Elena di Borbone-Spagna

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Infanta Elena
L’infante Hélène d’Espagne, duchesse de Lugo en 2011.jpg
Duchessa di Lugo
Stemma
In carica dal 3 marzo 1995
Nome completo Elena María Isabel Dominica de Silos de Borbón y de Grecia
Trattamento Altezza Reale
Altri titoli Infanta di Spagna
Nascita Madrid, 20 dicembre 1963 (56 anni)
Padre Juan Carlos I di Spagna
Madre Sofia di Grecia
Consorte Jaime de Marichalar
Figli Felipe de Marichalar y de Borbón
Victoria de Marichalar y de Borbón
Religione Chiesa cattolica
Firma Signature of Infanta Elena, Duchess of Lugo.jpg

Infanta Elena di Spagna, duchessa di Lugo (Elena María Isabel Dominica de Silos de Borbón y de Grecia; Madrid, 20 dicembre 1963), è la figlia maggiore del re emerito di Spagna Juan Carlos e della regina Sofia; occupa il terzo posto nella linea di successione al trono, dopo le figlie di suo fratello re Filippo VI, l'infanta Leonor e l'infanta Sofia.

L'infanta Elena ha partecipato a molti eventi ufficiali, essendosi recata in Germania, Regno Unito, Stati Uniti, Argentina, Giappone, Perù, e Filippine in rappresentanza della famiglia reale.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Nel 1987 l'infanta Elena conobbe il suo futuro marito mentre studiava letteratura francese a Parigi.[1]

Sposò Jaime de Marichalar y Sáenz de Tejada, figlio del conte e della contessa di Ripalda, il 18 marzo 1995, nella cattedrale di Siviglia; in tale occasione suo padre le ha conferito il titolo di duchessa di Lugo a vita.[2]

La coppia ha avuto due figli:

Il 13 novembre 2007 è stato annunciato che l'infanta si era separata da suo marito.[3] Nel novembre 2009, i media spagnoli hanno detto che l'infanta Elena e Jaime de Marichalar avrebbero divorziato, anche se una voce in tal senso circolava già da un anno prima che l'annuncio fosse dato.[4][5] I documenti per il loro divorzio sono stati firmati il 25 novembre 2009.[6][7] Il 21 gennaio 2010 il divorzio è stato registrato presso la cancelleria civile della famiglia reale spagnola. È stato annunciato ufficialmente il 9 febbraio 2010 che a Jaime de Marichalar non era più permesso usare il titolo ducale e che egli non era più considerato un membro ufficiale della famiglia reale spagnola.[8]

Albero genealogico[modifica | modifica wikitesto]

Genitori Nonni Bisnonni Trisnonni
Alfonso XIII di Spagna Alfonso XII di Spagna  
 
Maria Cristina d'Asburgo-Teschen  
Giovanni di Borbone-Spagna  
Vittoria Eugenia di Battenberg Enrico di Battenberg  
 
Beatrice di Sassonia-Coburgo-Gotha  
Juan Carlos I di Spagna  
Carlo Tancredi di Borbone-Due Sicilie Alfonso di Borbone-Due Sicilie  
 
Maria Antonietta di Borbone-Due Sicilie  
Maria Mercedes di Borbone-Due Sicilie  
Luisa d'Orléans Luigi Filippo Alberto d'Orléans  
 
Maria Isabella d'Orléans  
Elena di Borbone-Spagna  
Costantino I di Grecia Giorgio I di Grecia  
 
Olga Konstantinovna Romanova  
Paolo I di Grecia  
Sofia di Prussia Federico III di Germania  
 
Vittoria di Sassonia-Coburgo-Gotha  
Sofia di Grecia  
Ernesto Augusto III di Brunswick Ernesto Augusto, duca di Cumberland  
 
Thyra di Danimarca  
Federica di Hannover  
Vittoria Luisa di Prussia Guglielmo II di Germania  
 
Augusta di Schleswig-Holstein-Sonderburg-Augustenburg  
 

Onorificenze[modifica | modifica wikitesto]

