Ghost in the Shell (film 2017)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Ghost in the Shell
Logo Ghost in the Shell 2017.png
Logo del film
Lingua originale inglese, giapponese
Paese di produzione Stati Uniti d'America
Anno 2017
Durata 106 min
Colore colore
Audio sonoro
Rapporto 2,35 : 1
Genere azione, drammatico, fantascienza, poliziesco, thriller
Regia Rupert Sanders
Soggetto Ghost in the Shell di Masamune Shirow
Sceneggiatura Jamie Moss, William Wheeler
Produttore Avi Arad, Steven Paul, Ari Arad, Michael Costigan
Produttore esecutivo Michael Costigan, Tetsuya Fujimura, Mitsuhisa Ishikawa, Jeffrey Silver, Mark Sourian
Casa di produzione DreamWorks Pictures, Paramount Pictures, Arad Productions, Amblin Partners, Reliance Entertainment
Distribuzione (Italia) Universal Pictures
Fotografia Jess Hall
Montaggio Neil Smith, Billy Rich
Effetti speciali Steve Ingram, Andrew Durni
Musiche Clint Mansell, Lorne Balfe
Scenografia Jan Roelfs
Costumi Kurt and Bart
Trucco Michele Perry
Interpreti e personaggi
Doppiatori italiani

Ghost in the Shell è un film del 2017 diretto da Rupert Sanders. È l'adattamento cinematografico dell'omonimo manga del 1989 di Masamune Shirow. Fanno parte del cast Scarlett Johansson, Pilou Asbæk, Takeshi Kitano, Juliette Binoche e Michael Pitt.

Il film è stato distribuito il 30 marzo 2017 in Italia e il 31 marzo 2017 negli Stati Uniti, anche in 3D e IMAX 3D.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Il Maggiore Mira Killian è un cyborg a capo della sezione di Sicurezza Pubblica numero 9, un'organizzazione antiterrorismo cibernetico gestita dalla Hanka Robotics. Vittima di un terribile incidente, è stata salvata dalla morte e trasformata in un soldato perfetto tramite una modificazione cibernetica, di cui è stata responsabile la dott.ssa Oulet, una delle principali scienziate della Hanka Robotics. Tra i compiti assegnati alla sezione di Sicurezza Pubblica numero 9 c'è quello di trovare e terminare Kuze, la mente criminale dietro ad un audace attacco ad un alto dirigente della Hanka Corporation. Grazie alle sue capacità fuori dal comune, Mira è l'unica in grado di scovare e affrontare la nuova minaccia, ossia un nemico capace di insinuarsi nella mente cibernetica fino ad assumerne il completo controllo. Mentre si prepara ad affrontare ciò, una terribile verità sul suo passato salta fuori: il Maggiore scopre infatti che le hanno mentito, la sua vita non è stata salvata, in realtà le è stata rubata. Da quel momento in poi non si fermerà davanti a nulla, pur di svelare il mistero legato alla sua esistenza, recuperare il proprio passato e scoprire chi le ha fatto ciò è riuscire a bloccarlo, prima che possa fare la stessa cosa ad altri.

Produzione[modifica | modifica wikitesto]

Nel 2008 la Dreamworks e Steven Spielberg acquistarono i diritti cinematografici per realizzare un adattamento live action del manga Ghost in the Shell di Masamune Shirow. Avi Arad e Steven Paul vennero annunciati come produttori, mentre Jamie Moss venne scelto per scrivere la sceneggiatura.[1] Nell'ottobre 2009 venne riportato che Laeta Kalogridis aveva sostituito Moss come sceneggiatrice.[2] Nel gennaio 2014 venne riportato che Rupert Sanders avrebbe diretto il film da una sceneggiatura di William Wheeler.[3] Wheeler lavorò al progetto per un anno e mezzo, affermando che dopo di lui lavorarono al film altri cinque sceneggiatori.[4][5] I crediti della sceneggiatura vennero infine dati a Jonathan Herman e Ross.

