Suzuki Vitara

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Suzuki-Sidekick-convertible.jpg
Suzuki Vitara
Descrizione generale
Costruttore Giappone  Suzuki
Tipo principale Fuoristrada MPV
Altre versioni Sidekick
Tracker
Nomade
Produzione dal 1988 al 1999
Sostituita da Grand Vitara
Euro NCAP 2 stelle
Altre caratteristiche
Altro
Assemblaggio Giappone
Spagna
Canada
Progetto 1988
Altre eredi X-90
Stessa famiglia MPV
Auto simili Daihatsu Feroza
Land Rover Freelander
Toyota RAV4
Bertone Freeclimber 2

La Suzuki Vitara (in Giappone e altre nazioni commercializzata come Suzuki Escudo, Nomade, negli Stati Uniti come Sidekick e Tracker) è il primo fuoristrada dei record prodotto dal 1988 dalla casa automobilistica Suzuki.

Si tratta di un fuoristrada (per Suzuki un MPV Multi Purpose Veichle) dalle dimensioni ridotte costituito da un telaio a longheroni e traverse e carrozzeria imbullonata non autoportante.

Esistevano tre tipi di carrozzeria:

  • 3 porte canvas top
  • 3 porte metal top
  • 5 porte metal top station wagon.

Tutte e tre le versioni sono dotate di sospensioni anteriori a bracci indipendenti con ammortizzatore portante.

La Vitara avendo una geometria di sospensioni a singolo trapezio o "braccio" ,ha l ammortizzatore che, di fatto,collega il trapezio e la ruota al telaio a differenza delle già presenti geometrie a doppio braccio che si trovavano in altri veicoli fuoristrada (ricordiamo che in quegli anni la maggior parte dei competitor offrivano soluzioni a balestre).

Di fatto la scelta fu fatta per due fattori molto semplici:

  • si riducono i pesi ed i costi (la versione piu pesante,la 5 porte,pesa solo 1300 kg)
  • Semplicità costruttiva e di riparazione

Di contro ,ci si trovava di fronte ad una sospensione molto sollecitata sopratutto nel uso gravoso in fuoristrada.

Posteriormente era dotata di un classico ponte rigido,con differeziale LSD autobloccante in bagno d olio a dischi frizioni. Il cambio a 5 marce ed in alternativa automatico con il riduttore su tutti i rapporti . La trazione H4WD e L4WD (High 4WD o "marce lunghe" e Low 4WD o "ridotte" che riduce i rapporti del cambio)completa la meccanica semplice ma efficace del Vitara che si contraddistinse per semplicità ed efficacia di funzionamento. Il Vitara è dotato in condizioni di marcia normale di una trazione "FR" o posteriore ,che può essere sostituita manualmente , in 4x4 (o 4WD )che permette di viaggiare con quattro ruote motrici su terreni scivolosi e a scarsa aderenza, per garantire la massima trazione.

Questo sistema non và utilizzato su asfalto o fondi con aderenza in quanto essendo sprovvisto di differenziale centrale questi obbligano la vettura a non accettare archi di curvatura differenti con il quale si rischia di compromettere il ripartitore di trazione perché verrebbe messo gravemente sotto sforzo(che si avverte gia con una rigidità accentuata al volante) . La mancanza del differenziale centrale detto anche snodo centrale o terzo differenziale, non permette quindi di usare la trazione integrale per il normale uso su terreni come l asfalto asciutto , come del resto avviene in tutti i fuoristrada con trazione integrale inseribile.

Con la selezione del pomellino in 4WD-L viene attivato il riduttore che di fatto riduce il rapporto delle marce (si arriva a circa 60 Km/h in 5 marcia ridotta)permettendo l utilizzo del Vitara in condizioni di fuoristrada gravoso quali pendenze in salita che risulterebbero inarrivabili con la rapportatura del cambio in modalità "lunga".Va detto anche che il Vitara veniva proposto con i mozzi ad aggancio automatico il quale evitava il saliscendi del conducente ogni qual volta si rendeva necessario l inserimento della trazione integrale.

Vitara[modifica | modifica sorgente]

Nella Vitara 3 porte lanciata nel 1988 non esisteva una grande varietà di motori ,in quanto per Suzuki,il 1600 8 valvole in alluminio a carburatori G16a era gia un risultato eccellente.Per Suzuki fu il primo motore di "grossa " cubatura prodotto dalla Casa di Hamamatsu.

Infatti prima del lancio del Vitara si trovavano in casa Suzuki unità motrici raffreddate ad aria o ad acqua di cilindrate inferiori al 1000 .

Nel anno successivo fu presentata la Vitara Canvas Top (la cabrio) sempre con lo stesso G16a 8 valvole a carburatori.

