Kuragehime

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Kuragehime - La Principessa delle Meduse
海月姫
(Kuragehime)
Kuragehime manga.jpg
Copertina del primo volume dell'edizione italiana
Generecommedia romantica
Manga
AutoreAkiko Higashimura
EditoreKōdansha
RivistaKiss
Targetjosei
1ª edizionenovembre 2008 – agosto 2017
Periodicitàquindicinale (capitoli su rivista)
Tankōbon17 (completa)
Editore it.Star Comics
Collana 1ª ed. it.Ghost
1ª edizione it.27 ottobre 2010 – 26 settembre 2018
Volumi it.17 (completa)
Serie TV anime
RegiaTakahiro Omori
Char. designKenji Hayama
Dir. artisticaMio Isshiki
MusicheMakoto Yoshimori
StudioBrain's Base
ReteFuji TV
1ª TV14 ottobre – 30 dicembre 2010
Episodi11 (completa)
Rapporto16:9
Durata ep.24 min
Episodi it.inedito

Kuragehime - La Principessa delle Meduse (海月姫 Kuragehime?) è un manga josei scritto da Akiko Higashimura. I singoli capitoli sono stati pubblicati nella rivista Kiss dell'editore Kōdansha nella sua prima edizione del 2008, e successivamente raccolti in tankōbon. Nel 2010 ha vinto il Kodansha Manga Award per il miglior shōjo manga[1]. In Italia il manga è stato pubblicato dall'ottobre 2010 al settembre 2018 da Star Comics[2].

Brain's Base ha adattato in un anime di undici episodi i primi cinque volumi del manga. La serie è andata in onda all'interno di noitaminA, contenitore di Fuji TV dal 14 ottobre 2010 al 30 dicembre 2010. Il manga è stato inoltre adattato in un lungometraggio live action, in cartellone nelle sale nipponiche dal 27 dicembre 2014. In esso è apparsa anche la stessa Higashimura, cui è stato riservato un cameo[3].

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Tsukimi Kurashita è una ragazza di 18 anni trasferitasi a Tokyo per realizzare il suo sogno di diventare un'illustratrice. Tsukimi è poco curata nell'aspetto, ha scarse capacità di relazionarsi con la gente, è terrorizzata dalle persone attraenti e alla moda ma soprattutto adora le meduse.

Vive al dormitorio Amamizukan, dove non sono ammessi uomini e dove tutte le sue inquiline (o come amano definirsi, le "Amars", letteralmente "Suore") sono delle otaku come lei, fissate ognuna con un diverso ambito, NEET e terrorizzate dal resto della società modaiola.

Una sera, nel tentativo di salvare una medusa in pericolo dall'acquario di un negozio di animali, Tsukimi viene soccorsa da una splendida ragazza alla moda, che l'aiuta ad acquistare la medusa. Ma la mattina successiva scoprirà che "lei" è in realtà un "lui": Kuranosuke Koibuchi, figlio illegittimo di un politico con la passione del travestitismo.

Kuranosuke inizierà a frequentare sempre più l'Amamizukan (nonostante l'opposizione dei suoi inquilini) perché interessato a Tsukimi e all'ambiente così diverso da quello a cui è abituato, mentre la ragazza dovrà fare attenzione che la vera identità del giovane non venga svelata, altrimenti subirà gravi conseguenze.

Personaggi[modifica | modifica wikitesto]

Tsukimi Kurashita (倉下 月海 Kurashita Tsukimi?)

Doppiata da Kana Hanazawa
Una diciottenne otaku giunta a Tokyo per diventare un'illustratrice, Tsukimi adora le meduse e può essere definita una vera e propria autorità sull'argomento.
Ciò è dovuto ad una visita ad un acquario fatta quand'era bambina assieme alla madre: rimase talmente colpita dai tentacoli e dalle forme delle meduse da considerarle come degli abiti delle principesse. Poco tempo dopo quella visita sua madre si ammalò e morì.
Possiede una piccola medusa di nome Kurara, salvata da morte grazie all'intervento di Kuranosuke.
Come tutte le Amars ha un aspetto trasandato: in realtà grazie alle cure estetiche di Kuranosuke Tsukimi diventa una bella ragazza, tanto da colpire profondamente il fratello di questi, Shū. Sembra ricambiare i sentimenti del ragazzo, ma Tsukimi è convinta che egli sia innamorato di Shōko Inari. Inizialmente a disagio dalla compagnia di Kuranosuke, col tempo si abitua a lui ma solo quando questi è nella sua forma travestita. È l'unica Amars a sapere la vera identità di Kuranosuke.