Onorificenze spagnole[modifica | modifica wikitesto]

Lo stemma personale dell'infanta Elena come duchessa di Lugo.
lo stendando personale di sua altezza reale l’infanta Elena come duchessa di Lugo
Fascia di Dama dell'Ordine di Carlo III - nastrino per uniforme ordinaria Fascia di Dama dell'Ordine di Carlo III
— 14 ottobre 1988[9]
Dama di Gran Croce dell'Ordine di Isabella la Cattolica - nastrino per uniforme ordinaria Dama di Gran Croce dell'Ordine di Isabella la Cattolica
— 4 ottobre 1982[10]
Dama dell'Illustre Solar de Tejada - nastrino per uniforme ordinaria Dama dell'Illustre Solar de Tejada
— [11]

Onorificenze straniere[modifica | modifica wikitesto]

Gran Decorazione d'Onore in Oro con Fascia dell'Ordine al Merito della Repubblica Austriaca - nastrino per uniforme ordinaria Gran Decorazione d'Onore in Oro con Fascia dell'Ordine al Merito della Repubblica Austriaca
— 2 giugno 1997[12]
Gran Cordone dell'Ordine di Leopoldo (Belgio) - nastrino per uniforme ordinaria Gran Cordone dell'Ordine di Leopoldo (Belgio)
— 19 settembre 1994[13]
Dama di Gran Croce dell'Ordine al Merito (Cile) - nastrino per uniforme ordinaria Dama di Gran Croce dell'Ordine al Merito (Cile)
— 4 giugno 2001[14]
Dama di I Classe dell'Ordine della Corona Preziosa (Giappone) - nastrino per uniforme ordinaria Dama di I Classe dell'Ordine della Corona Preziosa (Giappone)
— 10 ottobre 1994[15][16]
Gran Cordone dell'Ordine della Stella di Giordania - nastrino per uniforme ordinaria Gran Cordone dell'Ordine della Stella di Giordania
— 20 ottobre 1999[17][18]
Dama di Gran Croce dell'Ordine d'Onore (Grecia) - nastrino per uniforme ordinaria Dama di Gran Croce dell'Ordine d'Onore (Grecia)
— 25 settembre 2001[19]
Dama di Gran Croce dell'Ordine del Quetzal (Guatemala) - nastrino per uniforme ordinaria Dama di Gran Croce dell'Ordine del Quetzal (Guatemala)
— 1º ottobre 1986[20]
Dama di Gran Croce dell'Ordine del Falcone (Islanda) - nastrino per uniforme ordinaria Dama di Gran Croce dell'Ordine del Falcone (Islanda)
— 16 settembre 1985[21]
Cavaliere di gran croce dell'Ordine al merito della Repubblica italiana - nastrino per uniforme ordinaria Cavaliere di gran croce dell'Ordine al merito della Repubblica italiana
— 27 giugno 1996[22]
Dama di Gran Croce dell'Ordine militare e civile di Adolfo di Nassau (Lussemburgo) - nastrino per uniforme ordinaria Dama di Gran Croce dell'Ordine militare e civile di Adolfo di Nassau (Lussemburgo)
— 7 maggio 2001[23]
Membro di I Classe dell'Ordine dei Tre Poteri Divini (Nepal) - nastrino per uniforme ordinaria Membro di I Classe dell'Ordine dei Tre Poteri Divini (Nepal)
— 19 settembre 1983[24]
Dama di Gran Croce dell'Ordine Reale Norvegese di Sant'Olav (Norvegia) - nastrino per uniforme ordinaria Dama di Gran Croce dell'Ordine Reale Norvegese di Sant'Olav (Norvegia)
— 25 aprile 1995
Dama di Gran Croce dell'Ordine di Orange-Nassau (Paesi Bassi) - nastrino per uniforme ordinaria Dama di Gran Croce dell'Ordine di Orange-Nassau (Paesi Bassi)
— 8 ottobre 1985[25]
Dama di Gran Croce dell'Ordine del Sole del Perù - nastrino per uniforme ordinaria Dama di Gran Croce dell'Ordine del Sole del Perù
