Corpus Christi

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Nota disambigua.svg Disambiguazione – Se stai cercando altri significati, vedi Corpus Christi (disambigua).
Corpus Christi
city
(EN) City of Corpus Christi
Corpus Christi – Bandiera
Corpus Christi – Veduta
Panorama del centro di Corpus Christi
Localizzazione
StatoStati Uniti Stati Uniti
Stato federatoFlag of Texas.svg Texas
ConteaNueces
Aransas
Kleberg
San Patricio
Amministrazione
SindacoJoe McComb
Territorio
Coordinate27°44′34″N 97°24′07″W / 27.742778°N 97.401944°W27.742778; -97.401944 (Corpus Christi)Coordinate: 27°44′34″N 97°24′07″W / 27.742778°N 97.401944°W27.742778; -97.401944 (Corpus Christi)
Altitudinem s.l.m.
Superficie1 192 km²
Abitanti305 215 (2010)
Densità256,05 ab./km²
Altre informazioni
Cod. postale78401, 78402, 78404, 78405, 78406, 78407, 78408, 78409, 78410, 78411, 78412, 78413, 78414, 78415, 78416, 78417, 78418
Prefisso361
Fuso orarioUTC-6
Cartografia
Mappa di localizzazione: Stati Uniti d'America
Corpus Christi
Corpus Christi
Corpus Christi – Mappa
Sito istituzionale

Corpus Christi (/ˌkɔːrpəs ˈkrɪsti/), colloquialmente Corpus, è un comune (city) degli Stati Uniti d'America e capoluogo della contea di Nueces nello Stato del Texas. Una piccola parte della città si estende nelle contee di Aransas, Kleberg e San Patricio. La popolazione era di 305,215 abitanti al censimento del 2010, il che la rende l'ottava città più popolosa dello stato e la 60ª città più popolosa della nazione. Si trova 130 miglia a sud-est di San Antonio. I confini politici della città comprendono la baia di Nueces e la baia di Corpus Christi.

L'area metropolitana di Corpus Christi possiede una popolazione stimata di 442,600 abitanti. È anche il fulcro delle sei contee che compongono l'area statistica combinata di Corpus Christi-Kingsville-Alice, che al 2013 la sua popolazione era stimata in 516,793 abitanti. Il porto di Corpus Christi è il quinto più grande degli Stati Uniti. La regione è servita dall'Aeroporto Internazionale di Corpus Christi.

Il nome della città significa "Corpo di Cristo" in latino. Il nome le fu dato dall'esploratore spagnolo Alonso Álvarez de Pineda che nel 1519 scoprì la baia di Corpus Christi nel giorno della festività del Corpus Domini, festività che diede così il nome alla baia. Il soprannome della città è "frizzante città di mare", particolarmente presente in letteratura turistica.

Geografia fisica[modifica | modifica wikitesto]

Territorio[modifica | modifica wikitesto]

Secondo l'Ufficio del censimento degli Stati Uniti d'America la città ha un'area totale di 460.2 miglia quadrate (1,192.0 km²), di cui miglia 154.6 quadrate (400.5 km², corrispondenti al 33.60% dell'intero territorio) sono terra, mentre 305.6 miglia quadrate (791.5 km², corrispondenti al 66.40% del territorio) sono costituiti dall'acqua. L'acqua potabile della città è fornita da tre serbatoi, il Lake Corpus Christi, il Canyon Reservoir Choke, e il Lake Texana. Attraverso un efficace partnership regionale con l'Autorità del fiume Rio Nueces e l'autorità del porto di Corpus Christi, è stata costruita una condotta di 101 miglia (163 km), che trasporta l'acqua dal lago Texana e dal lago Colorado all'O.N. Stevens Water Treatment Plant.[1] Tutti i serbatoi sono al di fuori dei confini della città. Per supportare le esigenze d'acqua future, sono in fase di completamento dei piani per costruire un impianto di desalinizzazione.[2]

Clima[modifica | modifica wikitesto]