Kuranosuke Koibuchi (鯉淵 蔵之介 Koibuchi Kuranosuke?)

Doppiato da Mitsuki Saiga
Secondogenito di un'illustre e ricca famiglia politica. È un figlio illegittimo, nato da una relazione fra suo padre e un'attrice. Ha un fratellastro maggiore di nome Shū.
Dopo essere entrato all'università ha iniziato a travestirsi (cosa non molto apprezzata dal resto della sua famiglia, ad eccezione dello zio), per dare una cattiva impressione di sé stesso ed evitare così una carriera politica e poter entrare nel mondo della moda.
Ha nostalgia per la madre e per il suo splendido guardaroba, per questo è in cerca del suo indirizzo. Dopo aver aiutato Tsukimi a salvare Kurara, inizia a frequentare l'Amamizukan, trovando l'ambiente e le persone molto più interessanti dei suoi amici. Inizialmente la sua presenza viene poco tollerata a causa del suo carattere, ma con il tempo riuscirà a farsi accettare.
Dopo aver visto Tsukimi abbracciata da Shū, prova una forte gelosia e inizierà con sua grande sorpresa a provare qualcosa per la ragazza. Aiuterà poi le Amars a salvare il dormitorio dalla sua demolizione.
Usa il nome Kurako quando è in compagnia delle Amars.

Chieko (千絵子?)

Doppiata da Kimiko Saito
È una delle Amars, nonché amministratrice dell'Amamizukan. Colleziona bambole tradizionali giapponesi ed è una fanatica di kimono e accessori tradizionali. Ha un'attività di sartoria su misura via internet.
È forse la più "normale" delle inquiline. Sua madre è la proprietaria del dormitorio ma è spesso assente a inseguire il suo idolo, l'attore coreano Bae Yong Joon.

Mayaya (まやや?)

Doppiata da Akemi Okamura
Membro delle Amars, veste sempre con una tuta e ha una folta frangia che le copre gli occhi.
È una fanatica delle Cronache dei Tre Regni, di cui spesso fa citazioni. Ha la tendenza di urlare quando parla.

Banba (ばんば?)

Doppiata da Motoko Kumai
Amars fanatica dei treni. Ciò che la caratterizza è la sua folta capigliatura afro.
Dichiara di avere 8 anni, perché nata in un anno bisestile. Una sua bizzarra abilità è il "Banba Scope", con il quale può capire la qualità dei cibi, anche solo dalla confezione.

Jiji (ジジ?)

Doppiata da Mamiko Noto
Amars ossessionata dal fascino degli uomini maturi. Molto tranquilla e timida, è l'Amars che risalta meno.

Juon Mejiro (目白樹音 Mejiro Juon?)

Popolare autrice di manga yaoi che vive all'Amamizukan. Soffre di antropofobia (paura della gente e dei contatti sociali) e per questo vive barricata nella sua stanza (solo Chieko l'ha incontrata di persona), comunicando con l'esterno attraverso messaggi scritti su fogli di carta.
A volte usa le Amars come assistenti per rispettare le scadenze di consegna delle sue opere.

Shū Koibuchi (鯉淵 修 Koibuchi Shū?)

Doppiato da Junichi Suwabe
Fratellastro maggiore di Kuranosuke e assistente personale del padre. Persona seria e tranquilla, ha difficoltà a relazionarsi con le donne, dopo aver assistito ad un incontro fra il padre e la madre di Kuranosuke. Per questo è ancora vergine, nonostante la sua età.
Dopo aver incontrato Tsukimi, abbellita da Kuranosuke, inizia a sentirsi attratto da lei, anche se non riesce a riconoscerla quando è nella sua versione "normale".
Diventerà poi oggetto delle attenzioni di Shōko Inari che lo ricatterà facendogli credere di essere andata a letto con lui.

Shōko Inari (稲荷翔子 Inari Shōko?)

Doppiata da Junko Kitanishi
Ambiziosa e affascinante donna a capo del progetto del nuovo piano edilizio che interessa l'area dell'Amamizukan (che verrebbe abbattuto per fare posto a un lussuoso albergo).
Per assicurarsi l'appoggio di una persona influente decide di entrare nelle simpatie di Shū e in questo modo conoscerne il padre.
Dopo un fallito tentativo di sedurlo (a causa della scarsa dimestichezza con le donne del ragazzo), decide di addormentarlo con dei sedativi, portarlo nella stanza di un hotel e scattare una foto compromettente per fargli credere di aver fatto sesso con lei.

Hanamori (花森 Hanamori?)

