Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui

Blood Lad

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Blood Lad
ブラッドラッド
(Buraddo Raddo)
Blood Lad 1.jpg
Copertina del primo volume dell'edizione italiana
Manga
AutoreYuuki Kodama
EditoreKadokawa Shoten
RivistaYoung Ace
1ª edizione4 settembre 2009 – 4 settembre 2016
Tankōbon17 (completa)
Editore it.Panini Comics - Planet Manga
Collana 1ª ed. it.Manga Code
1ª edizione it.20 settembre 2012 – 29 giugno 2017
Periodicità it.bimestrale
Volumi it.17 (completa)
Serie TV anime
Blood Lad
AutoreYuuki Kodama
RegiaShigeyuki Miya
SceneggiaturaTakeshi Konuta
MusicheYuuki Hayashi
StudioBrain's Base
1ª TV7 luglio 2013 – 10 ottobre 2013
Episodi10 (completa)
OAV
Buraddo Raddo OVA
RegiaShigeyuki Miwa
SceneggiaturaTakeshi Konuta
Char. designKenji Fujisaki
MusicheYuuki Hayashi
1ª edizione1º dicembre 2013
Episodiunico
Durata25 min
Episodi it.inedito

Blood Lad (ブラッドラッド?) è una serie manga creata da Yuuki Kodama e serializzata da Kadokawa Shoten sulla rivista Young Ace dal 4 settembre 2009. La serie manga è stata autorizzata alla distribuzione in italiano da Panini Comics, che ne ha iniziato la pubblicazione dal 20 settembre 2012 sotto l'etichetta Planet Manga.

Una versione anime della serie è stata annunciata nel giugno 2011.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Blood Lad è la storia di Staz, un vampiro ossessionato dal mondo umano, in particolare quello giapponese (è un otaku), e di Fuyumi, una ragazza umana che, dopo essersi persa nel Mondo delle Tenebre viene uccisa e si trasforma in fantasma. Staz promette così di resuscitarla.

Personaggi[modifica | modifica wikitesto]

Vlad Charlie Staz[modifica | modifica wikitesto]

Staz è il protagonista della serie. È il boss del distretto orientale del Mondo delle Tenebre. Terrorizza gli altri e dovrebbe essere un vampiro nobile che beve sangue, ma in realtà è solo un normale vampiro (otaku) ossessionato da ogni cosa riguardante il mondo umano. Quando vede Fuyumi è parecchio irrequieto poiché lei è un'umana ma decide di diventare suo amico. Ma non ne avrà la possibilità, visto che Fuyumi viene divorata da una pianta carnivora e diventa un fantasma (considerato un membro di basso livello nella tribù delle tenebre). Staz decide allora di resuscitarla. Visto che adora gli anime e i manga, soprattutto Dragon Ball, spesso lo si vedrà usare attacchi apparsi in manga\anime come la kamehameha. Prova dei sentimenti per Fuyumi

Yanagi Fuyumi[modifica | modifica wikitesto]

Fuyumi è la ragazza umana che si perde nel Mondo delle Tenebre, diventa un fantasma dopo essere stata mangiata da una pianta carnivora e in seguito collaborerà con Staz per riuscire nell'impresa di resuscitarla. Si scopre essere la sorellastra di Bell.

Haidora Beru (Hydra Bell)[modifica | modifica wikitesto]

Beru è una strega che può viaggiare attraverso le dimensioni. Vuole catturare il ladro che ha rubato la magia della Black Curtain (una portale tra il mondo umano e quello delle Tenebre) e farlo suo marito. In un primo momento, pensava che Staz fosse il ladro. In seguito si scopre che ha un fratello minore di nome Nell, e che è la sorellastra di Fuyumi e che è innamorata di Staz anche se non lo vuole ammettere, infatti nel suo diario dei tesori che vorrebbe c'è scritto "Staz".

Wolf[modifica | modifica wikitesto]

Wolf è il licantropo che controlla la parte Occidentale del Mondo delle Tenebre ed è un amico/rivale di Staz. Diventa timido e imbarazzato davanti alle ragazze, soprattutto se si tratta di Fuyumi, che vorrebbe proteggere. Non è un licantropo completo ma un incrocio con una razza sconosciuta. Si scopre essere il figlio dell'attuale Re Wolf Daddy e dell'umana Jenny.

