Pilar di Borbone-Spagna

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Corona Real Abierta 2.svg

Pilar di Borbone-Spagna

Pilar de Borbón.jpg
Infanta di Spagna
Duchessa di Badajoz
Viscontessa vedova de la Torre
Stemma
Nome completo María del Pilar Alfonsa Juana Victoria Luisa Ignacia y Todos los Santos
Nascita Ville Saint Blaise, Cannes, 30 luglio 1936
Morte Clinica Ruber Internazionale, Madrid, 8 gennaio 2020
Luogo di sepoltura Cimitero di San Isidro
Dinastia Borbone
Padre Giovanni di Borbone-Spagna
Madre Maria Mercedes di Borbone-Due Sicilie
Consorte Luis Gómez-Acebo y Duque de Estrada
Figli Simoneta Luisa Gómez-Acebo y de Borbón
Juan Filiberto Gómez-Acebo y de Borbón
Bruno Alejandro Gómez-Acebo y de Borbón
Luis Beltrán Gómez-Acebo y de Borbón
Fernando Humberto Gómez-Acebo y de Borbón
Religione Cattolicesimo

Pilar di Borbone-Spagna, nome completo María del Pilar Alfonsa Juana Victoria Luisa Ignacia de Todos los Santos (Cannes, 30 luglio 1936Madrid, 8 gennaio 2020), duchessa di Badajoz e Infanta di Spagna, è stata la figlia maggiore dei conti di Barcellona Giovanni e Maria Mercedes, ed è stata quindi sorella maggiore di Juan Carlos di Spagna.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Doña Pilar sposò Luis Gómez-Acebo y Duque de Estrada, II Visconte de la Torre (1934 - 1991) il 5 maggio 1967 a Lisbona, in Portogallo, nel Monastero dos Jerónimos.

Rinunciò ai suoi diritti al trono in seguito al matrimonio, ma prima dell'approvazione della Costituzione spagnola, e ciò non venne pertanto ratificato dalle Cortes: sulla sua efficacia quindi i giuristi rimasero divisi.

Fu Presidente della Federazione Equestre Internazionale a partire dal 1994 al 2005, quando venne sostituita dalla principessa Haya bint Hussein. Era membro del Comitato Olimpico Internazionale per la Spagna dal 1996 al 2006, diventandone in seguito un membro onorario. Era membro del Consiglio Esecutivo del Comitato Olimpico Spagnolo.

Morì l’8 gennaio 2020 presso la Clinica Ruber Internazionale di Madrid a causa di un carcinoma intestinale.[senza fonte]

Discendenza[modifica | modifica wikitesto]

Pilar e Luis ebbero cinque figli:

  • S. E. Simoneta Luisa Gómez-Acebo y de Borbón (n. il 28 ottobre 1968);
  • S. E. Juan Filiberto Nicolás Gómez-Acebo y de Borbón (n. il 6 dicembre 1969), III Visconte de la Torre;
  • S. E. Bruno Alejandro Gómez-Acebo y de Borbón (n. il 15 giugno 1971);
  • S. E. Beltrán Luis Alfonso Gómez-Acebo y de Borbón (n. il 20 maggio 1973);
  • S. E. Fernando Humberto Gómez-Acebo y de Borbón (n. il 30 settembre 1974).

Albero genealogico[modifica | modifica wikitesto]

Genitori Nonni Bisnonni Trisnonni
Alfonso XII di Spagna Francesco d'Assisi di Borbone-Spagna  
 
Isabella II di Spagna  
Alfonso XIII di Spagna  
Maria Cristina d'Asburgo-Teschen Carlo Ferdinando d'Austria-Teschen  
 
Elisabetta Francesca d'Asburgo-Lorena  
Giovanni di Borbone-Spagna  
Enrico di Battenberg Alessandro d'Assia  
 
Julia von Hauke  
Vittoria Eugenia di Battenberg  
Beatrice di Sassonia-Coburgo-Gotha Alberto di Sassonia-Coburgo-Gotha  
 
Vittoria del Regno Unito  
Pilar di Borbone-Spagna  
Alfonso di Borbone-Due Sicilie Ferdinando II delle Due Sicilie  
 
Maria Teresa d'Asburgo-Teschen  
Carlo Tancredi di Borbone-Due Sicilie  
Maria Antonietta di Borbone-Due Sicilie Francesco conte di Trapani  
 
Maria Isabella d'Asburgo-Toscana  
Maria Mercedes di Borbone-Due Sicilie  
Luigi Filippo Alberto d'Orléans Ferdinando Filippo d'Orléans  
 
Elena di Meclemburgo-Schwerin  
Luisa d'Orléans  
Maria Isabella d'Orléans Antonio Maria Filippo Luigi d'Orleans  
 
Luisa Ferdinanda di Borbone-Spagna  
 

Onorificenze[modifica | modifica wikitesto]

Lo stemma personale dell'infanta Pilar come duchessa di Badajoz.

Onorificenze spagnole[modifica | modifica wikitesto]

Dama Nobile dell'Ordine della regina Maria Luisa - nastrino per uniforme ordinaria Dama Nobile dell'Ordine della regina Maria Luisa
— 16 aprile 1936[1]
Fascia di Dama dell'Ordine di Carlo III - nastrino per uniforme ordinaria Fascia di Dama dell'Ordine di Carlo III
— 14 ottobre 1988[2]
Dama di Gran Croce dell'Ordine Reale del Merito Sportivo - nastrino per uniforme ordinaria Dama di Gran Croce dell'Ordine Reale del Merito Sportivo
— 5 dicembre 2002[3]

Onorificenze straniere[modifica | modifica wikitesto]

Dama di Gran Croce dell'Ordine costantiniano di San Giorgio - nastrino per uniforme ordinaria Dama di Gran Croce dell'Ordine costantiniano di San Giorgio
— 18 febbraio 1960[4]
Dama di Gran Croce dell'Ordine di Sant'Olga e Santa Sofia (Grecia) - nastrino per uniforme ordinaria Dama di Gran Croce dell'Ordine di Sant'Olga e Santa Sofia (Grecia)
— 13 maggio 1962[5]
Dama di Gran Croce dell'Ordine dell'Infante Dom Henrique (Portogallo) - nastrino per uniforme ordinaria Dama di Gran Croce dell'Ordine dell'Infante Dom Henrique (Portogallo)
— 6 giugno 1968[6]

Note[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN57676127 · BNF (FRcb15831116r (data) · BNE (ESXX1520562 (data) · WorldCat Identities (ENviaf-316445884