Cristina di Borbone-Spagna

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Vai alla navigazione Vai alla ricerca
Cristina de Borbón
L'infanta Cristina nel 2011
Duchessa di Palma de Mallorca
Stemma
Stemma
In carica26 settembre 1997 –
11 giugno 2015
(17 anni e 258 giorni)
Nome completospagnolo: Cristina Federica Victoria Antonia de la Santísima Trinidad de Borbón y de Grecia
italiano: Cristina Federica Vittoria Antonia della Santissima Trinità di Borbone e di Grecia
TrattamentoSua Altezza Reale
Altri titoliInfanta di Spagna
NascitaClinica di Nostra Signora di Loreto, Madrid, Stato Spagnolo, 13 giugno 1965 (59 anni)
DinastiaBorbone di Spagna
PadreJuan Carlos I di Spagna
MadreSofia di Grecia
ConsorteIñaki Urdangarin
Figli
  • Juan Urdangarin
  • Pablo Urdangarin
  • Miguel Urdangarin
  • Irene Urdangarin
ReligioneCattolicesimo

Cristina di Borbone-Spagna (nome completo in spagnolo Cristina Federica Victoria Antonia de la Santísima Trinidad de Borbón y de Grecia; Madrid, 13 giugno 1965) è un'infanta spagnola.

Secondogenita del re Juan Carlos I e della regina Sofia, sorella minore dell'infanta Elena e sorella maggiore del re Filippo VI, è sesta in linea di successione al trono dopo le nipoti Leonor e Sofia, la sorella Elena e i figli di lei.

Nascita ed educazione

[modifica | modifica wikitesto]
Cristina tra le braccia di sua madre

L'infanta Cristina è nata nella clinica di Nostra Signora di Loreto a Madrid e fu battezzata nella chiesa del palazzo della Zarzuela dall'arcivescovo di Madrid, il 20 giugno 1965.[1] I suoi padrini furono il procugino Alfonso di Borbone Dampierre e la prozia Maria Cristina di Borbone-Spagna.[1]

Ha ricevuto la sua istruzione secondaria nella scuola di Santa María del Camino, prima di laurearsi all'Università Complutense di Madrid in scienze politiche, nel 1989.[1] Ha frequentato studi post laurea all'Università di New York, ottenendo un master's degree in relazioni internazionali nel 1990.[1]

Parla fluentemente in spagnolo, catalano, inglese, francese e greco.[2]

Cristina ha sposato il giocatore di pallamano Iñaki Urdangarin a Barcellona il 4 ottobre 1997. In quella occasione, fu creata duchessa di Palma de Mallorca a vita.[3]

Il 24 gennaio 2022 l'Agencia EFE ha annunciato l'interruzione del rapporto coniugale di Cristina e Iñaki Urdangarin.[4] Il divorzio è stato ufficializzato il 25 Gennaio 2024.

Cristina riceve la Medaglia d'Oro delle Isole Baleari da Jaume Matas, 1998

Nel 1991 fece un'esperienza pratica presso il quartier generale dell'UNESCO a Parigi e nel 1993 iniziò a lavorare a Barcellona nel coordinamento di mostre per la Caixa Foundation.[1] Nel 1997 venne promossa al ruolo di coordinatrice del Programma per la Cooperazione Internazionale e nel 2005 divenne Direttore dell'Area Sociale.[1]

Ha vissuto con la famiglia a Washington, dal 2009 al 2012, dove lavorò come Direttore del Dipartimento Internazionale della Caixa Foundation.[1] Nell'agosto 2013 si trasferì a Ginevra, in Svizzera, con i suoi quattro figli, mentre il marito, oggetto di un'indagine di malversazione, rimase a Barcellona.[5] Continuò a lavorare nell'ambito del coordinamento con le agenzie delle Nazioni Unite.[1]

Sport e partecipazione olimpica

[modifica | modifica wikitesto]

Velista appassionata, ha fatto parte della squadra di vela della Spagna alle Olimpiadi di Seoul del 1988.[1] In quell'occasione è stata anche portabandiera della rappresentativa spagnola durante la cerimonia di apertura.[1] Ha ricoperto la carica di presidente dell'International Foundation for Disabled Sailing.[1]

Indagine di corruzione

[modifica | modifica wikitesto]
L'infanta Cristina nel 2006

Nel 2011 suo marito venne accusato di utilizzare per scopi personali i fondi di una società senza scopo di lucro di proprietà sua e di Cristina, con ingenti somme di denaro inviate all'estero.[1]

Nel gennaio 2014 anche l'infanta iniziò a essere accusata di frode fiscale e di riciclaggio di denaro.[1] A febbraio venne chiamata a testimoniare al processo contro il marito e a giugno venne ufficialmente incriminata.[1]

Nel gennaio 2016 ebbe luogo il processo che la vedeva come imputata e nel febbraio 2017 venne assolta da ogni accusa, al contrario del marito che fu riconosciuto colpevole di appropriazione indebita di denaro.[1] A causa di questi eventi, già nel 2015 il fratello Filippo VI le tolse il titolo di duchessa di Palma de Mallorca.[1]

Cristina di Borbone-Spagna e Iñaki Urdangarin hanno avuto tre figli e una figlia, tutti nati a Barcellona:

  • Juan Valentín de Todos los Santos Urdangarin y de Borbón nato il 29 settembre 1999;
  • Pablo Nicolás Sebastián de Todos los Santos Urdangarin y de Borbón nato il 6 dicembre 2000;
  • Miguel de Todos los Santos Urdangarin y de Borbón nato il 30 aprile 2002;
  • Irene de Todos los Santos Urdangarin y de Borbón nata il 5 giugno 2005.

