From Memphis to Vegas/From Vegas to Memphis

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
From Memphis to Vegas/From Vegas to Memphis (Elvis in Person at the International Hotel)
ArtistaElvis Presley
Tipo albumLive
Pubblicazione14 ottobre 1969
Dischi1
Tracce12
GenereRock and roll
Rock
EtichettaRCA Records
ProduttoreFelton Jarvis
Registrazione24–26 agosto 1969, International Hotel, Las Vegas, Nevada
Noten. 12 Stati Uniti
n. 3 Gran Bretagna
Certificazioni
Dischi d'oro1
From Memphis to Vegas/From Vegas to Memphis (Back in Memphis)
ArtistaElvis Presley
Tipo albumStudio
Pubblicazione14 ottobre 1969
Dischi1
Tracce10 (versione originale)
GenereRock
Soul
EtichettaRCA
ProduttoreChips Moman
Felton Jarvis
RegistrazioneGennaio-Febbraio 1969, American Sound Studio, Memphis, Tennessee
Noten. 12 Stati Uniti
n. 3 Gran Bretagna
Certificazioni
Dischi d'oroStati Uniti Stati Uniti[1]
(Vendite: 500.000+)
Elvis Presley - cronologia
Album precedente
(1969)
Album successivo
(1970)

From Memphis to Vegas/From Vegas to Memphis è un doppio album di Elvis Presley, pubblicato dalla RCA Records nell'ottobre 1969 (n° catalogo LSP 6020). Le sedute di registrazione ebbero luogo negli American Sound Studios di Memphis, Tennessee, il 13–15 e 21-22 gennaio, il 17–18 febbraio 1969, e all'International Hotel di Las Vegas il 24–26 agosto 1969. Il disco raggiunse la posizione numero 12 nella classifica Billboard 200 dei dischi più venduti negli Stati Uniti e la terza posizione in classifica in Gran Bretagna.

Il disco[modifica | modifica wikitesto]

Pubblicato per capitalizzare il successo riscosso da From Elvis in Memphis e dai singoli del periodo come il brano Suspicious Minds, che aveva ridato il primo posto in classifica a Elvis dopo parecchi anni, Vegas/Memphis è il primo album doppio pubblicato da Presley e il suo primo album live ufficiale.[2]

Il primo disco consiste di registrazioni dal vivo messe su nastro durante i trionfali concerti del ritorno sulle scene che Elvis stava tenendo a Las Vegas riscuotendo commenti entusiastici, le prime esibizioni live sin dal concerto per beneficenza del 1961 alle Hawaii.[3]

Il secondo disco, intitolato Back in Memphis, invece consiste di dieci canzoni registrate nell'inverno del 1969 negli American Sound Studios non utilizzate per l'album From Elvis in Memphis.[4] Nonostante si tratti di materiale di "riciclo", Stranger in My Hometown eguaglia l'intensità e la potenza dei brani apparsi su From Elvis in Memphis.[5] Dei restanti brani, The Fair's Is Moving On e You'll Think of Me erano apparsi in precedenza come b-sides rispettivamente dei singoli Clean Up Your Own Backyard e Suspicious Minds pubblicati a inizio anno.[6]

Ristampa[modifica | modifica wikitesto]

Nel novembre 1970, la RCA ristampò i due album separatamente, Elvis in Person at the International Hotel come numero di catalogo LSP 4428, e Back in Memphis come LSP 4429.[7]

Il 28 luglio 2009, la Sony Music Entertainment ha incluso Back in Memphis sul secondo CD dell'edizione deluxe di From Elvis In Memphis. Similarmente, la riedizione di On Stage: February 1970 pubblicata il 23 marzo 2010, contiene l'intero Elvis in Person at the International Hotel come bonus track.

Tracce[modifica | modifica wikitesto]

Lato 1 e 2 Elvis In Person at the International Hotel; lato 3 e 4 Back In Memphis.

Lato 1[modifica | modifica wikitesto]

Traccia Registrazione Titolo Autori Durata
1. 8/25/69 Blue Suede Shoes Carl Perkins 2:06
2. 8/24/69 Johnny B. Goode Chuck Berry 2:12
3. 8/25/69 All Shook Up Otis Blackwell e Elvis Presley 2:15
4. 8/24/69 Are You Lonesome Tonight? Lou Handman e Roy Turk 3:16
5. 8/25/69 Hound Dog Jerry Leiber e Mike Stoller 1:53
6. 8/25/69 I Can't Stop Loving You Don Gibson 3:19
7. 8/25/69 My Babe Willie Dixon 2:12

Lato 2[modifica | modifica wikitesto]

Traccia Registrazione Titolo Autori Durata
1. 8/25/69 Mystery Train / Tiger Man Junior Parker e Sam Phillips / Joe Hill Louis e Lewis Burns 3:46
2. 8/25/69 Words Robin Gibb, Barry Gibb, Maurice Gibb 2:46
3. 8/24/69 In the Ghetto Mac Davis 2:56
4. 8/26/69 Suspicious Minds Mark James 7:46
5. 8/26/69 Can't Help Falling In Love George Weiss, Hugo Peretti, Luigi Creatore 2:12

Lato 3[modifica | modifica wikitesto]

Traccia Registrazione Titolo Autori Durata
1. 1/15/69 Inherit the Wind Eddie Rabbitt 2:56
2. 1/13/69 This Is the Story Calvin Arnold, David Martin, Geoff Morrow 2:28
3. 2/17/69 Stranger In My Own Home Town Percy Mayfield 4:23
4. 1/14/69 A Little Bit of Green Calvin Arnold, David Martin, Geoff Morrow 3:21
5. 2/17/69 And the Grass Won't Pay No Mind Neil Diamond 3:08

Lato 4[modifica | modifica wikitesto]

Traccia Registrazione N° Catalogo Data Titolo Autori Durata
1. 2/18/69 Do You Know Who I Am Bobby Russell 2:47
2. 1/21/69 From A Jack To A King Ned Miller 2:23
3. 2/21/69 47-9747b 6/17/69 The Fair's Is Moving On Guy Fletcher e Doug Flett 3:07
4. 1/14/69 47-9764b 8/26/69 You'll Think of Me Mort Shuman 3:58
5. 1/22/69 Without Love Danny Small 2:51

Crediti[modifica | modifica wikitesto]

Elvis In Person at the International Hotel[modifica | modifica wikitesto]

Back In Memphis[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ RIAA - Gold & Platinum Searchable Database - July 19, 2014 Archiviato il 24 settembre 2015[Date mismatch] in Internet Archive.
  2. ^ Jorgensen, Ernst. Elvis Presley A Life in Music: The Complete Recording Sessions. New York: St. Martin's Press, 1998; ISBN 0-312-18572-3, p. 289.
  3. ^ Jorgensen, Ernst. op. cit., p. 154
  4. ^ Jorgensen, op. cit., p. 289.
  5. ^ Ibid. p. 289
  6. ^ Jorgensen, op. cit., p. 419.
  7. ^ Jorgensen, op. cit., p. 420.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Rock Portale Rock: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Rock