Odoardo I Farnese

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Odoardo I Farnese
Odoardo Farnese.jpg
Duca di Parma e Piacenza
Stemma
In carica 5 marzo 1622 – 11 settembre 1646
Predecessore Ranuccio I
Successore Ranuccio II
Duca di Castro
In carica 16221646
Predecessore Ranuccio I Farnese
Successore Ranuccio II Farnese
Nascita Parma, Ducato di Parma, 28 aprile 1612
Morte Parma, Ducato di Parma, 11 settembre 1646
Dinastia Arms of the House of Farnese.svg Farnese
Padre Ranuccio I Farnese
Madre Margherita Aldobrandini
Consorte Margherita de' Medici
Figli Ranuccio II Farnese
Alessandro
Orazio
Caterina
Maria Maddalena
Pietro
Religione Cattolicesimo

Odoardo Farnese (Parma, 28 aprile 1612Piacenza, 11 settembre 1646) fu il quinto duca di Parma e Piacenza, dal 1622 fino alla morte, e il sesto duca di Castro, dal 1622 al 1646.

Note biografiche[modifica | modifica wikitesto]

Odoardo fu il secondo figlio maschio legittimo di Ranuccio I Farnese e di Margherita Aldobrandini; il primogenito, Alessandro (1610–1630), era sordomuto. Dopo che il figlio naturale di Ranuccio, Ottavio, fu rinchiuso nel carcere della Rocchetta[1], iniziò a regnare sotto la reggenza prima dello zio, il cardinale Odoardo Farnese, poi alla di lui morte, nel 1626, sotto la reggenza della madre.

All’età di sedici anni, nel 1628, acquisì i pieni poteri ducali e sposò la quindicenne Margherita de' Medici, figlia del granduca di Toscana Cosimo II de' Medici. Il suo primo atto politico come duca, fu un’alleanza con la Francia di Richelieu (1633) per contrastare il predominio della Spagna in nord Italia e per soddisfare la sua smania di paragonarsi al nonno Alessandro Farnese. Il duca aveva un esercito di 6.000 fanti, ma per mantenerlo costringeva i suoi sudditi a forti privazioni ed arrivò ad indebitarsi con banchieri e mercanti. Nonostante le forti spese sostenute, la sua prima campagna fu negativa: Piacenza fu occupata dalle truppe spagnole e le sue truppe furono sbaragliate in territorio parmense da Francesco I d'Este. Allora il duca si precipitò in Francia. Ma non ricevette l’aiuto sperato, così, nel 1637, Papa Urbano VIII lo convinse a firmare un trattato di pace con la Spagna che, una volta sciolta l’alleanza con la Francia avrebbe sgomberato Piacenza.

Per pagare i debiti contratti per la guerra, Urbano VIII concesse ad Odoardo di emettere titoli di prestito, attraverso i Monti Farnesiani, garantiti dalle rendite del Ducato di Castro. Però, qualche tempo dopo, la famiglia Barberini, quella del papa, con manovre scorrette, cercò di impadronirsi del ducato. Odoardo, che non aveva intenzione di cederlo, iniziò i lavori di fortificazione delle piazzeforti. Questa manovra indispettì il papa che nel 1641 invase il ducato e scomunicò il duca. Per tutta risposta Odoardo si alleò con Venezia, Firenze e Modena ed invase lo stato pontificio con 7.000 fanti, scorrendolo da nord a sud: nel 1642, infatti, era a Forlì, dove però trattenne le truppe dal saccheggio, diversamente da quel che successe in altre località, come Acquapendente, presso Viterbo. Tuttavia la sua flotta fu distrutta e, il 31 marzo 1644, grazie alla mediazione del cardinale Mazzarino, successore di Richelieu, firmò la pace con il papa, che gli restituì Castro e lo riammise nella Chiesa.

Odoardo morì improvvisamente a Piacenza l’11 settembre 1646. Aveva 34 anni. Nell'estate erano morte anche la sorella Maria, duchessa di Modena, e la madre Margherita Aldobrandini.

Matrimonio e figli[modifica | modifica wikitesto]

Odoardo Farnese sposò Margherita de' Medici, dalla quale ebbe sei figli:

Ascendenza[modifica | modifica wikitesto]

Ducato di Parma e Piacenza
Farnese
Arms of the House of Farnese.svg

Pier Luigi
Ottavio
Figli
Alessandro
Ranuccio I
Figli
Odoardo I
Ranuccio II
Nipoti
Francesco
Antonio
Odoardo I Farnese Padre:
Ranuccio I Farnese
Nonno paterno:
Alessandro Farnese
Bisnonno paterno:
Ottavio Farnese
Trisnonno paterno:
Pier Luigi Farnese
Trisnonna paterna:
Gerolama Orsini
Bisnonna paterna:
Margherita d'Austria
Trisnonno paterno:
Carlo V d'Asburgo
Trisnonna paterna:
Giovanna van der Gheynst
Nonna paterna:
Maria d'Aviz
Bisnonno paterno:
Eduardo d'Aviz
Trisnonno paterno:
Manuele I del Portogallo
Trisnonna paterna:
Maria di Trastámara
Bisnonna paterna:
Isabella di Braganza
Trisnonno paterno:
Giacomo di Braganza
Trisnonna paterna:
Doña Leonor Pérez de Guzmán
Madre:
Margherita Aldobrandini
Nonno materno:
Giovanni Francesco Aldobrandini
Bisnonno materno:
Giorgio Aldobrandini
Trisnonno materno:
Giacomo Aldobrandini
Trisnonna materna:
Bartolomea Ambrogi
Bisnonna materna:
Margherita Del Corno
Trisnonno materno:
Donato Del Corno
Trisnonna materna:
?
Nonna materna:
Olimpia Aldobrandini
Bisnonno materno:
Pietro Aldobrandini
Trisnonno materno:
Silvestro Aldobrandini
Trisnonna materna:
Lisa Dati
Bisnonna materna:
Flaminia Ferracci
Trisnonno materno:
 ?
Trisnonna materna:
 ?

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ La Rocchetta era un edificio con un voltone che serviva da ingresso al parco ducale di Parma, posto al termine del ponte della Rocchetta (oggi non più esistente e sostituito dal ponte Verdi).

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Predecessore Duca di Parma Successore Armoiries Parme 1592.svg
Ranuccio I Farnese 16221646 Ranuccio II Farnese
Predecessore Duca di Castro Successore Duchy of Castro CoA.svg
Ranuccio I Farnese 16221646 Ranuccio II Farnese
Controllo di autorità VIAF: (EN89739987 · LCCN: (ENnr99012125 · GND: (DE124388140 · BNF: (FRcb12358170c (data)
biografie Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie