La vile seduttrice

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
La vile seduttrice
Lingua originaleitaliano
StatoItalia
CompagniaCompagnia Maresca
GenereAvanspettacolo
RegiaAntonio De Curtis
SceneggiaturaRipp, Bel Ami
ProduzioneEugenio Aulicino
Personaggi e attori
Totò ...

La vile seduttrice (oppure Tri-Trac oppure Il vergine folle) è una rappresentazione di Avanspettacolo presentata dalla Compagnia di fantasie comiche Totò nella stagione 1931-1932. Il debutto, al Teatro Eliseo di Roma, si ebbe il 2 gennaio 1932.

Critica[modifica | modifica wikitesto]

«Si sa bene come queste riviste - inscenate con modestia di mezzi e presentate in edizione ridotta a completamento dello spettacolo cinematografico - non che essere giudicate con rigoroso ( o approssimativo) criterio artistico, debbano essere soltanto intese come un motivo - e magari un pretesto - offerto all'astro o agli astri principali di questa o quella compagnia per dar saggio della loro bravura. Iersera, l'astro prinqipale era Totò, il comico napoletano ch'è ormai pienamente entrato nella simpatia del pubblico e che, d'altra parte, s'avvia decisamente a conquistare una sua originale personalità artistica . Sull'esile traccia di cui si è parlato innanzi, il vivacissimo comico partenopeo ebbe dunque modo di fare ancora una volta sfoggio delle sue doti naturali e delle particolari risorse della sua arte esibendosi persino in una parte di soubrette che, mentre riconosciamo volentieri sia stata da lui resa con accorto e prudente senso di misura , riteniamo , per nostro conto, di gusto discutibile .»

(Anonimo, Il Mattino, 12 gennaio 1932)

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Teatro Portale Teatro: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di teatro