Maria Teresa Raffaella di Borbone-Spagna

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Maria Teresa Raffaella di Borbone-Spagna
Loo Maria Teresa Rafaela.jpg
Maria Teresa Raffaella ritratta da Louis-Michel van Loo
Delfina di Francia
In carica 23 febbraio 1745 – 22 luglio 1746
Predecessore Maria Adelaide di Savoia
Successore Maria Giuseppina di Sassonia
Nome completo María Teresa Antonia Rafaela
Nascita Real Alcázar di Madrid, Spagna, 11 giugno 1726
Morte Reggia di Versailles, Francia, 22 luglio 1746
Sepoltura 6 agosto 1746
Luogo di sepoltura Basilica di Saint-Denis, Francia
Dinastia Casato di Borbone
Padre Filippo V di Spagna
Madre Elisabetta Farnese
Consorte Luigi Ferdinando, Delfino di Francia
Figli Maria Teresa, Madame Royale
Firma Signature of the Infanta Marie Thérèse of Spain at her own wedding to the Dauphin of France on 23 February 1745.png

Maria Teresa Raffaella di Spagna (María Teresa Antonia Rafaela; Madrid, 11 giugno 1726Versailles, 22 luglio 1746) fu Infanta di Spagna per nascita ed in seguito moglie di Luigi, Delfino di Francia, figlio di Luigi XV di Francia. Morì di parto all'età di venti anni senza lasciare discendenza sopravvissuta.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Infanta[modifica | modifica wikitesto]

Nacque nel Real Alcázar di Madrid in Spagna, ed era la seconda figlia femmina di Filippo V di Spagna ed Elisabetta Farnese. Battezzata María Teresa Antonia Rafaela fu un'Infanta di Spagna (infanta de España) per nascita e le fu concessa la designazione e l'appellativo di altezza reale. Fu nota come María Teresa Rafaela sebbene, a volte, semplicemente Maria Teresa.[1]

Prima del fidanzamento, le corti reali spagnole e francesi erano state in rapporti molto freddi: gli spagnoli si erano sentiti insultati dai francesi, quando il fidanzamento tra Luigi XV di Francia e l'Infanta Marianna Vittoria di Spagna, sorella maggiore di Maria Teresa, era stato troncato nel 1725 e Luigi XV aveva invece sposato Maria Leszczyńska, dalla quale era nato il Delfino Luigi. Il matrimonio tra l'Infanta María Teresa Rafaela ed il Delfino fu annunciato nell'agosto 1739 dopo il matrimonio tra la Principessa Luisa Elisabetta di Francia (sorella del delfino) e l'Infante Felipe di Spagna (fratello di María Teresa Rafaela) quello stesso mese. Sotto l'influenza di sua madre Elisabetta Farnese, María Teresa Rafaela non andò in Francia fino a quando non ebbe raggiunto un'età più matura.[2]

Delfina di Francia[modifica | modifica wikitesto]

Il suo matrimonio con il delfino Luigi Ferdinando di Francia segnava la riconciliazione tra la Francia e la Spagna, parallelamente a quella della Madame Première con l'infante Filippo, dopo gli accordi di fidanzamento di Luigi XV e Maria Anna Vittoria, sorella maggiore di Maria Teresa e Filippo.

Il matrimonio ebbe luogo il 23 febbraio 1745[3]. Fu nel corso delle celebrazioni del matrimonio che il re prese come amante madame d'Etiolles (che farà in seguito marchesa di Pompadour).

Molto timida, distante, la delfina preferiva per la maggior parte del suo tempo dimorare nei suoi appartamenti e detestava il gioco d'azzardo.

Il matrimonio non fu consumato subito e ciò gettò la delfina nello scherno della corte, che fece circolare cattiverie sul delfino, di 16 anni, che veniva definito impotente. L'unione non fu consumata che sette mesi dopo le nozze, nel settembre 1745. Questo avvenimento avvicinò i due sposi, che passarono la maggior parte del tempo insieme, in un grande affiatamento, l'opposto del re che viveva separato dalla regina da circa dieci anni, non poteva più comunicare da anni, ma frequentava soprattutto gli appartamenti della sua nuova favorita.

La marchesa di Pompadour era inoltre detestata dalla giovane delfina che, con le sue sorelle, la chiamava con ironia e irriverenza, Maman Putain. In effetti, la delfina di 20 anni fu sempre ostile al monarca e sosteneva che «...la sua timidezza le impedisse totalmente di parlargli».

Morte[modifica | modifica wikitesto]

Poco dopo, Maria Teresa rimase incinta. La nascita era prevista per l'inizio di luglio 1746, ma il parto si fece attendere[4], ciò che esasperò la pazienza di Luigi XV, dei diplomatici, della corte e del popolo.

