Duca di Noto

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Il titolo nobiliare di Duca di Noto ha origine durante il periodo normanno, venendo tipicamente ad indicare il secondo in linea di successione al trono regale di Sicilia. Il primo fu il Duca Giordano. La consuetudine non fu sempre rispettata, dunque ad esempio troviamo in epoca aragonese il Duca Pietro fratello di Re Alfonso. In epoca borbonica tale consuetudine divenne poi legge[1]. Infatti il 4 gennaio 1817[2] il Re Ferdinando I delle Due Sicilie diede il titolo di Duca di Noto al figlio primogenito del Duca di Calabria, quindi secondo in linea di successione al trono duo-siciliano, e segnatamente il Principe Ferdinando, futuro Re Ferdinando II delle Due Sicilie. Il titolo non era trasmissibile in termini assoluti, bensì doveva rispettare la normativa dello Stato borbonico, atto ad identificare la continuità della linea di successione duo-siciliana. Attualmente è Duca di Noto Sua Altezza Reale Giacomo di Borbone Due Sicilie y Landaluce, figlio primogenito del Duca di Calabria Pietro Borbone Due Sicilie.

Bibliografia principale[modifica | modifica wikitesto]

  • Salvatore Russo Ferruggia, Storia della città di Noto, Noto, 1838, p. 72 e succ.
  • Storia del Reame di Napoli dal 1734 sino al 1825 di Pietro Colletta
  • La chiave della collezione delle leggi e de' decreti reali del Regno delle Due Sicilie di Domenico Antonio Patroni

Note[modifica | modifica wikitesto]