Tra settembre e ottobre 2014 Margot Robbie entrò in trattative per interpretare il ruolo della protagonista, ma l'attrice australiana preferì poi entrare nel cast di Suicide Squad, così la parte fu proposta a Scarlett Johansson.[6][7] Nel gennaio 2015 la Johansson venne quindi confermata ufficialmente nel ruolo della protagonista.[8]

Nel maggio 2015 la Paramount Pictures accetto di co-produrre e co-finanziare il film.[9] Nel novembre 2015 Pilou Asbæk entrò nel cast nel ruolo di Batou. Nello stesso mese Sam Riley entrò in trattative per interpretare il villain del film.[10] Nel febbraio 2016 Variety riportò che Michael Pitt era in trattative per unirsi al cast.[11] Nel marzo seguente entrò nel cast Takeshi Kitano nel ruolo di Daisuke Aramaki, fondatore e leader della Sezione 9.[12]

Il budget del film è stato di 110 milioni di dollari.[13]

Riprese[modifica | modifica wikitesto]

Le riprese del film iniziarono il 1º febbraio 2016 in Nuova Zelanda a Wellington, presso gli studi cinematografici "Stone Street Studios".[14] Nell'aprile 2016 venne confermato il cast del film, che comprende anche Juliette Binoche, Chin Han, Lasarus Ratuere e Kaori Momoi.[15] Nel maggio 2016 entrò nel cast Rila Fukushima.[16] Le riprese terminarono il 3 giugno 2016. Alcune riprese vennero effettuate a Hong Kong.

Promozione[modifica | modifica wikitesto]

Nel settembre 2016 la Paramount pubblica una serie di teaser trailer contenenti brevi sequenze del film.[17] Il 7 novembre 2016 viene pubblicato un nuovo teaser per annunciare l'arrivo del primo trailer esteso del film.[18]

Il trailer viene proiettato in anteprima a Tokyo il 13 novembre 2016, durante un evento dedicato al film, con la presenza di Scarlett Johansson, Kitano e Sanders.[19] Nello stesso giorno il trailer viene pubblicato online, anche nella versione italiana.[20]

Distribuzione[modifica | modifica wikitesto]

Ghost in the Shell è stato distribuito il 30 marzo 2017 in Italia e il 31 marzo 2017 negli Stati Uniti, anche in 3D e IMAX.[20]

Inizialmente il film doveva essere distribuito il 14 aprile 2017 dalla Walt Disney Studios Motion Pictures attraverso la sua etichetta Touchstone Pictures.[21] Il film era parte di un accordo di distribuzione tra la DreamWorks e i Walt Disney Studios risalente al 2009.[22] Nell'aprile 2015 la Disney spostò la data di uscita nordamericana al 31 marzo 2017,[23] mentre la Paramount Pictures subentrò per occuparsi della distribuzione internazionale.[9] Nel settembre 2015 tuttavia la DreamWorks e la Disney decisero di non rinnovare l'accordo di distribuzione, che sarebbe scaduto nell'agosto 2016.[22] Nel dicembre 2015 la DreamWorks strinse un accordo di distribuzione con la Universal Pictures,[24] e il mese seguente la Disney rimosse il film dal proprio listino.[25] In seguito i diritti di distribuzione nordamericani del film vennero acquistati dalla Paramount,[25] mentre alla Universal venne affidata la distribuzione internazionale.

Controversie[modifica | modifica wikitesto]

La scelta di Johansson come interprete della protagonista scatenò numerose accuse di whitewashing[26][27][28], dal momento che nel manga originale la protagonista, Motoko Kusanagi, è di etnia asiatica. Nel materiale promozionale il personaggio di Johansson viene tuttavia chiamato semplicemente "The Major".[29] Nell'aprile 2016 ScreenCrush riportò che la Paramount aveva effettuato dei test per modificare l'aspetto di Johansson attraverso la computer grafica e renderla più asiatica, generando ulteriori polemiche.[30] La Paramount rispose che i test erano stati abbandonati da tempo e che non avevano mai coinvolto Johansson.[31] Sam Yoshiba, direttore della divisione commerciale della Kōdansha, azienda che detiene i diritti del manga, affermò: "Guardando la sua carriera, ritengo che il casting di Scarlett Johansson sia una buona scelta. Ha un'aria cyberpunk. E noi non abbiamo mai pensato che sarebbe stata un'attrice giapponese... questa è un'opportunità per far conoscere al mondo una proprietà giapponese".[26] Il produttore Steven Paul, parlando delle accuse, affermò che l'ambientazione del film è un "mondo internazionale", aggiungendo che "Ci sono tutti i tipi di persone e nazionalità nel mondo di Ghost in the Shell. Ci sono persone da tutto il mondo. Ci sono giapponesi, cinesi, inglesi e americani".[32] Anche Mamoru Oshii, regista dell'anime omonimo e del sequel, ha approvato la scelta della Johansson.[33]