Titoli e trattamento

[modifica | modifica wikitesto]

In quanto figlia di un monarca spagnolo, Cristina ha diritto alla designazione e al rango di infanta con il trattamento di altezza reale. In occasione del suo matrimonio nel 1997 le venne concesso il titolo di duchessa di Palma de Mallorca, che suo fratello Felipe VI le ha revocato nel 2015 in seguito ad un suo coinvolgimento in uno scandalo finanziario. Il suo titolo completo é: Sua Altezza Reale Doña Cristina Federica Victoria Antonia de la Santísima Trinidad de Borbón y Grecia, Infanta di Spagna.

Onorificenze spagnole

[modifica | modifica wikitesto]
Fascia di Dama dell'Ordine di Carlo III - nastrino per uniforme ordinaria
Dama di Gran Croce dell'Ordine di Isabella la Cattolica - nastrino per uniforme ordinaria

Onorificenze straniere

[modifica | modifica wikitesto]
Gran Decorazione d'Onore in Oro con Fascia dell'Ordine al Merito della Repubblica Austriaca (Austria) - nastrino per uniforme ordinaria
Gran Cordone dell'Ordine di Leopoldo (Belgio) - nastrino per uniforme ordinaria
Dama di Gran Croce dell'Ordine nazionale al Merito (Ecuador) - nastrino per uniforme ordinaria
Membro di Classe Suprema dell'Ordine delle Virtù (Egitto) - nastrino per uniforme ordinaria
Dama di Gran Croce con Stella d'Argento dell'Ordine Nazionale José Matías Delgado (El Salvador) - nastrino per uniforme ordinaria
Dama di Gran croce dell'Ordine al merito di Germania - nastrino per uniforme ordinaria
Dama di I Classe dell'Ordine della Corona Preziosa (Giappone) - nastrino per uniforme ordinaria
Gran Cordone dell'Ordine della Stella di Giordania (Giordania) - nastrino per uniforme ordinaria
Dama di Gran Croce dell'Ordine d'Onore (Grecia) - nastrino per uniforme ordinaria
Dama di Gran Croce dell'Ordine del Quetzal (Guatemala) - nastrino per uniforme ordinaria
Dama di Gran Croce dell'Ordine del Falcone (Islanda) - nastrino per uniforme ordinaria
Dama di Gran Croce dell'Ordine militare e civile di Adolfo di Nassau (Lussemburgo) - nastrino per uniforme ordinaria
Dama di Gran Croce dell'Ordine dell'Aquila Azteca (Messico) - nastrino per uniforme ordinaria
Membro di I Classe dell'Ordine dei Tre Poteri Divini (Nepal) - nastrino per uniforme ordinaria
Dama di Gran Croce dell'Ordine Reale Norvegese di Sant'Olav (Norvegia) - nastrino per uniforme ordinaria
Dama di Gran Croce dell'Ordine di Orange-Nassau (Paesi Bassi) - nastrino per uniforme ordinaria
Dama di Gran Croce dell'Ordine del Sole del Perù (Perù) - nastrino per uniforme ordinaria
Dama di Gran Croce dell'Ordine del Cristo (Portogallo) - nastrino per uniforme ordinaria
Dama di Gran Croce dell'Ordine dell'Infante Dom Henrique (Portogallo) - nastrino per uniforme ordinaria
Medaglia commemorativa per il cinquantesimo genetliaco di Carlo XVI Gustavo (Svezia) - nastrino per uniforme ordinaria
Dama di Gran Cordone dell'Ordine dell'Elefante Bianco (Thailandia) - nastrino per uniforme ordinaria
Genitori Nonni Bisnonni Trisnonni
Alfonso XIII di Spagna Alfonso XII di Spagna  
 
Maria Cristina d'Asburgo-Teschen  
Giovanni di Borbone-Spagna  
Vittoria Eugenia di Battenberg Enrico di Battenberg  
 
Beatrice di Sassonia-Coburgo-Gotha  
Juan Carlos I di Spagna  
Carlo Tancredi di Borbone-Due Sicilie Alfonso di Borbone-Due Sicilie  
 
Maria Antonietta di Borbone-Due Sicilie  
Maria Mercedes di Borbone-Due Sicilie  
Luisa d'Orléans Luigi Filippo Alberto d'Orléans  
 