Doppiato da Takehito Koyasu
Autista della famiglia Koibuchi. Fumatore, è un appassionato sfegatato delle Benz, tanto da obbedire a qualsiasi ordine non appena si minacciano danni alle macchine. Essendo al servizio della famiglia da molti anni conosce molte cose sul suo conto.

Volumi[modifica | modifica wikitesto]

Data di prima pubblicazione
GiapponeseItaliano
113 marzo 2009[4]ISBN 978-4-06-340744-0 27 ottobre 2010[5]
213 luglio 2009[6]ISBN 978-4-06-340762-4 23 dicembre 2010[7]
313 novembre 2009[8]ISBN 978-4-06-340775-4 22 febbraio 2011[9]
412 marzo 2010[10]ISBN 978-4-06-340790-7 21 aprile 2011[11]
510 agosto 2010[12]ISBN 978-4-06-340812-6 25 maggio 2011[13]
626 novembre 2010[14]ISBN 978-4-06-340824-9 23 giugno 2011[15]
713 aprile 2011[16]ISBN 978-4-06-340841-6 24 novembre 2011[17]
813 settembre 2011[18]ISBN 978-4-06-340855-3 24 maggio 2012[19]
913 marzo 2012[20]ISBN 978-4-06-340874-4 20 febbraio 2014[21]
1013 settembre 2012[22]ISBN 978-4-06-340887-4 24 dicembre 2014[23]
1113 marzo 2013[24]ISBN 978-4-06-340903-1 22 aprile 2015[25]
1212 luglio 2013[26]ISBN 978-4-06-340912-3 22 ottobre 2015[27]
1313 dicembre 2013[28]ISBN 978-4-06-340921-5 20 aprile 2016[29]ISBN 978-88-6920-889-8
1412 settembre 2014[30]ISBN 978-4-06-340934-5 24 agosto 2016[31]ISBN 978-88-226-0212-1
1513 gennaio 2015[32]ISBN 978-4-06-340941-3 25 gennaio 2017[33]ISBN 978-88-226-0460-6
1613 maggio 2016[34]ISBN 978-4-06-340987-1 26 luglio 2017[35]ISBN 978-88-226-0648-8
1713 novembre 2017[36]ISBN 978-4-06-510452-1 26 settembre 2018[37]ISBN 978-88-226-1171-0

Episodi[modifica | modifica wikitesto]

Logo della serie anime

I titoli degli undici episodi sono citazioni modificate di titoli di film.

Titolo italiano (traduzione letterale)
GiapponeseKanji」 - Rōmaji
In onda
Giapponese
1Sex and the Amars
「セックス・アンド・ザ・アマーズ」 - Sekkusu ando za Amāzu
14 ottobre 2010
2Sukiyaki Western Matsusaka
「スキヤキ・ウエスタン・マツサカ」 - Sukiyaki Uesutan Matsusaka
28 ottobre 2010
3Come per incanto
「魔法をかけられて」 - Mahō o Kakerarete
4 novembre 2010
4Ti vedrò nel mio acquario
「水族館で逢いましょう」 - Suizokukan de Aimashō
11 novembre 2010
5Voglio diventare una medusa
「私はクラゲになりたい」 - Watashi wa Kurage ni Naritai
18 novembre 2010
6Night of the Living Amars
「ナイト・オブ・ザ・リビング・アマーズ」 - Naito obu za Ribingu Amāzu
25 novembre 2010
7L’arcipelago dell’indebitamento finanziario
「金融無職列島」 - Kinyū Mushoku Rettō
2 dicembre 2010
8Million Dollar Babies
「ミリオンダラー・ベイビーズ」 - Miriondarā Beibīzu
9 dicembre 2010
9Un verginello da marciapiede
「真夜中のチェリーボーイ」 - Mayonaka no Cherībōi
16 dicembre 2010
10Voglia d’amore e acqua tiepida
「愛とぬるま湯の日々」 - Ai to Nurumayu no Hibi
23 dicembre 2010
11La medusa dei sogni
「ジェリーフィッシュ・オブ・ドリームス」 - Jerīfisshu obu Dorīmusu
30 dicembre 2010

Musica[modifica | modifica wikitesto]

Sigla d'apertura:

  • Koko Dake no Hanashi (ここだけの話? "Detto tra noi") di Chatmonchy

Sigla di chiusura:

  • Kimi no Kirei ni Kizuite Okure (きみのきれいに気づいておくれ? "Comprendere la tua bellezza") di Sambomaster