Fu solo nel 1990 che venne presentato un nuovo record per Suzuki: il G16a EFI (Elettronic Fuel Iniection) il primo motore ad iniezione elettronica che andò a sovrapporsi al 1600 a carburatori che pian piano venne abbandonato per il piu parco nei consumi fratello a iniezione.

Nel comparto Diesel si poteva optare per un 1900 diesel di produzione Peugeot che data l obsoleta età del progetto Francese venne abbandonato quasi subito per un 1.9 TD di derivazione Mitsubishi che arrivo nel 1995.

Suzuki Nomade,versione 5 porte della Vitara

Lo stesso anno in Giappone fu presentato un altro record per Suzuki:

La prima autovettura fuoristrada a 5 porte prodotto da Suzuki ,la Suzuki Nomade (o Vitara Passo Lungo o sw). La Nomade montava un altro record per la casa di Hamamatsu ovvero il primo motore 1600 benzina 16v EFI da 97 HP denominato G16b.

Si differenziava solo nella testata che nelle prime versioni risultò sottodimensionato meccanicamente provocando in alcune unità rotture sia alla testata che al monoblocco sopratutto nelle zone meno temperate del mondo(ricordiamo che venne commercializzata in tutto il globo).

Il Monoblocco e la testata avevano la fusione in alluminio (come la versione a 8 valvole )con un carico di ben 17 HP in piu rispetto alle versioni G16a i quali ,per quanto poco, sollecitavano maggiormente il motore costringendo Suzuki nel 1994 alla rivisitazione delle fusioni del G16b andando ad irrobustire gli spessori dei monoblocchi e delle testate.

Nonostante alcuni problemi di natura progettuale fu un successo sia per la Suzuki che per una nuova generazione di automobilisti i quali si trovavano a guidare la prima auto fuoristrada con i confort di una automobile stradale. La si può definire il primo approccio di Suv della storia seguito solo nel 1994 dalla Toyota con la RAV 4 declinando le doti piu fuoristradistiche del Vitara ed approcciando un progetto piu automobilistico.

la rivisitazione estetica della Vitara è leggera ma comunque distinguibile da quella lanciata nel 1988. La calandra centrale e i fascioni passaruota sono i piu evidenti oltre che il cruscotto interno

Nel 1994 oltre ad una leggera rivisitazione estetica e ad un aggiornamento del G16b, venne introdotto un 2000 benzina 16v 4 cilindri (J20a) per il mercato nord Europeo ed un 2000 benzina V6 di derivazione Mitsubishi (H20a )i quali ,andarono a incrementare la richiesta da parte del pubblico di unità motrici piu potenti e con piu coppia.

nel 1996 per il mercato Americano e Giapponese su presentato l ambitissimo H25a un 2500 benzina V6 che andò a sostituire l H20a che risulto efficace in strada ma sottodimensionato per il fuoristrada trattandosi a livello di un frazionamento cilindrata/pistone di soli 333 cm cubi per pistone(il vitara G16a G16b hanno un frazionamento cilindrata/pistone di 400 cm cubi).Esteticamente rimane quasi invariata ad eccezion fatta per alcuni allestimenti interni ed alcuni accorgimenti puramenti estetici come una serie di inserti in radica oppure l inserimento della pelle come rivestimento per i sedili.

Grand Vitara[modifica | modifica sorgente]

La Grand Vitara (venduta nei vari mercati del mondo con gli stessi nomi della precedente)eredita nel 1999 il grande successo mondiale di Suzuki con Vitara che venne lanciata nel lontano 1988. Le linee estetiche sono stata ammorbidite(per alcuni un pò troppo) dalle linee tese della prima serie ma, mantendendo inalterata la struttura di telaio a longheroni e traversine e di meccanica ad eccezion fatta per l adozione dell attesissimo motore per l Europa: il 1.9 TD che andò a sostituire il 1.9 D di produzione Peugeot che si rivelò poco efficace per l avanzata età del progetto Francese e ,per la stazza del auto,il quale risultava sottodimensionato per l utilizzo in fuoristrada.

Suzuki Grand Vitara versione a 5 porte

Alla linea generale (esterna ed interna)un pò troppo morbida si aggiunsero delle modifiche che andavano a migliorare alcune cose della prima serie.

Uno tra tutti il dimensionamento dei braccetti semiassi anteriori che nella prima serie erano attorno ai 23.3 mm (risultavano sostanzialmente delicati sopratutto il semiasse destro in fuoristrada)mentre nel restiling del 1994 fu portato a 25 mm per essere definitivamente portati a 28mm nella versione 1.9 TD con la Grand Vitara.

Vennero modificati anche i materiali del differenziale anteriore che nella prima versione era in alluminio per optare con la ghisa, in maniera di rendere piu solida ed affidabile la trasmissione anteriore della macchina.

