Consiglio dei Maghi

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Il Consiglio dei Maghi è una delle maggiori organizzazioni che governa sul Mondo Emerso, la terra immaginaria ideata dall'autrice italiana Licia Troisi e al centro di una vasta saga fantasy, costituito dai cicli delle Cronache, delle Guerre e delle Leggende del Mondo Emerso. Esso collabora con il Consiglio dei Re, che riunisce rappresentanti politici delle Otto Terre che compongono il Mondo Emerso e si occupa di definire la politica comune, mentre il Consiglio dei Maghi si concentra principalmente sulla cultura e la scienza. La sede originaria dei Consigli era Enawar, nella Grande Terra (una regione al centro del Mondo Emerso), ma all'inizio della saga essa appare distrutta e occupata dalla Rocca del Tiranno, e solo diversi decenni più tardi essa viene ricostruita.

In tutti e tre i cicli del Mondo Emerso, quando si parla di genericamente di "Consiglio", spesso si intende il Consiglio dei Maghi riunito in seduta plenaria con quello dei Re, visto che il suo scopo principale è organizzare la guerra contro il nemico di turno, ma per "consiglieri" ci si riferisce solo ai maghi.

Storia e organizzazione[modifica | modifica wikitesto]

Come si legge nel primo libro del ciclo delle Cronache del Mondo Emerso, al termine della massacrante Guerra dei Duecento Anni, il re mezzelfo Leven era riuscito ad assoggettare il Mondo Emerso, ma morì prima di dettare le condizioni di pace ai sovrani sconfitti, quindi il suo figlio ed erede, Nammen, stupì il mondo rinunciando al predominio, decretando invece che fossero istituiti il Consiglio dei Re e il Consiglio dei Maghi, perché amministrassero il bene comune ed evitassero futuri conflitti, e gli assegnò una regione al centro del Mondo Emerso ove sorgesse la loro sede (la Grande Terra). Seguì il lungo periodo della Pace di Nammen, che fu bruscamente interrotto dall'avvento del Tiranno, potente mago ed ex-membro del Consiglio, che si impossessò della Grande Terra e vi eresse la sua Rocca, dalla quale avviò la conquista dell'intero Mondo Emerso. Il Consiglio dei Maghi fuggì nella Terra del Sole e, avendo ora agli ordini l'Ordine dei Cavalieri di drago, si pose alla guida della resistenza delle Terre Libere al Tiranno. Attorno a questa guerra si snodano le vicende narrate nel ciclo delle Cronache del Mondo Emerso.

Il Consiglio dei Maghi è uno degli organi più potenti e prestigiosi del Mondo Emerso, quantunque molta gente provi diffidenza nei confronti dei maghi (ad esempio, anni prima il re dei mezzelfi decretò di bandirli dalla Terra dei Giorni). Soana e Sennar, e persino Aster, dichiarano di aver sognato a lungo di accedervi e di aver nutrito grandi aspettative riguardo al ruolo che avrebbero avuto come Consiglieri per il bene del mondo. Si tratta di aspettative che però non di rado sono state deluse, perché anche in seno al Consiglio dei Maghi c'è gelosia e cupidigia e la sua attività non è immune agli interesse personali dei vari membri. Anche per questo il Consiglio ha reagito del tutto impreparato all'ascesa del Tiranno.

Per accedere al Consiglio dei Maghi occorre assolvere un periodo di studio della magia e superare un esame per venire investiti maghi. In un secondo tempo, dopo un ulteriore periodo di tirocinio, si assolve un altro esame per venire investiti consiglieri. Non vi sono regole specifiche che regolamentano l'età minima o massima, né i Consiglieri sono necessariamente nativi della Terra che rappresentano.

I principali Consiglieri citati nelle Cronache del Mondo Emerso sono:

  • Aster, mezzelfo, consigliere della Terra della Notte, poi espulso con disonore.
  • Oren, gnomo, padre di Reis e avversario di Aster nel Consiglio.
  • Reis, gnoma, compagna di Aster e poi maestra di Soana.
  • Sate, gnomo, consigliere della Terra del Sole.
  • Sennar della Terra del Mare.
  • Soana, consigliera della Terra del Vento, sorella del padre adottivo di Nihal, e maestra di Nihal stessa e di Sennar.
  • Theris, ninfa, consigliera della Terra dell'Acqua.
Letteratura Portale Letteratura: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di letteratura