Gail Devers

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Gail Devers
Devers2.jpg
Gail Devers nel 2011 durante la cerimonia d'introduzione nella National Track & Field Hall of Fame.
Nazionalità Stati Uniti Stati Uniti
Altezza 160 cm
Peso 52 kg
Atletica leggera Athletics pictogram.svg
Specialità Velocità, ostacoli alti
Record
60 m 6"95 (indoor – 1993)
100 m 10"82 (1992-1993)
200 m 22"71 (1987)
60 hs 7"74 (indoor – 2003)
100 hs 12"33 (2000)
Società Nike
Carriera
Nazionale
1987-2004 Stati Uniti Stati Uniti
Palmarès
Giochi olimpici 3 0 0
Mondiali 5 3 0
Mondiali indoor 4 2 0
Giochi panamericani 1 0 0
Per maggiori dettagli vedi qui
 

Yolanda Gail Devers (Seattle, 19 novembre 1966) è un'ex ostacolista e velocista statunitense, due volte campionessa olimpica dei 100 metri piani (Barcellona 1992 e Atlanta 1996) ed una volta nella staffetta 4×100 metri (Atlanta 1996).

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Nel 1988 si qualifica per i Giochi olimpici di Seul, dove viene eliminata nella semifinale dei 100 hs. Già allora soffre di problemi fisici, emicranie che portano talvolta a momentanee perdite della vista. La sua salute si deteriora e nel 1990 le viene diagnosticato il morbo di Basedow. Dopo aver portato la sindrome in remissione si riprende tanto velocemente da vincere un argento ai campionati mondiali del 1991.

Ai Giochi 1992 Devers è straordinaria protagonista, vincendo una combattutissima gara dei 100 metri: cinque atlete arrivano nell'arco di 6 centesimi di secondo e lei conquista la medaglia d'oro davanti a Juliet Cuthbert. Nei 100 hs invece, pur essendo favorita, giunge solo quinta, inciampando sull'ultimo ostacolo mentre stava conducendo la gara con largo margine sulle avversarie; la prova venne vinta dalla greca Paraskeuī Patoulidou.

Nel 1993 vince la sua prima medaglia d'oro ai mondiali, facendo propri i 100 metri, in cui batte al fotofinish Merlene Ottey con un verdetto molto discusso. In tutto in carriera Gail Devers conquista 5 titoli mondiali.

Il duello con la giamaicana si ripete ad Atlanta 1996 e ancora una volta è la statunitense a vincere al fotofinish; diventa così la prima donna a conservare il titolo olimpico nei 100 m piani dai tempi di Wyomia Tyus. A questa vittoria ne aggiunge un'altra con l'oro nella 4×100 m.

Ha vinto il Best Female Track Athlete ESPY Award nel 1994, 2003 e 2004. Ha stabilito la miglior prestazione mondiale stagionale nei 100 hs nel 1993, 1999, 2000, 2002 e 2003.

Progressione[modifica | modifica wikitesto]

100 metri piani[modifica | modifica wikitesto]

Stagione Risultato Luogo Data Rank. Mond.
2004 11"05 Stati Uniti Eugene 19-6-2004 11ª
2003 11"11 Francia Saint-Denis 24-8-2003 15ª
2002 11"45 Trinidad e Tobago Port of Spain 4-5-2002 104ª
2000 10"99 Stati Uniti Sacramento 14-7-2000 11ª
1999 10"94 Spagna Siviglia 22-8-1999
1997 10"88 Germania Berlino 26-8-1997
1996 10"83 Italia Milano 7-9-1996
1995 11"04 Stati Uniti Long Beach 15-7-1995
1994 11"12 Stati Uniti Knoxville 16-6-1994
1993 10"82 Germania Stoccarda 16-8-1993
Svizzera Losanna 7-7-1993
1992 10"82 Spagna Barcellona 1-8-1992
1991 11"29 Stati Uniti New York 20-7-1991
1988 10"97 Stati Uniti Indianapolis 16-7-1988 11ª
1987 10"98 Germania Est Berlino 21-8-1987
1986 11"12 Stati Uniti Indianapolis 5-6-1986
1985 11"19 Stati Uniti Westwood 4-5-1985 12ª
1984 11"51 Stati Uniti Los Angeles 2-6-1984