Phantomime/Akim[modifica | modifica wikitesto]

Primo demone con la capacità di apprendere i poteri altrui.

Manga[modifica | modifica wikitesto]

Il manga è stato scritto e disegnato da Yuuki Kodama e fu serializzato sulla rivista mensile Young Ace edita da Kadokawa Shoten, dal 4 settembre 2009[1] al 3 settembre 2016. I capitoli sono stati poi raccolti in diciassette volumi tankōbon dal 28 aprile 2010[2] al 31 dicembre 2016[3].

In Italia la serie è stata pubblicata da Panini Comics sotto l'etichetta Planet Manga nella collana Manga Code dal 20 settembre 2012[4] al 29 giugno 2017[5].

Volumi[modifica | modifica wikitesto]

Data di prima pubblicazione
GiapponeseItaliano
128 aprile 2010[2]ISBN 978-4-04-715433-9 22 settembre 2012[4]
231 luglio 2010[6]ISBN 978-4-04-715433-9 30 novembre 2012[7]
32 febbraio 2011[8]ISBN 978-4-04-715621-0 26 gennaio 2013[9]
42 giugno 2011[10]ISBN 978-4-04-715714-9 30 marzo 2013[11]
51º dicembre 2011[12]ISBN 978-4-04-120015-5 31 maggio 2013[13]
631 maggio 2012[14]ISBN 978-4-04-120285-2 27 luglio 2013[15]
731 agosto 2012[16]ISBN 978-4-04-120412-2 28 settembre 2013[17]
82 aprile 2013[18]ISBN 978-4-04-120700-0 30 novembre 2013[19]
92 settembre 2013[20]ISBN 978-4-04-120733-8 31 gennaio 2014[21]
1028 dicembre 2013[22]ISBN 978-4-04-120945-5 31 maggio 2014[23]
112 maggio 2014[24]ISBN 978-4-04-121115-1 4 ottobre 2014[25]
124 novembre 2014[26]ISBN 978-4-04-101675-6 10 ottobre 2015[27]
134 marzo 2015[28]ISBN 978-4-04-101676-3 12 dicembre 2015[29]
144 agosto 2015[30]ISBN 978-4-04-103327-2 16 aprile 2016[31]
1529 dicembre 2015[32]ISBN 978-4-04-103328-9 2 marzo 2017[33]
164 luglio 2016[34]ISBN 978-4-04-104423-0 27 aprile 2017[35]
1731 dicembre 2016[3]ISBN 978-4-04-104424-7 29 giugno 2017[5]

Anime[modifica | modifica wikitesto]

È stato prodotto un adattamento anime della serie da parte dello studio di animazione Brain's Base, poi trasmesso nei suoi dieci episodi dal 7 luglio 2013. Inoltre, al volume decimo del manga - uscito nel dicembre 2013 - è stato allegato un episodio speciale OAV slegato dalle vicende della serie televisiva. L'anime, uscito solo in edizione limitata, è stato pubblicato in formato Blu-ray[36].

Episodi[modifica | modifica wikitesto]

Titolo italiano (tradotto)
GiapponeseKanji」 - Rōmaji
In onda
Giapponese
1Ora è un mucchio d'ossa
「骨でした。」 - Hone Deshita.
7 luglio 2013
2Tornato a casa, ma non proprio
「ただいまは言わない」 - Tadaima wa Iwanai
14 luglio 2013
3L'hai sempre avuto tu
「持ってんじゃん」 - Motten jan
21 luglio 2013
4All'acropoli del mondo dei demoni
「殿堂魔界へ」 - Dendō Makai e
28 luglio 2013
5Demone non identificato
「未確認魔人物体」 - Mikakunin Majin Buttai
4 agosto 2013
6Questa è l'amicizia
「それがダチ」 - Sore ga Dachi
11 agosto 2013
7La prima volta di Liz
「はじめてのリズ」 - Hajimete no Rizu
18 agosto 2013
8Un tesoro per due
「ふたりはトレジャー」 - Futari wa Torejā
25 agosto 2013
9I peccati del quattrocchi
「メガネの罪」 - Megane no Tsumi
1º settembre 2013
10Sorge l'eroe oscuro
「ダークヒーロー・ライジング」 - Dāku Hīrō Raijingu
8 settembre 2013
OAVBlood Lad OAV
「ブラッドラッド OVA」 - Buraddo Raddo OVA
1º dicembre 2013

