Cattedrale di Bengasi

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Cattedrale di Bengasi
La Cattedrale di Bengasi.jpg
La cattedrale in una foto della fine degli anni sessanta
StatoLibia Libia
RegioneCirenaica
LocalitàBengasi
Religionecattolica
Vicariato apostolico Bengasi
ArchitettoOttavio Cabiati, Guido Ferrazza
Inizio costruzione1929
Completamento1939

Coordinate: 32°06′50″N 20°03′34″E / 32.113889°N 20.059444°E32.113889; 20.059444

La cattedrale di Bengasi era la cattedrale cattolica della città di Bengasi. La chiesa, attualmente in disuso, era una delle più grandi del Nordafrica.[1]

La cattedrale venne costruita tra il 1929 e il 1939 su progetto degli architetti italiani Ottavio Cabiati e Guido Ferrazza. L'edificio fu utilizzato anche come quartier generale dell'Unione socialista araba prima di cadere in disuso. A partire dal 2009 la chiesa è sottoposta all'opera di restauro di una società italiana.

L'entrata della chiesa è costituita da un portico con sei colonne doriche. Le due cupole che la sovrastano le danno un aspetto orientale mentre una serie di oculi le forniscono l'illuminazione necessaria. L'edificio, ispirato all'architettura religiosa italiana, rimane tuttavia incompiuto in quanto nel progetto originale era previsto anche un campanile a tre livelli.[2]

Note[modifica | modifica wikitesto]

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]