La città ha un clima subtropicale umido, con estati calde e molto brevi, ed inverni miti. Il clima più freddo è presente nei mesi tra novembre a febbraio. Marzo ad aprile sono abbastanza caldi. La parte più calda dell'anno a Corpus Christi è il periodo da giugno a settembre, con agosto che è il picco della temperatura della stagione estiva. Ancora caldo ma non come i mesi precedenti è ottobre. La presenza nella città del vento è molto corposa, dove la sua velocità raggiunge spesso le 25 miglia all'ora (40 km/h) con raffiche che raggiungono più di 35 miglia all'ora (56 km/h). La temperatura record della città è di 109 °F (43 °C), il 5 settembre, 2000.[3][4] La temperatura più bassa mai registrata a Corpus Christi è di 11 °F (-12 °C). Nel dicembre 2004 la città fu colpita da una tempesta di neve molto violenta: 4,4 pollici (11 cm) di neve. La neve si sciolse il giorno dopo il 25 dicembre. Vista l'unicità dell'evento furono scritti tre libri: Snow, More Snow, e More Snow for Kids.[5]

Corpus Christi[3][4] Mesi Stagioni Anno
Gen Feb Mar Apr Mag Giu Lug Ago Set Ott Nov Dic InvPriEst Aut
T. max. mediaC) 19,421,324,427,630,332,733,934,732,329,124,420,220,327,433,828,627,5
T. min. mediaC) 8,410,313,517,221,123,323,823,922,218,213,49,29,317,323,717,917,0
Umidità relativa media (%) 60,578,076,076,077,580,078,575,074,575,573,574,070,876,577,874,574,9

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Mappa di Corpus Christi del 1887
Ristorante danneggiato dopo il passaggio dell'uragano Allen

La città venne costituita il 9 settembre 1852 [6], ma fu fondata nel 1839 dal colonnello Henry Lawrence Kinney come centro per il commercio dell'esercito rivoluzionario del Messico (stanziato a 25 miglia di distanza) e vide la propria sovranità disputatarsi tra i texani della Repubblica del Texas ed i messicani[7].
Data la sua posizione a sud del Rio Nueces, alla vigilia della guerra messicano-statunitense il generale Zachary Taylor stabilì proprio in questa città un accampamento rimasto fino al 1846 quando, alla testa delle sue truppe, marciò verso il Rio Grande[7].

Nel 1860 la città era popolata da 175 persone, di cui quattro insegnanti, un istruttore di musica, tre ministri, un prete, tre medici e otto avvocati; l'anno successivo Corpus Christi approvò la secessione, ma tuttavia vivevano in città numerosi unionisti, perlopiù reduci del conflitto col Messico. L'anno successivo la flotta nordista salpò alla volta della città e la bombardò senza eccessivi danni, siccome la maggior parte dei residenti era stata precedentemente evacuata.[8] Tuttavia questo attacco scatenò le ire dei sudisti che danneggiarono le case e le proprietà dei residenti unionisti. Nel novembre del 1873, sette pastori messicani furono linciati da una folla nei pressi della città. Il crimine non è mai stato risolto.[9] La tempesta del 14 settembre 1919 devastò la città, uccidendo centinaia di persone. Solo tre strutture sulla North Beach sopravvissero alla tempesta. Per proteggere la città fu costruita una diga.[10] Nel 1926 venne inaugurato il porto, e nel 1941 venne commissionata la Corpus Christi Naval Air Station.[11] Nel febbraio 1929 viene creata a Corpus Christi la League of United Latin American Citizens (LULAC).[12] Questa organizzazione è stata fondata con lo scopo di combattere le discriminazioni razziali contro gli ispanici negli Stati Uniti. Essa nel corso degli anni continuò a crescere, e adesso possiede una sede nazionale a Washington.[13] Nel marzo 1949 è stato fondato l'American GI Forum (AGIF).[14] L'AGIF si occupa delle questioni riguardanti i veterani, l'istruzione e la questione dei diritti civili.[14] Questa organizzazione è stata fondata dopo le preoccupazioni per la segregazione dei veterani messico-americani da altri gruppi di veterani e la negazione dei servizi medici in base alla razza dal Dipartimento degli Affari dei Veterani degli Stati Uniti d'America.[14] La città fu colpita abbastanza pesantemente dall'uragano Celia nel 1970 e dall'uragano Allen nel 1980, mentre l'Ike, nel 2008, fece pochi danni.[15][16][17]

Società[modifica | modifica wikitesto]

Evoluzione demografica[modifica | modifica wikitesto]

Secondo il censimento[18] del 2010, c'erano 305,215 abitanti.

