Margherita Farnese

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Nota disambigua.svg Disambiguazione – Se stai cercando altri personaggi della famiglia Gonzaga, vedi Margherita Gonzaga (disambigua).
Margherita Farnese
Маргарита Фарнезе.jpg
Ritratto di Margherita Farnese,
di autore ignoto.
Marchesa consorte di Viadana
In carica 1581 - 1583
Predecessore Nessuno
Successore Eleonora de' Medici
Altri titoli Principessa di Parma e Piacenza
Nascita Parma, 7 novembre 1567
Morte Piacenza, 13 aprile 1643
Luogo di sepoltura Basilica di Santa Maria della Steccata, Parma
Dinastia Farnese
Padre Alessandro Farnese
Madre Maria d'Aviz
Consorte di Vincenzo I Gonzaga
Figli Nessuno
Religione Cattolicesimo
Ducato di Parma e Piacenza
Farnese
Coat of Arms of the Duke Ranuncius Farnese (1600-1622).svg

Pier Luigi
Ottavio
Figli
Alessandro
Ranuccio I
Figli
Odoardo I
Ranuccio II
Nipoti
Francesco
Antonio

Margherita Farnese (Parma, 7 novembre 1567Piacenza, 13 aprile 1643) era figlia di Alessandro Farnese, duca di Parma e Piacenza, e Maria d'Aviz, nipote dell'imperatore Carlo V.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Aveva lo stesso nome dalla nonna paterna Margherita d'Austria, figlia naturale dell'imperatore Carlo V.

Il matrimonio[modifica | modifica wikitesto]

Sposò a Piacenza il 2 marzo 1581 Vincenzo I Gonzaga, futuro duca di Mantova, figlio di Guglielmo Gonzaga e di Eleonora d'Austria. Il fine politico alla base del matrimonio era probabilmente quello di creare un'alleanza antifiorentina tra Gonzaga e Farnese[1]. Il matrimonio, sicuramente, superava la vecchia rivalità tra le due famiglie risalente a quando nel 1547 Ferrante I Gonzaga organizzò una congiura ai danni di Pier Luigi Farnese, primo duca di Parma e Piacenza[1].

Gli sposi entrarono solennemente a Mantova il 30 aprile 1581.

A causa di una malformazione fisica, però, Margherita non riuscì a consumare il matrimonio. Esso pertanto venne annullato il 26 maggio 1583[2]. Margherita fu riaccompagnata a Parma dal fratello Ranuccio I Farnese l'anno dopo il matrimonio[1].

Margherita Farnese in abito monacale.

Vincenzo si risposò nel 1584 con Eleonora de' Medici, da cui ebbe sei figli.

Vita in convento[modifica | modifica wikitesto]

Non essendo quindi capace di generare figli, Margherita fu costretta a ritirarsi in convento[3] e a prendere i voti. Divenne quindi religiosa benedettina nel monastero di San Paolo a Parma[4] col nome di suor Maura Lucenia[5]. Fu poi badessa di Sant'Alessandro, dove morì e fu sepolta[6]. Nel 1853 Carlo III di Borbone-Parma fece trasferite i suoi resti nella Basilica di Santa Maria della Steccata[7].

Dopo il 1616, suor Maura intervenne, sostenuta dall'aiuto economico offerto dai devoti, a completare la chiesa francescana dei Santi Gervaso e Protaso, oggi dedicata invece alla Santissima Annunziata, secondo il progetto di Giambattista Fornovo[5].

Nella cultura di massa[modifica | modifica wikitesto]

La vicenda nuziale di Margherita ispirò il film del 1966 Una vergine per il principe con Vittorio Gassman, Virna Lisi e Anna Maria Guarnieri, nel ruolo della principessa Farnese[8].

Ascendenza[modifica | modifica wikitesto]

Albero genealogico di tre generazioni di Margherita Farnese
Margherita Farnese Padre:
Alessandro Farnese
Nonno paterno:
Ottavio Farnese
Bisnonno paterno:
Pier Luigi Farnese
Trisnonno paterno:
Papa Paolo III
Trisnonna paterna:
Silvia Ruffini
Bisnonna paterna:
Gerolama Orsini
Trisnonno paterno:
Conte Ludovico Orsini
Trisnonna paterna:
Giulia Conti
Nonna paterna:
Margherita d'Austria
Bisnonno paterno:
Carlo V d'Asburgo
Trisnonno paterno:
Filippo I di Castiglia
Trisnonna paterna:
Giovanna di Castiglia
Bisnonna paterna:
Giovanna van der Gheynst
Trisnonno paterno:
Gilles Johann van der Gheynst
Trisnonna paterna:
Johanna van der Caye van Cocambi
Madre:
Maria d'Aviz
Nonno materno:
Eduardo d'Aviz
Bisnonno materno:
Manuele I del Portogallo
Trisnonno materno:
Ferdinando d'Aviz
Trisnonna materna:
Beatrice d'Aviz
Bisnonna materna:
Maria di Trastámara
Trisnonno materno:
Ferdinando II di Aragona
Trisnonna materna:
Isabella di Castiglia
Nonna materna:
Isabella di Braganza
Bisnonno materno:
Giacomo di Braganza
Trisnonno materno:
Ferdinando II di Braganza
Trisnonna materna:
Isabella di Viseu
Bisnonna materna:
Leonor Pérez de Guzmán
Trisnonno materno:
Juan de Guzman, duca di Medina Sidonia
Trisnonna materna:
Isabel de Velasco

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c http://www.provincia.alessandria.it/marchesimonferrato/Guglielmo%20Gonzaga.htm
  2. ^ Gonzaga 3
  3. ^ Nel 1585 la sua relazione con Giulio Cima, il suo ex insegnante di musica, suscitò scalpore: G. Biondi, Donne di casa Farnese. La corte al femminile, in L. Fornari Schianchi (a cura di), I Farnese. Arte e collezionismo. Studi, Milano, 1995, p. 185; E. Nasalli Rocca, I Farnese, Roma, 1969, p. 130.
  4. ^ Vincenzo
  5. ^ a b turismo.parma | Luoghi da visitare | Chiesa della SS.Annunziata
  6. ^ FARNESE, Margherita, su treccani.it, Istituto dell'Enciclopedia Italiana. URL consultato il 29 aprile 2017.
  7. ^ FARNESE, Margherita, su treccani.it, Istituto dell'Enciclopedia Italiana. URL consultato il 29 aprile 2017.
  8. ^ Una vergine per il principe - MYmovies

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Maria Bellonci, Segreti dei Gonzaga, Verona, 1947, ISBN non esistente.
  • Giuseppe Amadei e Ercolano Marani (a cura di), I ritratti gonzagheschi della collezione di Ambras, Mantova, 1980, ISBN non esistente.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Predecessore Marchesa consorte di Viadana Successore
Nessuno 1581 - 1583 Eleonora de' Medici
Controllo di autorità VIAF: (EN169240129