L'Hollywood Reporter ha indagato tra gli spettatori nipponici e le opinioni sono state positive, soprattutto per quanto riguarda il caso di whitewashing, visto che non gli è stata data importanza ed anzi è stata apprezzata la performance della Johansson.[34]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Tatiana Siegel, Michael Fleming, DreamWorks to make ‘Ghost’ in 3-D, su Variety, 18 aprile 2008. URL consultato il 13 novembre 2016.
  2. ^ (EN) Tatiana Siegel, Kalogridis to adapt ‘Ghost in the Shell’, su Variety. URL consultato il 13 novembre 2016.
  3. ^ (EN) Mike Fleming, Jr., Rupert Sanders Set To Helm ‘Ghost In The Shell’ For DreamWorks, su Deadline.com, 24 gennaio 2014. URL consultato il 13 novembre 2016.
  4. ^ (EN) Christopher McKittrick, Queen of Katwe: Expanding What a Disney Film Can Be, su Creative Screenwriting, 30 settembre 2016. URL consultato il 13 novembre 2016.
  5. ^ (EN) Steve Weintraub, Screenwriter William Wheeler on ‘Queen of Katwe’, ‘Ghost in the Shell’ and ‘LEGO Ninjago’, su Collider, 3 ottobre 2016. URL consultato il 14 novembre 2016.
  6. ^ (EN) Mike Fleming, Jr., ‘Wolf Of Wall Street’s Margot Robbie Eyes ‘Ghost In The Shell’, su Deadline.com, 3 settembre 2014. URL consultato il 13 novembre 2016.
  7. ^ (EN) Mike Fleming, Jr., Will Smith & Tom Hardy Eyeing ‘Suicide Squad’ At Warner Bros – Update, su Deadline.com, 16 ottobre 2014. URL consultato il 13 novembre 2016.
  8. ^ (EN) Justin Kroll, Scarlett Johansson Signs On to Star in DreamWorks’ ‘Ghost in the Shell’ (EXCLUSIVE), su Variety, 5 gennaio 2015. URL consultato il 13 novembre 2016.
  9. ^ a b (EN) Dave McNary, Paramount Co-Financing Scarlett Johansson’s ‘Ghost in the Shell’, su Variety, 8 maggio 2015. URL consultato il 13 novembre 2016.
  10. ^ (EN) Ali Jafaar, Sam Riley In Talks For ‘Ghost In The Shell’ Opposite Scarlett Johansson, su Deadline.com, 19 novembre 2015. URL consultato il 13 novembre 2016.
  11. ^ (EN) Justin Kroll, Michael Pitt to Play Villain in Scarlett Johansson’s ‘Ghost in the Shell’, su Variety, 4 febbraio 2016. URL consultato il 13 novembre 2016.
  12. ^ (EN) Thom Geier, Scarlett Johansson’s ‘Ghost in the Shell’ Casts Its First Japanese Actor, su TheWrap, 3 marzo 2016. URL consultato il 13 novembre 2016.
  13. ^ (EN) Ghost in the Shell (2017), Box Office Mojo. URL consultato il 6 aprile 2017.
  14. ^ (EN) Monique Friedlander, Fitness fan! Scarlett Johansson cuts a low-key figure on training session in New Zealand as she takes a break from filming Ghost In The Shell, su Daily Mail, 2 febbraio 2016. URL consultato l'8 novembre 2016.
  15. ^ (EN) Ghost in the Shell Photo Released as Production Begins, su ComingSoon.net, 14 aprile 2016. URL consultato il 13 novembre 2016.
  16. ^ (EN) Borys Kit, Mia Galuppo, 'Wolverine' Actress Rila Fukushima Joins Scarlett Johansson in 'Ghost in the Shell' (Exclusive), su The Hollywood Reporter, 25 maggio 2016. URL consultato il 13 novembre 2016.
  17. ^ (EN) Marina Pierri, Ghost in the Shell, 5 teaser dal film con Scarlett Johansson, su Wired, 22 settembre 2016. URL consultato il 14 novembre 2016.