Etnie e minoranze straniere[modifica | modifica wikitesto]

Secondo il censimento del 2010, la composizione etnica della città era formata dall'80,92% di bianchi, il 4,34% di afroamericani, lo 0,64% di nativi americani, l'1,84% di asiatici, lo 0,09% di oceanici, il 9,68% di altre razze, e il 2,5% di due o più etnie. Ispanici o latinos di qualunque razza erano il 9,23% della popolazione.

Cultura[modifica | modifica wikitesto]

Nel 2015 la rivista Men's Health classificò Corpus Christi come la città più grassa degli Stati Uniti d'America, rinominandola "Corpulent Christi".[19] Questa negativa posizione è causata da vari fattori, come la quasi totale mancanza di attività fisica dei cittadini e la consistente presenza di fast-food.[19]

Persone legate a Corpus Christi[modifica | modifica wikitesto]

Arrows-folder-categorize.svg Le singole voci sono elencate nella Categoria:Persone legate a Corpus Christi

Economia[modifica | modifica wikitesto]

La maggior parte della popolazione è impiegata nei servizi, nel commercio all'ingrosso e al dettaglio, e nei settori governativi. Corpus Christi nel luglio 2012 aveva un tasso di disoccupazione del 7,0%.[20]

Il porto di Corpus Christi, che è il quinto più grande porto degli Stati Uniti e il più profondo del Golfo del Messico, si occupa principalmente di petrolio e dei prodotti agricoli. Gran parte dell'economia locale è guidata dal turismo e dall'industria petrolifera e petrolchimica. Nel 2005, il porto è stato classificato come il 47° più grande in tutto il mondo per movimento merci.[21]

Corpus Christi è sede della Naval Air Station Corpus Christi, che fornisce 6.200 posti di lavoro all'economia locale; questo lo rende il più grande datore di lavoro della città. Il Corpus Christi Army Depot, situato sulla NAS Corpus Christi, è il più grande impianto di riparazione di elicotteri nel mondo. Sempre sulla NAS Corpus Christi è presente la United States Coast Guard Sector/Air Station Corpus Christi.

Corpus Christi è la sede originale della Whataburger, una catena di fast food regionale statunitense specializzata nella preparazione di hamburger, fondata nel 1950 da Harmon Dobson e Paul Burton; tuttavia, la società trasferì il suo quartier generale a San Antonio nel 2009. Gli altri grandi datori di lavoro sono il CHRISTUS Spohn Health System con 5.400 dipendenti locali, il Corpus Christi Independent School District con 5.178, H-E-B con 5.000, e la Bay Ltd. con 2.100 posti.[22] le altre società situate a Corpus Christi includono lo Stripes Convenience Stores e l'American Electric Power (AEP).[23][24]

Corpus Christi divenne la prima grande città ad offrire nel suo intero territorio il wi-fi gratuito nel mese di aprile 2005[25] per consentire la lettura dei contatori a distanza, dopo che un meter reader (lettore dei contatori) fu attaccato da un cane. Nel 2007, la rete è stata acquistata dalla Earthlink per 5.5 Milioni di dollari, e smise di essere un servizio gratuito il 31 maggio 2007.[26]

Infrastrutture e trasporti[modifica | modifica wikitesto]

Strade principali[modifica | modifica wikitesto]

Amministrazione[modifica | modifica wikitesto]

Gemellaggi[modifica | modifica wikitesto]

Sport[modifica | modifica wikitesto]

La città è sede dei Corpus Christi IceRays della North American Hockey League, dei Corpus Christi Hooks della Texas League, e dei Corpus Christi Rage dell'Arena Developmental League. Settimanalmente, ogni mercoledì, al tramonto, si svolgono gare di vela. Corpus Christi è anche la sede del Corpus Domini Rugby Football Club, membro della Texas Rugby Union, una filiale della Mid-America Geographical Union (MAGU), e della United States Rugby Football Union.

