Consiglio nordico

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Consiglio nordico
Flag of the Nordic Council.svg
Bandiera del Consiglio nordico
Tipo Organizzazione internazionale
Fondazione 1952 (Consiglio nordico dei ministri: 1971)
Scopo cooperazione economica e sociale
Sede centrale Danimarca Copenaghen
Area di azione Paesi nordici
Presidente Erkki Tuomioja (Consiglio nordico dei ministri: Cristina Husmark Pehrsson)
Lingue ufficiali Danese, Norvegese, Svedese
Sito web
Paesi membri
NordicPassportUnion.png
Membri Danimarca Danimarca, Finlandia Finlandia, Islanda Islanda, Norvegia Norvegia, Svezia Svezia e loro dipendenze
Statistiche complessive
Superficie 1 318 412 km²
(3 493 000 km² con la Groenlandia)
Popolazione 24 299 610
Densità 18,7 ab./km²
(6,9 km² con la Groenlandia)
Fusi orari UTC da 0 a +2 (-3 con la Groenlandia)
Valute Corona danese, Corona norvegese, Corona islandese, Corona svedese, Corona delle isole Fær Øer, Euro

Il Consiglio nordico e il Consiglio nordico dei ministri sono due forum di cooperazione dei governi dei Paesi nordici. Il primo fu istituito dopo la seconda guerra mondiale e il suo primo risultato concreto fu l'introduzione nel 1952 di un mercato del lavoro comune, della sicurezza sociale e della libera circolazione attraverso le frontiere per i cittadini degli stati membri.

Stati e regioni componenti[modifica | modifica wikitesto]

I membri del consiglio sono:

Ci sono pure 4 osservatori (3 Stati sovrani e 1 Stato federato):


Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: (EN151897204 · ISNI: (EN0000 0001 2364 3656 · BNF: (FRcb11862091j (data)