Austin Powers - Il controspione

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Austin Powers - Il controspione
Austin powers mystery.png
Titoli di testa del film
Titolo originaleAustin Powers: International Man of Mystery
Paese di produzioneStati Uniti d'America
Anno1997
Durata91 min (versione internazionale) 86 min (versione USA, utilizzata anche in Italia per DVD e passaggi televisivi)
Rapporto2,35:1
Generecomico, azione, spionaggio
RegiaJay Roach
SceneggiaturaMike Myers
ProduttoreDemi Moore, Mike Myers, Jennifer Todd, Suzanne Todd
Produttore esecutivoEric McLeod, Claire Rudnick Polstein
Casa di produzioneNew Line Cinema, Capella International, Moving Pictures, Eric's Boy, KC Medlen
Distribuzione in italianoCecchi Gori Group
FotografiaPeter Deming
MontaggioDebra Neil-Fisher
Effetti specialiRich Ratliff, David D. Johnson
MusicheGeorge S. Clinton
ScenografiaCynthia Charette
CostumiDeena Appel
TruccoPatty York
Interpreti e personaggi
Doppiatori italiani

Austin Powers - Il controspione (Austin Powers: International Man of Mystery) è un film del 1997 diretto da Jay Roach, basato sui personaggi nati dalla fantasia del comico canadese Mike Myers, autore del soggetto e della sceneggiatura della pellicola.[1] Si tratta del primo capitolo dell'omonima serie di film.

Il film rappresenta una parodia dei primi film incentrati sulla figura dell'agente segreto James Bond (in particolare quelli interpretati da Sean Connery) ma Myers non si limitò a sbeffeggiare il celebre 007, prendendo di mira l'intero mondo delle spy story come dimostrano i numerosi riferimenti alla produzione Il nostro agente Flint (1966) con James Coburn.[2] Molto curate sono anche le macchiette dei personaggi di contorno e l'ambientazione anni sessanta presente nella prima parte del film.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Nella Londra del 1967, Austin Powers è un giovane che segue tutti i dettami della moda di Carnaby Street, va alle feste e frequenta molte ragazze. Di giorno fa il fotografo di moda, di notte diventa una spia pronta a mettersi al servizio di Sua Maestà al primo accenno di guai. Dopo aver compiuto l'ultima missione, il suo acerrimo nemico, il pericolosissimo Dottor Male, viene ibernato, al che Austin accetta di essere ibernato a sua volta per essere pronto a combatterlo.

Dopo trent'anni, nel 1997, il dottor Male si risveglia per continuare il suo folle piano, che prevede la conquista del mondo; ma insieme a lui viene fatto risvegliare anche l'agente Powers, l'unico che può contrastarlo. Nella sua missione verrà affiancato dalla signorina Kensington, la figlia della sua spalla (la signora Kensington) negli anni sessanta.

Critiche[modifica | modifica wikitesto]

Il sito Rotten Tomatoes ha riportato che il 69% delle recensioni professionali ha dato un giudizio positivo sul film.[3] Nonostante la maggior parte dei critici abbia stroncato il film, Austin Powers: Il controspione ha avuto molto seguito soprattutto tra i giovanissimi che apprezzarono molto i tormentoni di Austin e del crudele dottor Male.

Botteghino[modifica | modifica wikitesto]

Il film ha debuttato al secondo posto al botteghino americano con $9,5 milioni di dollari incassati nel primo weekend.[4][5][6] Il film ebbe un buon successo di pubblico: costato 16 milioni e mezzo di dollari, ne incassò 53 nel Nord America e circa 15 nel resto del pianeta. Complessivamente ha incassato $67.683.989 milioni.

Personaggi parodiati[modifica | modifica wikitesto]

Quasi tutti i personaggi di Austin Powers - Il controspione rappresentano la parodia, la caricatura o la macchietta di alcuni personaggi della saga di James Bond. Per quanto riguarda questo film, il confronto tra l'originale e la copia comica è questo:

Personaggio parodia di
Austin Powers James Bond
Vanessa Kensington Una qualunque delle Bond Girl
Dottor Male Ernst Stavro Blofeld
Numero 2 Emilio Largo
Annabella Fagina Pussy Galore
Frau Farbissina Rosa Klebb
Incarico Casuale Oddjob

Infine anche il gatto del Dottor Male, il Signor Bigolo (uno sconsolato Sphynx), è una parodia del gatto persiano di Ernst Stavro Blofeld.