Club Sport Federazione Sede Fondazione Campionati
Corpus Christi Hooks Baseball Texas League Whataburger Field 1968 (trasferito al 2005) 1 (2006)
Corpus Christi IceRays Hockey su ghiaccio NAHL American Bank Center 2001 (trasferito al 2010) 0
Corpus Christi Rage Football a 8 ADL American Bank Center 2017 0
Corpus Christi Crabs Rugby TRU Dewey's 1973 N/A

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Mary Rhodes Pipeline Phase 2 Project Fact Sheet (PDF), su engineercc.com. URL consultato il 15 agosto 2015.
  2. ^ CORPUS CHRISTI MOVING NEARER CONSTRUCTION OF DESALINATION PLANT, su texasdesal.com. URL consultato il 16 agosto 2015 (archiviato dall'url originale il 30 settembre 2015).
  3. ^ a b NowData - NOAA Online Weather Data, National Oceanic and Atmospheric Administration. URL consultato il 20 febbraio 2012.
  4. ^ a b Climatological Information for Corpus Christi, United States, Hong Kong Observatory. URL consultato il 24 gennaio 2011.
  5. ^ Snow: The South Texas Christmas Miracle 2004, su texassnowbook.com.
  6. ^ Official web site for City of Corpus Christi, Texas, Cctexas.com. URL consultato il 22 maggio 2010.
  7. ^ a b History of Corpus Christi, su cctexas.com. URL consultato il 16 agosto 2016.
  8. ^ Corpus Christi, TX, TSHA. URL consultato il 16 agosto 2016.
  9. ^ William D Carrigan e Clive Webb, When Americans Lynched Mexicans, The New York Times, 20 febbraio 2015.
  10. ^ MURPHY GIVENS: Storm of the century swept across North Beach, su caller.com.
  11. ^ Corpus Christi, History, Historical, Interesting, Downtowncorpuschristi.com. URL consultato il 22 maggio 2010 (archiviato dall'url originale il 18 marzo 2009).
  12. ^ LULAC History - All for One and One for All, su lulac.org. URL consultato il 16 agosto 2016.
  13. ^ LULAC, su lulac.org. URL consultato il 16 agosto 2016.
  14. ^ a b c American GI Forum, su agif-nvop.org. URL consultato il 16 agosto 2016.
  15. ^ Hurricane Celia 1970 - Corpus Christi, YouTube. URL consultato il 16 agosto 2016.
  16. ^ History of a storm: Hurricane Allen, su archive.caller.com. URL consultato il 16 agosto 2016.
  17. ^ Hurricane Ike in Corpus Christi, Tx, YouTube. URL consultato il 16 agosto 2016.
  18. ^ American FactFinder, United States Census Bureau. URL consultato il 28 maggio 2017.
  19. ^ a b America's 10 Fattest (and Leanest) Cities, su Men's Health. URL consultato il 3 aprile 2016.
  20. ^ Corpus Christi, TX Economy at a Glance, Bls.gov. URL consultato il 30 agosto 2012.
  21. ^ http://aapa.files.cms-plus.com/Statistics/2008%20U%2ES%2E%20PORT%20RANKINGS%20BY%20CARGO%20TONNAGE.pdf
  22. ^ City of Corpus Christi CAFR (PDF), su cctexas.com.
  23. ^ Susser Holdings - About Us Archiviato il 28 dicembre 2011 in Internet Archive.
  24. ^ AEP Texas - Facts, Figures & Bios
  25. ^ Corpus Christi Texas Extends Free Wi-Fi, su govtech.com. (archiviato dall'url originale il 4 giugno 2015).
  26. ^ EarthLink Dedicates Wi-Fi Network In Corpus Christi, Informationweek.com. URL consultato il 22 maggio 2010.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF: (EN154243849 · LCCN: (ENn79005685 · GND: (DE4308433-3
Texas Portale Texas: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Texas