Cast dorama[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Annunciati i vincitori del 34° Kodansha Manga Award, in AnimeClick.it, 11 maggio 2010. URL consultato l'8 luglio 2018.
  2. ^ KURAGEHIME – LA PRINCIPESSA DELLE MEDUSE: L’ULTIMA SFILATA!, Star Comics, 25 settembre 2018. URL consultato il 29 settembre 2018.
  3. ^ (EN) Kyle Cardine, Manga Artist Akiko Higashimura to Appear in Princess Jellyfish Film, in Anime News Network, 18 dicembre 2014. URL consultato l'8 luglio 2018.
  4. ^ (JA) 海月姫(1), Kōdansha. URL consultato l'8 luglio 2018.
  5. ^ Kuragehime - La Principessa delle Meduse 1, Star Comics. URL consultato l'8 luglio 2018.
  6. ^ (JA) 海月姫(2), Kōdansha. URL consultato l'8 luglio 2018.
  7. ^ Kuragehime - La Principessa delle Meduse 2, Star Comics. URL consultato l'8 luglio 2018.
  8. ^ (JA) 海月姫(3), Kōdansha. URL consultato l'8 luglio 2018.
  9. ^ Kuragehime - La Principessa delle Meduse 3, Star Comics. URL consultato l'8 luglio 2018.
  10. ^ (JA) 海月姫(4), Kōdansha. URL consultato l'8 luglio 2018.
  11. ^ Kuragehime - La Principessa delle Meduse 4, Star Comics. URL consultato l'8 luglio 2018.
  12. ^ (JA) 海月姫(5), Kōdansha. URL consultato l'8 luglio 2018.
  13. ^ Kuragehime - La Principessa delle Meduse 5, Star Comics. URL consultato l'8 luglio 2018.
  14. ^ (JA) 海月姫(6), Kōdansha. URL consultato l'8 luglio 2018.
  15. ^ Kuragehime - La Principessa delle Meduse 6, Star Comics. URL consultato l'8 luglio 2018.
  16. ^ (JA) 海月姫(7), Kōdansha. URL consultato l'8 luglio 2018.
  17. ^ Kuragehime - La Principessa delle Meduse 7, Star Comics. URL consultato l'8 luglio 2018.
  18. ^ (JA) 海月姫(8), Kōdansha. URL consultato l'8 luglio 2018.
  19. ^ Kuragehime - La Principessa delle Meduse 8, Star Comics. URL consultato l'8 luglio 2018.
  20. ^ (JA) 海月姫(9), Kōdansha. URL consultato l'8 luglio 2018.
  21. ^ Kuragehime - La Principessa delle Meduse 9, Star Comics. URL consultato l'8 luglio 2018.
  22. ^ (JA) 海月姫(10), Kōdansha. URL consultato l'8 luglio 2018.
  23. ^ Kuragehime - La Principessa delle Meduse 10, Star Comics. URL consultato l'8 luglio 2018.
  24. ^ (JA) 海月姫(11), Kōdansha. URL consultato l'8 luglio 2018.
  25. ^ Kuragehime - La Principessa delle Meduse 11, Star Comics. URL consultato l'8 luglio 2018.
  26. ^ (JA) 海月姫(12), Kōdansha. URL consultato l'8 luglio 2018.
  27. ^ Kuragehime - La Principessa delle Meduse 12, Star Comics. URL consultato l'8 luglio 2018.
  28. ^ (JA) 海月姫(13), Kōdansha. URL consultato l'8 luglio 2018.
  29. ^ Kuragehime - La Principessa delle Meduse 13, Star Comics. URL consultato l'8 luglio 2018.
  30. ^ (JA) 海月姫(14), Kōdansha. URL consultato l'8 luglio 2018.
  31. ^ Kuragehime - La Principessa delle Meduse 14, Star Comics. URL consultato l'8 luglio 2018.
  32. ^ (JA) 海月姫(15), Kōdansha. URL consultato l'8 luglio 2018.
  33. ^ Kuragehime - La Principessa delle Meduse 15, Star Comics. URL consultato l'8 luglio 2018.
  34. ^ (JA) 海月姫(16), Kōdansha. URL consultato l'8 luglio 2018.
  35. ^ Kuragehime - La Principessa delle Meduse 16, Star Comics. URL consultato l'8 luglio 2018.
  36. ^ (JA) 海月姫(17), Kōdansha. URL consultato l'8 luglio 2018.
  37. ^ Kuragehime - La Principessa delle Meduse 17, Star Comics. URL consultato l'8 luglio 2018.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

}}

Anime e manga Portale Anime e manga: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di anime e manga