  18. ^ (EN) Chris Arrant, Ghost in the Shell Teaser Trailer, su Newsarama.com, 7 novembre 2016. URL consultato il 14 novembre 2016.
  19. ^ (EN) Gavin J. Blair, 'Ghost in the Shell' Trailer Unveiled at Tokyo Launch Party, su The Hollywood Reporter, 13 novembre 2016. URL consultato il 14 novembre 2016.
  20. ^ a b (EN) Andrea Francesco Berni, Ghost in the Shell: ecco il primo trailer del film con Scarlett Johansson!, su BadTaste.it, 13 novembre 2016. URL consultato il 14 novembre 2016.
  21. ^ (EN) 13 gennaio 2015, Disney Sets Several 2016 Release Dates, su Variety. URL consultato il 14 novembre 2016.
  22. ^ a b (EN) Kim Masters, Steven Spielberg's DreamWorks to Split From Disney, in Talks With Universal (Exclusive), su The Hollywood Reporter, 2 settembre 2015. URL consultato il 14 novembre 2016.
  23. ^ (EN) Anthony D'Alessandro, Disney Moves ‘Ghost In The Shell’ Up Two Weeks, su Deadline.com, 19 aprile 2015. URL consultato il 14 novembre 2016.
  24. ^ (EN) Brent Lang, James Rainey, Steven Spielberg, Jeff Skoll Bring Amblin Partners to Universal, su Variety, 16 dicembre 2015. URL consultato il 14 novembre 2016.
  25. ^ a b (EN) Alex Stedman, ‘Ghost in the Shell’ Moves to Paramount From Disney, su Variety, 25 gennaio 2016. URL consultato il 14 novembre 2016.
  26. ^ a b (EN) Gavin J. Blair, Scarlett Johansson in 'Ghost in the Shell': Japanese Industry, Fans Surprised by "Whitewashing" Outrage, su The Hollywood Reporter, 19 aprile 2016. URL consultato il 13 novembre 2016.
  27. ^ (EN) Tracy Brown, ‘Ghost in the Shell’: Scarlett Johansson casting called ‘whitewashing’, su HeroComplex, 10 gennaio 2015. URL consultato il 13 novembre 2016.
  28. ^ (EN) Ben Child, DreamWorks accused of 'whitewashing' Ghost in the Shell by casting Scarlett Johansson, su The Guardian, 16 gennaio 2015. URL consultato il 13 novembre 2016.
  29. ^ (EN) Ghost in the Shell: New Trailer, Release Date, & Everything Else We Know, su Den of Geek, 13 novembre 2016. URL consultato il 13 novembre 2016.
  30. ^ (EN) Mike Sampson, Exclusive: ‘Ghost in the Shell’ Producers Reportedly Tested Visual Effects That Would Make White Actors Appear Asian, su ScreenCrush, 15 aprile 2016. URL consultato il 13 novembre 2016.
  31. ^ (EN) Ben Child, Max Landis: there are ‘no A-list female Asian celebrities’ who could have taken Scarlett Johansson’s Ghost in a Shell role, su The Guardian, 18 aprile 2016. URL consultato il 13 novembre 2016.
  32. ^ (EN) Susan Cheng, “Ghost In The Shell” Producer Defends Casting Scarlett Johansson In Adaptation Of Manga Series, su BuzzFeed, 1° luglio 2016. URL consultato il 13 novembre 2016.
  33. ^ (EN) Ghost in the Shell Featurette with Anime Director Mamoru Oshii, su ComingSoon.net, 10 novembre 2016. URL consultato il 14 novembre 2016.
  34. ^ Andrea Bedeschi, Ghost in the Shell: il pubblico giapponese ha apprezzato il film e la performance di Scarlett Johansson, badtaste.it, 10 aprile 2017. URL consultato il 10 aprile 2017.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]