Introzzo

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Introzzo
sede comunale di Valvarrone
Introzzo – Stemma Introzzo – Bandiera
Introzzo – Veduta
Panorama di Introzzo
Localizzazione
StatoItalia Italia
RegioneRegione-Lombardia-Stemma.svg Lombardia
ProvinciaProvincia di Lecco-Stemma.svg Lecco
Territorio
Coordinate46°04′51.96″N 9°20′26.88″E / 46.0811°N 9.3408°E46.0811; 9.3408 (Introzzo)Coordinate: 46°04′51.96″N 9°20′26.88″E / 46.0811°N 9.3408°E46.0811; 9.3408 (Introzzo)
Altitudine704 m s.l.m.
Superficie3,61 km²
Abitanti118[1] (31-8-2017)
Densità32,69 ab./km²
Altre informazioni
Cod. postale23836 (già 23835)
Prefisso0341
Fuso orarioUTC+1
Codice ISTAT097041
Cod. catastaleE308
TargaLC
Cl. sismicazona 4 (sismicità molto bassa)[2]
Cl. climaticazona F, 3 069 GG[3]
Nome abitantiintrozzesi
Patronosant'Antonio abate
Giorno festivo17 gennaio
Cartografia
Mappa di localizzazione: Italia
Introzzo
Introzzo

Introzzo (Trozz[4] o Introeuzz[5] in dialetto valvarronese) è un nucleo abitato di 118 abitanti della provincia di Lecco in Lombardia, sede del comune di Valvarrone, nell'omonima valle.

Origine del nome[modifica | modifica wikitesto]

Il toponimo deriverebbe da introgium, una tassa che veniva riscossa in loco sia da qualsiasi forestiero decidesse fare sosta in paese sia da chiunque rivestisse un incarico pubblico[6].

Storia[modifica | modifica wikitesto]

In età medievale, il paese era parte dell'antico feudo di Monte d'Introzzo[6], feudo dei Dal Verme e possedimento degli Sfondrati, soggetto alla pieve di Dervio per quello che concerneva gli aspetti ecclesiastici[6].

Con gli Statuti della Valsassina del 1388, Introbio si legò indissolubilmente alle vicende della valle[6]

Nel 1516, durante le lotte tra gli Sforza e i francesi, Introzzo fu messo a ferro e fuoco[6].

Fino al 1992 Introzzo era in provincia di Como. Dal 2000 faceva parte dell'Unione dei comuni della Valvarrone e il 22 ottobre 2017, in concomitanza con il referendum sull'autonomia in Lombardia, iniziò il processo di fusione con i vicini comuni di Tremenico e Vestreno per confluire nel comune di Valvarrone[7]. La nuova istituzione divenne operativa il 1º gennaio 2018.

Monumenti e luoghi d'interesse[modifica | modifica wikitesto]

Chiesa di Sant'Antonio Abate[modifica | modifica wikitesto]

Rimaneggiata nel XVIII secolo, la chiesa conserva lacerti di affreschi di epoca precedente[6].

Da un punto di vista dell'amministrazione ecclesiastico, la chiesa non forma parrocchia a sé ma dipende da quella di San Martino Mont'Introzzo, posta nel comune di Sueglio.

Società[modifica | modifica wikitesto]

Evoluzione demografica[modifica | modifica wikitesto]

Abitanti censiti[8]

Frazioni[modifica | modifica wikitesto]

Lavadèe[modifica | modifica wikitesto]

Frazione posta a 1350 metri sul livello del mare, precede Roccoli Lorla e succede Subiale; possiede un campo da tennis ed un prato attrezzato con porte da calcio e rete di pallavolo; vi era sito il Rifugio-Pizzeria La Bocchetta. Inoltre vi è situato un piccolo laghetto.

Subiale[modifica | modifica wikitesto]

Frazione posta a 1100 metri sul livello del mare, succede il territorio comunale di Tremenico e precede Lavadèe; vi è sito il Ristorante Capriolo.

Roccoli Lorla[modifica | modifica wikitesto]

Frazione posta circa a 1500 metri sul livello del mare, possiede il Rifugio Roccoli Lorla alla Sella del Legnone; è presente un laghetto il cui fondo è stato recentemente ricostruito; annualmente, ad agosto, si fa la tradizionale tombola.

Da qui si dirama la strada per il Legnoncino e quella per il Legnone.

Località[modifica | modifica wikitesto]

Creste[modifica | modifica wikitesto]

Posta sopra Introzzo, all'interno di un bosco, Creste è chiamata in dialetto valvarronese "Crestè".

Trone[modifica | modifica wikitesto]

Piccola località posta sotto Introzzo.

Monti[modifica | modifica wikitesto]

Legnone[modifica | modifica wikitesto]

Nel comune di Introzzo, il Legnone è luogo di rifugi e di transumanza; è a 2700 metri circa di altitudine ed in Lombardia è abbastanza conosciuto.

Legnoncino[modifica | modifica wikitesto]

Posto a 1600 metri circa di altitudine, è un monte minore della catena del Monte Legnone. Dalla località-frazione Baia di Piona a Colico è molto evidente la croce, le rocce e la Madonnina, mentre da Lavadèe e Subiale si vede la chiesetta di San Sfirio.

Amministrazione[modifica | modifica wikitesto]

nome carica dal al partito anno e luogo di nascita anno e luogo di morte
Luca Buzzella sindaco 7 giugno 2009 7 giugno 2018 Lista civica "Insieme per Introzzo" Bellano 28-09-1969

Galleria d'immagini[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Dato Istat - Popolazione residente al 31 agosto 2017.
  2. ^ Classificazione sismica (XLS), su protezionecivile.gov.it.
  3. ^ Tabella dei gradi/giorno dei Comuni italiani raggruppati per Regione e Provincia (PDF), in Legge 26 agosto 1993, n. 412, allegato A, Agenzia nazionale per le nuove tecnologie, l'energia e lo sviluppo economico sostenibile, 1º marzo 2011, p. 151. URL consultato il 25 aprile 2012 (archiviato dall'url originale il 1º gennaio 2017).
  4. ^ AA. VV., Dizionario di toponomastica. Storia e significato dei nomi geografici italiani, Milano, GARZANTI, 1996, p. 329.
  5. ^ Ottavio Lurati Nomi di luoghi e famiglie e i loro perché?... Lombardia-Svizzera-Piemonte, Varese, Pietro Macchione ed., 2011
  6. ^ a b c d e f Borghese, p.248.
  7. ^ Introzzo, Vestreno e Tremenico: ‘Si’ dei cittadini alla fusione, su lecconotizie.com.
  8. ^ Statistiche I.Stat - ISTAT;  URL consultato in data 28-12-2012.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Annalisa Borghese, Introzzo, in Il territorio lariano e i suoi comuni, Milano, Editoriale del Drago, 1992, p. 248.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Lombardia Portale Lombardia: accedi alle voci di Wikipedia che parlano della Lombardia