My Boy (singolo Richard Harris)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
My Boy
ArtistaElvis Presley
Tipo albumSingolo
Pubblicazione1975
Durata3:19
Album di provenienzaGood Times
Dischi1
Tracce2
GenereBallata
Soft rock
EtichettaRCA
ProduttoreFelton Jarvis
Registrazione13 dicembre 1973[1]
Formati45 giri
NoteLato B: Thinking About You
Elvis Presley - cronologia
Singolo precedente
(1974)
Singolo successivo
(1975)

My Boy è un brano musicale composto da Jean-Pierre Bourtayre e Claude François, e il testo fu tradotto in inglese dall'originale Parce que je t'aime, mon enfant da Phil Coulter e Bill Martin.

Il brano[modifica | modifica wikitesto]

La canzone viene cantata dal punto di vista di un padre al proprio figlioletto, mentre questi sta dormendo e quindi non può sentire cosa gli sta dicendo il genitore. Il padre confida al figlio la verità circa la difficile relazione venutasi a creare tra lui e la moglie, ma piuttosto che rischiare di perdere il figlio divorziando, decide di restare intrappolato in un matrimonio ormai senza amore per il bene del figlio.

Versione di Richard Harris[modifica | modifica wikitesto]

L'attore Richard Harris eseguì la canzone My Boy durante una gara canora sponsorizzata da Radio Luxembourg nel 1971. Anche se non vinse la competizione, Harris incise il brano e lo pubblicò su singolo nello stesso anno. Inclusa nell'omonimo album di Harris, la canzone raggiunse la posizione numero 41 della classifica statunitense Billboard Hot 100.[1]

Versione di Elvis Presley[modifica | modifica wikitesto]

Elvis Presley incise una reinterpretazione di My Boy alla fine del 1973 e questa fu inclusa nell'album del 1974 Good Times. La versione di Presley, pubblicata si singolo, raggiunse la 20ª posizione nella Billboard Pop Chart,[2] e trascorse una settimana in vetta alla Billboard Adult Contemporary Chart nell'aprile 1975.[1] Inoltre My Boy si posizionò anche al quattordicesimo posto nella classifica Billboard Hot Country Songs.[3]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c Hyatt, Wesley (1999). The Billboard Book of #1 Adult Contemporary Hits (Billboard Publications)
  2. ^ Whitburn, Joel (2004). The Billboard Book of Top 40 Hits, 8th Edition (Billboard Publications)
  3. ^ Joel Whitburn, The Billboard Book Of Top 40 Country Hits: 1944-2006, Second edition, Record Research, 2004, p. 273.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Rock Portale Rock: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Rock