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Blood Lad Vampire Comedy Manga's Anime Adaptation Listed (Updated), Anime News Network, 18 maggio 2011. URL consultato il 6 gennaio 2018.
  2. ^ a b (JA) ブラッドラッド (1), Kadokawa Shoten. URL consultato il 4 gennaio 2018.
  3. ^ a b (JA) ブラッドラッド (17), Kadokawa Shoten. URL consultato il 4 gennaio 2018.
  4. ^ a b Blood Lad 1, AnimeClick.it. URL consultato il 4 gennaio 2018.
  5. ^ a b Blood Lad 17, AnimeClick.it. URL consultato il 4 gennaio 2018.
  6. ^ (JA) ブラッドラッド (2), Kadokawa Shoten. URL consultato il 4 gennaio 2018.
  7. ^ Blood Lad 2, AnimeClick.it. URL consultato il 4 gennaio 2018.
  8. ^ (JA) ブラッドラッド (3), Kadokawa Shoten. URL consultato il 4 gennaio 2018.
  9. ^ Blood Lad 3, AnimeClick.it. URL consultato il 4 gennaio 2018.
  10. ^ (JA) ブラッドラッド (4), Kadokawa Shoten. URL consultato il 4 gennaio 2018.
  11. ^ Blood Lad 4, AnimeClick.it. URL consultato il 4 gennaio 2018.
  12. ^ (JA) ブラッドラッド (5), Kadokawa Shoten. URL consultato il 4 gennaio 2018.
  13. ^ Blood Lad 5, AnimeClick.it. URL consultato il 4 gennaio 2018.
  14. ^ (JA) ブラッドラッド (6), Kadokawa Shoten. URL consultato il 4 gennaio 2018.
  15. ^ Blood Lad 6, AnimeClick.it. URL consultato il 4 gennaio 2018.
  16. ^ (JA) ブラッドラッド (7), Kadokawa Shoten. URL consultato il 4 gennaio 2018.
  17. ^ Blood Lad 7, AnimeClick.it. URL consultato il 4 gennaio 2018.
  18. ^ (JA) ブラッドラッド (8), Kadokawa Shoten. URL consultato il 4 gennaio 2018.
  19. ^ Blood Lad 8, AnimeClick.it. URL consultato il 4 gennaio 2018.
  20. ^ (JA) ブラッドラッド (9), Kadokawa Shoten. URL consultato il 4 gennaio 2018.
  21. ^ Blood Lad 9, AnimeClick.it. URL consultato il 4 gennaio 2018.
  22. ^ (JA) ブラッドラッド (10), Kadokawa Shoten. URL consultato il 4 gennaio 2018.
  23. ^ Blood Lad 10, AnimeClick.it. URL consultato il 4 gennaio 2018.
  24. ^ (JA) ブラッドラッド (11), Kadokawa Shoten. URL consultato il 4 gennaio 2018.
  25. ^ Blood Lad 11, AnimeClick.it. URL consultato il 4 gennaio 2018.
  26. ^ (JA) ブラッドラッド (12), Kadokawa Shoten. URL consultato il 4 gennaio 2018.
  27. ^ Blood Lad 12, AnimeClick.it. URL consultato il 4 gennaio 2018.
  28. ^ (JA) ブラッドラッド (13), Kadokawa Shoten. URL consultato il 4 gennaio 2018.
  29. ^ Blood Lad 13, AnimeClick.it. URL consultato il 4 gennaio 2018.
  30. ^ (JA) ブラッドラッド (14), Kadokawa Shoten. URL consultato il 4 gennaio 2018.
  31. ^ Blood Lad 14, AnimeClick.it. URL consultato il 4 gennaio 2018.
  32. ^ (JA) ブラッドラッド (15), Kadokawa Shoten. URL consultato il 4 gennaio 2018.
  33. ^ Blood Lad 15, AnimeClick.it. URL consultato il 4 gennaio 2018.
  34. ^ (JA) ブラッドラッド (16), Kadokawa Shoten. URL consultato il 4 gennaio 2018.
  35. ^ Blood Lad 16, AnimeClick.it. URL consultato il 4 gennaio 2018.
  36. ^ (EN) Blood Lad Manga to Bundle Unaired Anime on Blu-ray, Anime News Network. URL consultato il 10 luglio 2014 2014.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Anime e manga Portale Anime e manga: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di anime e manga