100 metri ostacoli[modifica | modifica wikitesto]

Stagione Risultato Luogo Data Rank. Mond.
2004 12"50 Giamaica Kingston 7-5-2004
2003 12"45 Monaco Monaco 14-9-2003
2002 12"40 Svizzera Losanna 2-7-2002
2001 12"53 Svizzera Zurigo 17-8-2001
2000 12"33 Stati Uniti Sacramento 23-7-2000
1999 12"37 Spagna Siviglia 28-8-1999
1996 12"62 Stati Uniti Atlanta 23-6-1996
1995 12"61 Stati Uniti Sacramento 17-6-1995
1993 12"46 Germania Stoccarda 20-8-1993
1992 12"55 Stati Uniti New Orleans 28-6-1992
1991 12"48 Germania Berlino 10-9-1991
1988 12"61 Stati Uniti Westwood 21-5-1988
1987 13"28 Stati Uniti Corvallis 23-5-1987
1986 13"08 Stati Uniti Indianapolis 5-6-1986
1985 13"16 Stati Uniti Westwood 18-5-1985 11ª
1984 14"32

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Anno Manifestazione Sede Evento Risultato Prestazione Note
1987 Giochi panamericani Stati Uniti Indianapolis 100 m piani Oro Oro 11"14
1988 Giochi olimpici Corea del Sud Seul 100 m hs Semifinale 13"51
1991 Mondiali Giappone Tokyo 100 m hs Argento Argento 12"63
1992 Giochi olimpici Spagna Barcellona 100 m piani Oro Oro 10"82
100 m hs 12"75
1993 Mondiali indoor Canada Toronto 60 m piani Oro Oro 6"95 Record dei Campionati
Mondiali Germania Stoccarda 100 m piani Oro Oro 10"82 Record dei Campionati
100 m hs Oro Oro 12"46 Record americani
4×100 m Argento Argento 41"49
1995 Mondiali Svezia Göteborg 100 m hs Oro Oro 12"68
1996 Giochi olimpici Stati Uniti Atlanta 100 m piani Oro Oro 10"94
100 m hs 12"66
4×100 m Oro Oro 41"95
1997 Mondiali indoor Francia Parigi 60 m piani Oro Oro 7"06
Mondiali Grecia Atene 4×100 m Oro Oro 41"47 Record dei Campionati
1999 Mondiali indoor Giappone Maebashi 60 m piani Argento Argento 7"02
Mondiali Spagna Siviglia 100 m piani 10"95
100 m hs Oro Oro 12"37 Record mondiale stagionale
2000 Giochi olimpici Australia Sydney 100 m hs Semifinale nf
2001 Mondiali Canada Edmonton 100 m hs Argento Argento 12"54 Record personale stagionale
2003 Mondiali indoor Regno Unito Birmingham 60 m hs Oro Oro 7"81
Mondiali Francia Saint-Denis 100 m piani 11"11 Record personale stagionale
100 m hs Semifinale 12"87
2004 Mondiali indoor Ungheria Budapest 60 m piani Oro Oro 7"08
60 m hs Argento Argento 7"78
Giochi olimpici Grecia Atene 100 m piani Semifinale 11"22
100 m hs Batteria nf

Campionati nazionali[modifica | modifica wikitesto]

  • 10 volte campionessa nazionale dei 100 metri ostacoli (1991, 1992, 1995, 1996, 1999, 2000, 2001, 2002, 2003, 2004)

Coppe e meeting internazionali[modifica | modifica wikitesto]

1996
2000
2002
2003

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN78034215 · LCCN (ENn95108148