La Grand Vitara esce di produzione nel 2006 quando il calo deciso nelle vendite indicava al Costruttore la necessità di proporre un nuovo prodotto ad un pubblico che stava maturando e che cominciava a vedere nel auto qualcosa di piu che un mero mezzo di trasporto.

New Grand Vitara[modifica | modifica sorgente]

Suzuki New Grand Vitara versione a 5 Porte

Presentata nel 2007 la New Grand Vitara entra nei mercati dividendo profondamente il pubblico che l aveva posseduta,amata e guidata.

Suzuki decise di proporre qualcosa di nuovo e di osare in tendenza alle richieste del mercato che richiedevano piu must. L auto è stata completamente riprogettata facendo delle scelte che per alcuni risultarono quasi eretiche mentre per altri piu pratiche e moderne. Nello specifico la New Grand Vitara mantiene il telaio a longheroni e traversine che è per Suzuki tradizione di struttura solida da fuoristrada rifiutando anche su questa serie la carrozzeria autotelaio (Ad esempio Mitsubishi optò per il Pajero V20 la soluzione del Autotelaio) ovvero la carrozzeria del auto funge da sostengo a sé stessa come nelle auto stradali.Una modifica sostanziale che fu fatta all auto, fu di togliere il ponte rigido al posteriore e di riprogettare un sistema Multilink ed un Mc Pherson a ruote indipendenti anteriormente che aumenta la stabilità ed il confort su strada.Gli interni furono completamente riprogettati eliminando il pomellino di selezione delle ridotte (che rimane invariato con il riduttore)inserendo dei tasti elettronici per l attuazione solo delle ridotte in quanto fu scelto da Suzuki di mantenere la trazione 4x4 permanente.

Il nuovo sistema di trazione permanente con differenziale centrale ha 4 modalità di funzionamento.

Il 4WD H per la guida normale stradale si usa praticamente sempre.Qui il differenziale centrale a slittamento limitato (limited Slip Diff) sopprime l effetto frenante nelle curve strette che si otteneva con la vitara prima serie essendo sprovvista del differenziale centrale.Nei modi operativi dove la forza di trazione è massima,4H lock e 4L lock,il differenziale centrale è bloccato.

Per le motorizzazioni si poteva scegliere tra un 1.6 benzina da 106 HP presente solo nella versione a 3 porte, un 2.0 benzina da 140 HP solo per il 5 porte e un diesel 1.9 DDis da 129 HP di nuova generazione per entrambe le versioni.

La New Grand Vitara scopre nuovi clienti e si presenta con un idea di auto che comunque risultò apprezzato sia per contenuti che per l affidabilità e la meccanica collaudata negli anni dai tecnici Suzuki.

Esce di produzione nel 2011.

Grand Vitara Evolution[modifica | modifica sorgente]

Suzuki Grand Vitara Evolution

Viene presentata nel 2012 ed entra irrompente con lo stile del "Boss Come Back" per la linea estetica che riprende con forza quello della progenitrice dei record lanciata nel lontano 1988.Ormai la prima serie è considerata un auto di interesse storico e sembra lontana anni luce dal ultima versione lanciata dal Suzuki.

Mantiene quasi inalterate le caratteristiche tecniche che condivide con la New Grand Vitara.

Motorizzazioni Vitara Prima serie[modifica | modifica sorgente]

  • Tipologia Motore: G16A, G16B, G16K,J20A,H20A,H25A
  • 1.6 benzina 4 cilindri 8 Valvole G16A (Carburatori o EFI)
  • 1.6 benzina 4 cilindri 16 Valvole G16B
  • 2.0 benzina 4 cilindri 16 valvole J20A
  • 2.0 benzina 6 cilindri a V 16 v H20A
  • 2.5 benzina 6 cilindri a V 16v H25A
  • 1.9 diesel Peugeot
  • 2.0 Diesel Turbo

Progetto X-90[modifica | modifica sorgente]

Suzuki X-90

Nel 1996 viene introdotto il Suzuki X-90,un esercizio puramente estetico che Suzuki volle proporre per saggiare la direzione di stile che la futura vitara dovesse avere.Praticamente a livello di meccanica risulta pressochè identico al Vitara. Anche gli interni erano identici, mentre cambiava completamente la carrozzeria per l appunto come modo economico di studiare nuovi settori stilistici nel nuovo mondo che le MPV stavano aprendo ai Suv. La Suzuki X-90 uscì dal mercato in maniera anonima dopo il 1998.

In Spagna la produzione fu commissionata al partner Santana Motor con il nome Vitara. Dopo un piccolo restyling nel 2005, è venduta come Santana 300/350.

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

automobili Portale Automobili: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di automobili