Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui

Jinbe (manga)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jinbe
じんべえ
(Jinbē)
Jinbe manga.jpg
Copertina dell'edizione italiana
manga
Lingua orig. giapponese
Paese Giappone
Autore Mitsuru Adachi
Editore Shogakukan
Rivista Big Comic Original
Target seinen
1ª edizione 1992 – 1997
Tankōbon unico
Editore it. Star Comics
Collana 1ª ed. it. Storie di Kappa
1ª edizione it. maggio 2005
Volume it. unico
Generi commedia, sentimentale

Jinbe (じんべえ Jinbē?) è un manga di Mitsuru Adachi. In Giappone è stato pubblicato in sette capitoli, tra il 1992 e il 1997, all'interno della rivista seinen Big Comic Original, per poi essere raccolto in un unico tankōbon.

Nel 1998 ne è stato tratto un dorama live action in 11 puntate prodotto e trasmesso da Fuji TV.

In Italia è stato pubblicato dalla casa editrice Star Comics nel maggio del 2005, all'interno della collana Storie di Kappa nº 128. Nel volume sono presenti 48 pagine a colori.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

La storia parla della relazione tra Jinpei, soprannominato Jinbē[1] e la sua figliastra Miku. La madre di Miku, Rikako, morì quando la ragazza aveva tredici anni, poco dopo il matrimonio con Jinpei. Miku nacque da una precedente relazione della madre con un altro uomo. Non v'è quindi alcun legame di sangue tra i due. Adachi tratta molto delicatamente il loro avvicinamento e innamoramento.

Personaggi e interpreti[modifica | modifica wikitesto]

La storia è stata adattata in un dorama stagionale autunnale in 11 puntate, prodotto e trasmesso da Fuji TV nel 1998.

Relazioni con altre opere dell'autore[modifica | modifica wikitesto]

Un tema molto simile, rapporto d'amore tra parenti non consanguinei, è trattato da Adachi in Miyuki, un altro suo manga precedente a Jinbe.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Diminutivo di Jinbēzame (ジンベエザメ? letteralmente squalo balena).
anime e manga Portale Anime e manga: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di anime e manga