Vittoria Farnese

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Nota disambigua.svg Disambiguazione – Se stai cercando la duchessa di Modena e Reggio, vedi Vittoria Farnese d'Este.
Vittoria Farnese
Vittoria Farnese, duchessa di Urbino.jpg
Ritratto di Vittoria Farnese del XVI secolo. Oggi qiesto dipinto è conservato nel Museo di Belle Arti di Budapest
Duchessa consorte di Urbino
Stemma
In carica 1548
1574
Predecessore Giulia Varano
Successore Lucrezia d'Este
Nascita Valentano, 10 agosto 1521
Morte Urbino, 13 settembre 1602
Luogo di sepoltura Chiesa di Sant'Ubaldo, Pesaro
Dinastia Farnese per nascita
Della Rovere per matrimonio
Padre Pier Luigi Farnese
Madre Gerolama Orsini
Consorte Guidobaldo II della Rovere
Figli Isabella
Francesco Maria
Lavinia Feltria
Religione Cattolicesimo
Ducato di Parma e Piacenza
Farnese
Coat of Arms of the Duke Ranuncius Farnese (1600-1622).svg

Pier Luigi
Ottavio
Figli
Alessandro
Ranuccio I
Figli
Odoardo I
Ranuccio II
Nipoti
Francesco
Antonio

Vittoria Farnese (Valentano, 10 agosto 1521Urbino, 13 settembre 1602) era figlia di Pier Luigi Farnese, figlio di papa Paolo III, e di Gerolama Orsini. Fu per matrimonio duchessa di Urbino.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Matrimonio[modifica | modifica wikitesto]

Nel 1538, nell'ambito di un avvicinamento tra Paolo III e lo stato filospagnolo di Firenze, Vittoria era stata proposta in sposa al giovane duca Cosimo I[1].

Svanita questa idea, Vittoria sposò poi il 26 gennaio 1548 Guidobaldo II della Rovere, duca di Urbino e vedovo l'anno prima di Giulia da Varano che gli aveva dato la figlia Virginia.

Duchessa di Urbino[modifica | modifica wikitesto]

La duchessa Vittoria Farnese.

Guidolbaldo diede in dono quello stesso anno alla sua sposa la rocca di Gradara che ella governò fino alla morte del marito avvenuta nel 1574[2]. Nel 1552 Vittoria volle riformare gli Statuti comunali che i Malatesta, precedenti signori di Gradara, avevano concesso alla cittadina dal 1363[3].

Morte[modifica | modifica wikitesto]

Vittoria morì a Pesaro nel 1602. Le sue spoglie riposano ancora oggi presso la chiesa di Sant'Ubaldo[4].

Discendenza[modifica | modifica wikitesto]

Diede al marito tre figli[5]:

Fu affidata a Vittoria l'educazione di Clelia Farnese. Ella era figlia del Cardinale Alessandro Farnese e crebbe presso la corte della zia Vittoria con le cugine Isabella e Lavinia che avevano più o meno la sua età[6].

Note[modifica | modifica wikitesto]

La Rocca di Gradara.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Predecessore Duchessa consorte di Urbino Successore Coat of arms of Federico and Guidobaldo da Montefeltro.svg
Giulia Varano 15481574 Lucrezia d'Este
Controllo di autoritàVIAF (EN37729183 · GND (DE119552841 · CERL cnp00559088 · WorldCat Identities (ENviaf-37729183