Commissione dell'Oceano Indiano

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Commissione dell'Oceano Indiano
(EN) Indian Ocean Commission
(FR) Commission de l'océan Indien
Commissione dell'Oceano Indiano
Logo ufficiale
Abbreviazione IOC
Tipo Organizzazione internazionale
Fondazione gennaio 1984
Sede centrale Mauritius Quatre Bornes
Segretario generale Monique Andreas Esoavelomandroso
Lingue ufficiali Francese, inglese
Sito web
Mappa dei paesi membri.

La Commissione dell'Oceano Indiano (in francese Commission de l'Océan Indien, COI) è un'organizzazione internazionale regionale formata da cinque paesi per incoraggiare la cooperazione e promuovere una crescita sostenibile delle isole dell'Oceano Indiano Occidentale.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Fondata nel gennaio del 1984 con l'Accordo generale di Victoria (Seychelles), raggruppava inizialmente Madagascar, Mauritius e Seychelles. Dopo il gennaio del 1986 sono entrati come membri le Comore e la Francia per conto di Reunion.

Nel settembre 2005, la Commissione ha chiesto lo status d'osservatore dell'Assemblea generale delle Nazioni Unite che le è stato riconosciuto il 4 dicembre 2006.

Membri[modifica | modifica wikitesto]

I paesi membri della Commissione sono cinque:

Obiettivi[modifica | modifica wikitesto]

Quando fu creata, la Commissione si era fissata l'obiettivo di rafforzare i legami di amicizia e di solidarietà tra i popoli della regione e di favorire lo sviluppo economico. In venti anni, le sue missioni sono progressivamente evolute per tenere conto dei nuovi bisogni e dell'aumento della potenza di altre organizzazioni di cooperazioni regionali come la COMESA o la SADC.

Oggi i suoi principali obiettivi sono:

  • la cooperazione politica e diplomatica;
  • la cooperazione economica e commerciale;
  • la cooperazione nei campi dell'agricoltura e pesca marittima
  • la preservazione e la valorizzazione dell'ambiente, delle risorse naturali e degli ecosistemi;
  • la cooperazione nei campi culturali, scientifici, tecnici, educativi e giudiziari;
  • favorire la dimensione regionale dello sviluppo umano;
  • la difesa degli interessi insulari dei suoi paesi membri nel sistema internazionale e presso le organizzazioni d'integrazione regionale.

Istituzioni[modifica | modifica wikitesto]

Le istituzioni fondamentali della Commissione sono quattro:

  • il Vertice dei capi di Stato o di governo;
  • il Consiglio dei ministri (una sessione ordinaria all'anno);
  • il Comitato degli ufficiali permanenti di collegamento (tre riunioni annuali);
  • il Segretariato generale: organo esecutivo diretto da un segretario generale e composto da incaricati designati dagli stati membri.

La lingua ufficiale è il francese.

Segretari Generali[modifica | modifica wikitesto]

I rapporti con altre organizzazioni[modifica | modifica wikitesto]

Alcuni paesi membri della Commissione appartengono ad altre organizzazioni internazionali regionali, in particolare:

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità GND: (DE10034025-8