Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui

Banana Fish

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Banana Fish
バナナフィッシュ
(Banana Fishu)
Banana Fish Copertina 1.jpg
Copertina italiana del primo volume
Generedrammatico, yaoi
Manga
AutoreAkimi Yoshida
EditoreShogakukan
RivistaBessatsu Shōjo Comic
Targetshōjo
1ª edizionemaggio 1985 – aprile 1994
Tankōbon19 (completa)
Editore it.Panini Comics - Planet Manga
Volumi it.19 (completa)

Banana Fish (バナナフィッシュ Banana Fishu?) è un manga shōjo di Akimi Yoshida. È stato pubblicato dal 1985 al 1994, dando vita a diversi spin-off: Private Opinion, Angel Eyes, e The Garden with Holy Light.

La serie è stata molto popolare in Giappone, ed è stata citata da Frederik Schodt nel suo libro Dreamland Japan come "uno dei pochi shōjo manga che un uomo può leggere senza vergognarsi". Il titolo è stato ispirato dal racconto Un giorno ideale per i pescibanana di J. D. Salinger.[1]

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Edizioni[modifica | modifica wikitesto]

In Italia è stata pubblicata in 19 volumetti, dal novembre 2002 al marzo 2005 dalla Panini Comics, rispettando il senso di lettura giapponese. Una peculiarità dell'edizione italiana, condivisa da quella giapponese, è di essere interamente stampata su carta gialla. In Nord America è stato pubblicato da Viz Media su Pulp e Animerica Extra

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Davide Castellazzi, "Una giapponese nella Grande Mela" (prefazione all'edizione italiana di Panini Comics, 2003).

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Anime e manga Portale Anime e manga: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di anime e manga