Maria Isabella d'Orléans  
Cristina di Borbone-Spagna  
Costantino I di Grecia Giorgio I di Grecia  
 
Olga Konstantinovna Romanova  
Paolo I di Grecia  
Sofia di Prussia Federico III di Germania  
 
Vittoria di Sassonia-Coburgo-Gotha  
Sofia di Grecia  
Ernesto Augusto III di Brunswick Ernesto Augusto, duca di Cumberland  
 
Thyra di Danimarca  
Federica di Hannover  
Vittoria Luisa di Prussia Guglielmo II di Germania  
 
Augusta di Schleswig-Holstein-Sonderburg-Augustenburg  
 
  1. ^ a b c d e f g h i j k l m n o p (EN) Scott Mehl, Infanta Cristina of Spain, in unofficialroyalty.com, 16 ottobre 2014. URL consultato il 4 luglio 2023.
  2. ^ Oliver Fohrmann, La Familia Real Española hoy y ayer, su Universität Heidelberg (archiviato dall'url originale il 16 dicembre 2003).
  3. ^ BOE.es - BOE-A-1997-20586 Real Decreto 1502/1997, de 26 de septiembre, por el que se concede, con carácter vitalicio, la facultad de usar el título de Duquesa de Palma de Mallorca a Su Alteza Real la Infanta Doña Cristina., su boe.es. URL consultato il 22 luglio 2021.
  4. ^ Vanessa Quinto, Spagna, l'Infanta Cristina di Borbone divorzia dal marito Iñaki Urdangarin, su rainews.it, 24 gennaio 2022. URL consultato il 1⁰ gennaio 2023.
  5. ^ Marlene Eilers Koenig, Royal Musings: Infanta Cristina: moving to Switzerland, su Royal Musings, 31 luglio 2013. URL consultato il 22 luglio 2021.
  6. ^ Bollettino Ufficiale di Stato
  7. ^ Bollettino Ufficiale di Stato
  8. ^ Parliamentary question, page=1124
  9. ^ Foro Dinastías, State visit of Belgium in Spain, 1994, Cristina & Queen Sofia
  10. ^ Visita oficial del Presidente del Ecuador a España, su hola.com. URL consultato il 7 aprile 2014 (archiviato dall'url originale il 21 giugno 2018).
  11. ^ Foro Dinastías, State visit of Egypt in Spain, Queen Sofia & Cristina
  12. ^ Foro Dinastías
  13. ^ Alamy
  14. ^ Forum Príncipes de Asturias, State visit of Japan in Spain, 1994, Group photo
  15. ^ See the 2nd photo in this serie
  16. ^ Hemeroteca ABC
  17. ^ State visit of Jordan in Spain (1985), Photo of Infanta Cristina wearing the order
  18. ^ Foro Dinastías, State visit of Stephanopoulos in Spain, 2001, Group Photo Archiviato il 12 maggio 2018 in Internet Archive.
  19. ^ "At the Spanish Court" blog, State dinner in the Royal Palace, Queen Sofia, Elena & Cristina (State dinner for Cristina).
  20. ^ Islanda Archiviato il 26 febbraio 2014 in Internet Archive.
  21. ^ Foro Dinastías, State visit of Luxembourg in Spain, 2001, Group Photo Archiviato il 4 marzo 2016 in Internet Archive.
  22. ^ State Visit of Mexican Presidente, 11 June 2008, Group photo Archiviato il 7 luglio 2012 in Archive.is.. Queen Sofia and Prince Felipe would be entitiled to receive the "Sash in Special Category", as the reform of 2011 changed the award conditions.
  23. ^ El Presidente de México de Visita Oficial en España
  24. ^ Foro Dinastías State visit of Nepal in Spain, 1983
  25. ^ Visita de Estado de los Reyes de Noruega a España, su hemeroteca.abc.es.
  26. ^ Viva Máxima Blog, State visit of Beatrix in Spain in 1985, Group Photo Archiviato il 21 settembre 2013 in Internet Archive.
  27. ^ Visita de Estado del Presidente de Perú a España, su hola.com. URL consultato il 6 aprile 2014 (archiviato dall'url originale il 6 aprile 2014).
  28. ^ a b (PT) Cidadãos Estrangeiros Agraciados com Ordens Portuguesas, su ordens.presidencia.pt, presidencia.pt. URL consultato il 21 febbraio 2017.
  29. ^ Immagini
  30. ^ Foro Dinastías, State visit in Thailand, Group Photo

Altri progetti

[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni

[modifica | modifica wikitesto]

Predecessore Linea di successione al Trono di Spagna Successore
S.E. Doña Victoria de Marichalar y de Borbón 6ª posizione Juan Valentín Urdangarín y de Borbón
Controllo di autoritàVIAF (EN87910620 · ISNI (EN0000 0000 8565 5436 · LCCN (ENn98005504 · GND (DE1073883132 · BNE (ESXX943875 (data)
  Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie