Carlo Tancredi di Borbone-Due Sicilie

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Carlo Tancredi
Carlos Maria of Bourbon-Two Sicilies.jpg
Principe Carlos di Borbone-Due Sicilie in un ritratto fotografico d'epoca
Duca di spettanza di Noto
Stemma
In carica 1894 –
1949
Predecessore Alfonso
Successore Alfonso Maria
Nome completo Carlo Maria Francesco d'Assisi Pasquale Ferdinando Antonio di Padova Francesco de Paola Alfonso Andrea Avelino Tancredi
Nascita Gries, Bolzano, Austria-Ungheria, 10 novembre 1870
Morte Siviglia, Spagna, 11 novembre 1949
Dinastia Borbone-Due Sicilie
Padre Principe Alfonso, conte di Caserta
Madre Principessa Maria Antonietta di Borbone-Due Sicilie
Coniugi Mercedes, principessa delle Asturie
Principessa Luisa d'Orléans
Figli Alfonso
Fernando
Isabella Alfonsa
Carlos
Maria de los Dolores
Maria Mercedes
Maria de la Esperanza
Religione Cattolicesimo

Carlo Tancredi di Borbone-Due Sicilie (nome completo: Carlo Maria Francesco di Assisi Pasquale Fernando Antonio di Padova Francesco di Paola Alfonso Andrea Avelino Tancredi; Gries, 10 novembre 1870Siviglia, 11 novembre 1949) era principe delle Due Sicilie e duca di Noto di spettanza.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Infanzia[modifica | modifica wikitesto]

Era il secondo figlio maschio di Alfonso di Borbone-Due Sicilie, conte di Caserta e pretendente al trono delle Due Sicilie, e di sua moglie, la principessa Maria Antonietta di Borbone-Due Sicilie.

Carriera militare[modifica | modifica wikitesto]

Carlo servì nell'esercito spagnolo nella guerra ispano-americana, raggiungendo il grado di Ispettore Generale[1].

Primo matrimonio[modifica | modifica wikitesto]

Nel 1894 suo padre Alfonso divenne Capo della Casa Reale di Borbone-Due Sicilie: essendone il secondogenito maschio, in vista del matrimonio con la moglie, Infanta di Spagna e possibile erede della corona, Carlo Tancredi, in ossequio alle leggi dinastiche ed alle prassi del Regno delle Due Sicilie, rinunciò ai propri diritti di successione al trono delle Due Sicilie il 14 dicembre 1900 firmando l'Atto di Cannes: poco dopo, il 7 febbraio 1901, fu creato Infante di Spagna.

Sposò, il 14 febbraio 1901 a Madrid, l'Infanta di Spagna Mercedes, figlia maggiore di Alfonso XII di Spagna e di Maria Cristina d'Asburgo-Teschen.

Secondo matrimonio[modifica | modifica wikitesto]

Morta la moglie Mercedes nel 1904, sposò, nel 1907, sposò la principessa Luisa d'Orléans, figlia del principe Filippo, conte di Parigi, con cui ebbe quattro figli.

Morte[modifica | modifica wikitesto]

Carlo Tancrede morì il 11 novembre 1949 a Siviglia.

Ad oggi i discendenti del principe Carlo includono il re di Spagna, uno dei due pretendenti al trono delle Due Sicilie e la famiglia imperiale brasiliana.

Successione[modifica | modifica wikitesto]

Nel 1960 il primogenito di Alfonso conte di Caserta, il duca Ferdinando Pio di Borbone-Due Sicilie morì senza eredi maschi, il figlio di Carlo Tancredi, Don Alfonso, Infante di Spagna ne divenne l'erede naturale come Capo della Casata e come Sovrano Gran Magistero degli ordini dinastici, tra i quali dell'Ordine costantiniano di San Giorgio.

Suo zio il duca Ranieri di Borbone-Due Sicilie, quarto figlio maschio di Alfonso conte di Caserta accese una disputa, che non si è ancora risolta, contestando al nipote la titolarità della Casa. Tuttavia la pronuncia del Consiglio di Stato del Regno di Spagna, dopo aver consultato le massime autorità in materia di giurisprudenza, araldica, genealogia e diplomatica, che alla unanimità indicano la linea primogenita come legittima, emette un decreto inoppugnabile in cui sancisce come Capo della Casa è detentore dei diritti il rappresentante della linea primogenita. La Casa Reale di Spagna, Parma, Portogallo, Orleans, Austria e altre case reali non più regnanti in Europa riconoscono i diritti dei discendenti di Carlo Tancredi.

Discendenza[modifica | modifica wikitesto]

Carlo Tancredi e Maria de las Mercedes di Borbone-Spagna, sua prima moglie, ebbero tre figli:

Dal suo secondo matrimonio con Luisa d'Orléans nacquero quattro figli:

Ascendenza[modifica | modifica wikitesto]

Genitori Nonni Bisnonni Trisnonni
Francesco I delle Due Sicilie Ferdinando I delle Due Sicilie  
 
Maria Carolina d'Asburgo-Lorena  
Ferdinando II delle Due Sicilie  
Maria Isabella di Borbone-Spagna Carlo IV di Spagna  
 
Maria Luisa di Borbone-Parma  
Principe Alfonso, Conte di Caserta  
Arciduca Carlo, Duca di Teschen Leopoldo II, Sacro Romano Imperatore  
 
Maria Luisa di Spagna  
Maria Teresa d'Austria  
Principessa Enrichetta di Nassau-Weilburg Federico Guglielmo, Duca di Nassau  
 
Burgravia Luisa Isabella di Kirchberg  
Carlo Tancredi di Borbone-Due Sicilie  
Francesco I delle Due Sicilie Ferdinando I delle Due Sicilie  
 
Maria Carolina d'Asburgo-Lorena  
Principe Francesco, Conte di Trapani  
Maria Isabella di Borbone-Spagna Carlo IV di Spagna  
 
Maria Luisa di Borbone-Parma  
Principessa Maria Antonietta di Borbone-Due Sicilie  
Leopoldo II di Toscana Ferdinando III di Toscana  
 
Luisa Maria Amalia di Borbone-Napoli  
Maria Isabella d'Asburgo-Lorena  
Maria Antonia di Borbone-Due Sicilie Francesco I delle Due Sicilie  
 
Maria Isabella di Borbone-Spagna  
 

Titoli e trattamento[modifica | modifica wikitesto]

  • 10 novembre 1870 - 7 Febbraio 1901: Sua Altezza, il Principe Carlo di Borbone delle Due Sicilie
  • 7 febbraio 1901 - 11 novembre 1949: Sua Altezza Reale, Infante Carlos di Spagna, il principe di Borbone-Due Sicilie

Onori[modifica | modifica wikitesto]

  • Principe della Reale Casa Borbone delle Due Sicilie (1870-1900)
  • Duca "di spettanza" di Noto (1894)
  • Principe della R. Casa Borbone Due Sicilie ed Infante di Spagna (Reg. decr. 7 febb. 1901)

Onorificenze[modifica | modifica wikitesto]

Onorificenze spagnole[modifica | modifica wikitesto]

Cavaliere dell'Ordine del Toson d'oro - nastrino per uniforme ordinaria Cavaliere dell'Ordine del Toson d'oro
— 7 febbraio 1901[2]
Collare dell'Ordine di Carlo III - nastrino per uniforme ordinaria Collare dell'Ordine di Carlo III
— 7 febbraio 1901[3]
Cavaliere di Gran Croce dell'Ordine di Isabella la Cattolica - nastrino per uniforme ordinaria Cavaliere di Gran Croce dell'Ordine di Isabella la Cattolica
— 7 febbraio 1901[3]
Commendatore Maggiore vacante dell'Ordine Militare di Alcántara - nastrino per uniforme ordinaria Commendatore Maggiore vacante dell'Ordine Militare di Alcántara
— 21 marzo 1901[4]
Cavaliere di Gran Croce con decorazione rossa dell'Ordine al Merito Militare - nastrino per uniforme ordinaria Cavaliere di Gran Croce con decorazione rossa dell'Ordine al Merito Militare
— 4 maggio 1910[5]
Cavaliere di Gran Croce con decorazione bianca dell'Ordine al Merito Navale - nastrino per uniforme ordinaria Cavaliere di Gran Croce con decorazione bianca dell'Ordine al Merito Navale
— 10 ottobre 1923[6]
Cavaliere di Gran Croce dell'Ordine di Sant'Ermenegildo - nastrino per uniforme ordinaria Cavaliere di Gran Croce dell'Ordine di Sant'Ermenegildo
— 8 luglio 1929[7]
Cavaliere di Gran Croce dell'Ordine militare di Maria Cristina - nastrino per uniforme ordinaria Cavaliere di Gran Croce dell'Ordine militare di Maria Cristina

Onorificenze straniere[modifica | modifica wikitesto]

Cavaliere di Gran Croce dell'Ordine della Torre e della Spada (Portogallo) - nastrino per uniforme ordinaria Cavaliere di Gran Croce dell'Ordine della Torre e della Spada (Portogallo)
Cavaliere di Gran Croce dell'Ordine del Bagno (Regno Unito) - nastrino per uniforme ordinaria Cavaliere di Gran Croce dell'Ordine del Bagno (Regno Unito)
— [8]
Cavaliere di Gran Croce dell'Ordine Reale Vittoriano (Regno Unito) - nastrino per uniforme ordinaria Cavaliere di Gran Croce dell'Ordine Reale Vittoriano (Regno Unito)
— [8]

Note[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN81318954 · ISNI (EN0000 0000 5854 698X · GND (DE1129726479 · BNF (FRcb17130706x (data) · BNE (ESXX1517690 (data) · WorldCat Identities (ENviaf-81318954