Riferimenti culturali[modifica | modifica wikitesto]

Per sceneggiare e realizzare questo film lo sceneggiatore canadese ed il regista statunitense non si sono ispirati soltanto alla celebre spia di Ian Fleming: alcune piccole scene derivano dalla visione di altri spettacoli.

  • La parte introduttiva del film è un omaggio a Tutti per uno ed ai Beatles.
  • L'idea dell'ibernazione era già presente in Demolition Man.
  • La sequenza in cui Austin Powers riottiene i suoi imbarazzanti effetti personali dopo lo scongelamento ricorda molto da vicino la sequenza iniziale di The Blues Brothers in cui John Belushi, appena uscito di prigione, ritira a sua volta i propri effetti personali (tra cui un preservativo usato).
  • La signora Kensington e sua figlia Vanessa somigliano, caratterialmente e fisicamente, al personaggio di Emma Peel nella serie Agente speciale.
  • L'aiutante tedesca del dottor Male si chiama Frau in onore di Frau Blücher, personaggio secondario di Frankenstein Junior. Il cognome invece è una storpiatura del superlativo assoluto italiano "furbissima".
  • Il figlio del Dottor Male, Scott, appare per la prima volta vestito con una T - shirt stampata col volto di Kurt Cobain, leader dei Nirvana e accompagnato da un motivo che ricorda Smells Like Teen Spirit, celeberrimo singolo della band.
  • La voce del dottor Male è l'imitazione di quella dell'attore comico canadese Lorne Michaels.
  • Alcuni vezzi stilistici di Austin Powers ricordano quelli di Jason King, protagonista di un telefilm degli anni sessanta.

Curiosità[modifica | modifica wikitesto]

  • Tra i numerosi produttori compare anche l'attrice Demi Moore, la quale pare abbia rifiutato la parte della protagonista femminile Vanessa Kensington per potersi meglio concentrare suoi due film "seri" che interpretò nel 1997 (Soldato Jane e Destination Anywhere).
  • Nella classifica del canale televisivo statunitense Bravo, questo film è arrivato 41º nella lista delle 100 pellicole più simpatiche della storia.
  • Tra i cameo del film, compare non accreditato Christian Slater, nel ruolo di una guardia del dottor Male che si fa ipnotizzare, poi ancora Clint Howard come funzionario del Ministero della difesa. Questi poi sarà presente in tutti e tre i film. È in scena, accreditato, un ancora sconosciuto Will Ferrell nel ruolo del tirapiedi Mustafà del dottor Male. Infine compare con un veloce cameo anche Carrie Fisher come psichiatra di un gruppo dove il dottor Male e Scott vanno per risolvere i loro problemi familiari.
  • Al termine della seconda videochiamata alle Nazioni Unite, Il Dottor Male, nel terminare la videochiamata, proietta per sbaglio una puntata di Beavis and Butt-Head.

Riconoscimenti[modifica | modifica wikitesto]

Home Video[modifica | modifica wikitesto]

Nel 2012 sono uscite nuove le versioni DVD e Blu-Ray distribuite dalla Pulp Video. Tuttavia, gli home video sono stati realizzati basandosi sulla versione statunitense del film che, rispetto alla versione uscita nel 1997, presenta numerose scene modificate o tagliate, tanto da ridurre la durata complessiva del film di ben 5 minuti.[7] Questa versione ridotta è la stessa che viene utilizzata nei passaggi televisivi e che si può trovare sulle piattaforme di streaming.

Sequel[modifica | modifica wikitesto]

La pellicola ha avuto due sequel: Austin Powers - La spia che ci provava nel 1999 e Austin Powers in Goldmember nel 2002.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ THE MEDIA BUSINESS: ADVERTISING; Big marketers are betting on 'Austin Powers' to endear them to young people., in The New York Times. URL consultato il 5 novembre 2010.
  2. ^ Dressed to Regress, in The Los Angeles Times. URL consultato il 5 novembre 2010.
  3. ^ Austin Powers: International Man of Mystery (1997) reviews, Rotten Tomatoes. URL consultato il 20 dicembre 2009.
  4. ^ Weekend Box Office; Box Office Continues Its Breakout, in The Los Angeles Times. URL consultato il 5 novembre 2010.
  5. ^ Breakdown, 'Austin Powers' Top 'Volcano' at Box Office, The Los Angeles Times. URL consultato il 25 dicembre 2010.
  6. ^ Talented Myers Out Of Control In Powers, Hartford Courant. URL consultato il 6 novembre 2010.
  7. ^ Comparison between the US Version (taken from the US DVD) and the longer International Version (taken from the German DVD). URL consultato il 6 ottobre 2020.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema