 9007 · SBN: IT\ICCU\CFIV\072764 · LCCN: (ENn93074682 · GND: (DE121448460