— 5 luglio 2004[26]
Dama di Gran Croce dell'Ordine del Cristo (Portogallo) - nastrino per uniforme ordinaria Dama di Gran Croce dell'Ordine del Cristo (Portogallo)
— 13 ottobre 1988[27]
Dama di Gran Croce dell'Ordine dell'Infante Dom Henrique (Portogallo) - nastrino per uniforme ordinaria Dama di Gran Croce dell'Ordine dell'Infante Dom Henrique (Portogallo)
— 23 agosto 1996[27]
Medaglia commemorativa per il cinquantesimo genetliaco di Carlo XVI Gustavo (Svezia) - nastrino per uniforme ordinaria Medaglia commemorativa per il cinquantesimo genetliaco di Carlo XVI Gustavo (Svezia)
— 30 aprile 1996[28]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Barcelona Reporter Archiviato il 21 luglio 2012 in Archive.is.
  2. ^ Real Decreto 323/1995 Archiviato il 16 gennaio 2008 in Internet Archive.
  3. ^ ABC.es "Zarzuela announces the separation of the Duchess and Duke of Lugo" (Spanish)
  4. ^ (ES) Elmundo.es "Duchess and Duke of Lugo divorce". (Retrieved 17 November 2009)
  5. ^ (ES) Lola Galán. "Is it a State divorce?" Elpais.com (Retrieved 17 November 2009)
  6. ^ (ES) Elperiodico.com Infanta Elena of Spain and her husband sign divorce papers". (Retrieved 26 November 2009)
  7. ^ Villar, Cote. Guardián de acero para el divorcio real. La otra crónica, no. 55 (6 February 2010). El Mundo
  8. ^ (ES) Elmundo.es "La Infanta Elena ya está divorciada de Marichalar". (accessed 9 February 2010)
  9. ^ Bollettino Ufficiale di Stato
  10. ^ Bollettino Ufficiale di Stato
  11. ^ Índice de Diviseros
  12. ^ Parlamento della Repubblica Austriaca
  13. ^ See the 4th photo in this serie
  14. ^ Foro Dinastías, State visit of Chile in Spain, 2001, Group photo
  15. ^ Forum Príncipes de Asturias, State visit of Japan in Spain, 1994, Group photo
  16. ^ Hemeroteca ABC
  17. ^ Forum Príncipes de Asturias, State visit in Spain, 1999, Group photo 1 & Group photo 2
  18. ^ Hemeroteca El País
  19. ^ Foro Dinastías, State visit of Stephanopoulos in Spain, 2001, Group Photo Archiviato il 12 maggio 2018 in Internet Archive.
  20. ^ "At the Spanish Court" blog, State dinner in the Royal Palace, Queen Sofia, Elena & Cristina (State dinner for Cristina).
  21. ^ Islanda Archiviato il 26 febbraio 2014 in Internet Archive.
  22. ^ Sito web del Quirinale: dettaglio decorato.
  23. ^ Foro Dinastías, State visit of Luxembourg in Spain, 2001, Group Photo Archiviato il 4 marzo 2016 in Internet Archive.
  24. ^ Foro Dinastías State visit of Nepal in Spain, 1983
  25. ^ Viva Máxima Blog, State visit of Beatrix in Spain in 1985, Group Photo Archiviato il 21 settembre 2013 in Internet Archive.
  26. ^ Visita de Estado del Presidente de Perú a España, su hola.com. URL consultato il 6 aprile 2014 (archiviato dall'url originale il 6 aprile 2014).
  27. ^ a b (PT) Cidadãos Estrangeiros Agraciados com Ordens Portuguesas, presidencia.pt. URL consultato il 21 febbraio 2017.
  28. ^ Immagini

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN53397498 · ISNI (EN0000 0001 0463 2791 · LCCN (ENn95056128 · GND (DE119358301 · BNE (ESXX943860 (data) · WorldCat Identities (ENlccn-n95056128