Ordine religioso

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

La denominazione ordine religioso senza ulteriori specificazioni si riferisce principalmente al cristianesimo ed in particolare alla Chiesa cattolica, come risulta nella voce ordine religioso cattolico. Tuttavia, in senso lato, si può applicare lo stesso concetto anche a realtà non appartenenti alla Chiesa cattolica. In tal senso esso è un gruppo di persone solidali che emettono una qualche forma di impegno che lega la loro vita a determinate regole del gruppo stesso. Spesso tra le regole da seguire c'è anche l'impegno alla castità.

Nel cristianesimo sono numerosi gli ordini religiosi, specie monastici. Il monachesimo è anche diffuso in altre religioni, come ad esempio il buddhismo. In generale gli ordini monastici richiedono la vita in una comunità, talvolta più o meno isolata dal resto del mondo, come i certosini.

Cultura[modifica | modifica wikitesto]

I monasteri sono stati luoghi in cui si è tramandata e creata cultura in varie forme. Dalla copiatura delle opere classiche europee (trascritte a mano da monaci cosiddetti amanuensi) alle sorprendenti abilità dei monaci guerrieri di Shaolin, che praticano la meditazione ma anche l'esercizio fisico sin da giovanissimi.

Secondo ordine[modifica | modifica wikitesto]

Per secondo ordine si intende un'associazione di laici non coniugati che seguono una regolare religiosa.

Curiosità[modifica | modifica wikitesto]

Giuseppe Capparoni pubblicò nel 1828 una Raccolta di 55 sue incisioni, con disegni degli abiti indossati al suo tempo dai componenti dei vari ordini religiosi. Giuseppe Capparoni, Raccolta degli ordini religiosi che esistono nella città di Roma disegnati ed incisi all'acquaforte da Giuseppe Capparoni, Roma, presso Giacomo Antonelli al Corso alle convertite n. 179 B, 1826.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità GND: (DE4043726-7