Finalmente, la principessa mise al mondo, il 19 luglio 1746, una nipotina che il delfino, profondamente triste, fece battezzare con il nome di Maria Teresa, per rendere omaggio alla sua sposa adorata.

La delfina non si riprese dal parto e morì il 22 luglio, ovvero tre giorni dopo. Suo marito provò un dolore estremo che rimase anche dopo il secondo matrimonio.

In effetti, la corte di Madrid, che teneva all'alleanza francese, propose immediatamente di risposare il delfino con l'infanta Maria Antonietta, sorella minore di Maria Teresa. Luigi XV rifiutò questa proposta, ma il delfino, dovendo fornire un erede alla sua dinastia, dovette convolare a nozze una seconda volta.

Sposò di malavoglia l'anno seguente Maria Giuseppina di Sassonia, principessa intelligente di 15 anni che seppe, malgrado la giovinezza, consolare l'inconsapevole vedovo di 19 anni, che gli avevano dato per sposo.

La piccola Maria Teresa di Francia, seguì presto sua madre nella tomba. Morì nell'aprile 1748, a 21 mesi di età.

Il suo cuore fu portato nella cappella Sainte-Anne (chiamata la "cappella dei cuori" in riferimento alla presenza di quarantacinque cuori di re e regine di Francia) nella chiesa di Val-de-Grâce. Dopo che questa piccola cappella venne profanata dai rivoluzionari nel 1793, l'architetto Petit-Radel sequestrò l'urna reliquiaria in vermeil, contenente soprattutto il cuore di Maria Teresa, vendendola o scambiandola per dei dipinti a pittori che cercavano la sostanza prodotta dall'imbalsamazione (o mummie) - molto rara e di prezzo elevato - allora reputata, una volta unita a dell'olio, capace di dare una velatura incomparabile ai dipinti.

Albero genealogico[modifica | modifica wikitesto]

Arms of Marie Thérèse Raphaëlle of Spain as Dauphine of France.png
Maria Teresa Raffaella di Borbone-Spagna Padre:
Filippo V di Spagna
Nonno paterno:
Luigi, il Gran Delfino
Bisnonno paterno:
Luigi XIV di Francia
Trisnonno paterno:
Luigi XIII di Francia
Trisnonna paterna:
Anna d'Asburgo
Bisnonna paterna:
Maria Teresa d'Asburgo
Trisnonno paterno:
Filippo IV di Spagna
Trisnonna paterna:
Elisabetta di Borbone-Francia
Nonna paterna:
Maria Anna Vittoria di Baviera
Bisnonno paterno:
Ferdinando Maria di Baviera
Trisnonno paterno:
Massimiliano I, elettore di Baviera
Trisnonna paterna:
Maria Anna d'Asburgo
Bisnonna paterna:
Enrichetta Adelaide di Savoia
Trisnonno paterno:
Vittorio Amedeo I di Savoia
Trisnonna paterna:
Maria Cristina di Borbone-Francia
Madre:
Elisabetta Farnese
Nonno materno:
Odoardo II Farnese
Bisnonno materno:
Ranuccio II Farnese
Trisnonno materno:
Odoardo I Farnese
Trisnonna materna:
Margherita de' Medici
Bisnonna materna:
Isabella d'Este
Trisnonno materno:
Francesco I d'Este
Trisnonna materna:
Maria Farnese
Nonna materna:
Dorotea Sofia di Neuburg
Bisnonno materno:
Filippo Guglielmo del Palatinato
Trisnonno materno:
Wolfgang Guglielmo del Palatinato-Neuburg
Trisnonna materna:
Maddalena di Baviera
Bisnonna materna:
Elisabetta Amalia d'Assia-Darmstadt
Trisnonno materno:
Giorgio II d'Assia-Darmstadt
Trisnonna materna:
Sofia Eleonora di Sassonia

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Leo van de Pas, Infanta María Teresa Rafaela of Spain, su Genealogics.org. URL consultato il 10 settembre 2010.
  2. ^ Armstrong, p 343
  3. ^ (FR) Marie-Thérèse-Raphaëlle de Bourbon-Espagne, su www.histoire-et-secrets.com.
  4. ^ (FR) Marie-Raphaëlle de Bourbon-Espagne, belle-fille de Louis XV, enviedhistoire.canalblog.com.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Evelyne Lever, Madame de Pompadour. Passioni e destino di una favorita, Milano, Mondadori, 2002, ISBN 88-04-51762-X.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: (EN34393130 · LCCN: (ENnr2002022601 · GND: (DE142707007 · BNF: (FRcb149670366 (data) · CERL: cnp01275924